Come donare in modo sicuro: tutte le regole

Donare in modo sicuro è la prima cosa a cui si pensa quando si vuole fare beneficenza. Il periodo di Natale lascia emergere il lato più caritatevole delle persone ma per non correre il rischio di cadere in qualche truffa, è bene sapere come muoversi.

Anche le aziende del vending si mobilitano con oltre 10 milioni per iniziative sociali

Le regole per donare in modo sicuro

Ecco una serie di consigli per verificare se un’organizzazione si comporta in modo serio e trasparente:

  1. Verificare che l’Organizzazione Non Profit (ONP) a cui si desidera donare si trovi all’interno del database IO DONO SICURO. Le organizzazioni qui inserite aderiscono all‘Istituto Italiano della Donazione, l’organismo che verifica tramite accurate e dirette analisi annuali che sia tutto in regola.
  2. Visitare il sito web dell’ONP a cui si desidera donare per conoscere in modo dettagliato le attività che questa svolge.
  3. Procurarsi le pubblicazioni dell’ONP o contattarla per ottenere informazioni in modo diretto.
  4. Accertarsi che l’ONP fornisca informazioni il più possibile complete e trasparenti sulla sua struttura e sui progetti che chiede di sostenere, in particolare informazioni sulla struttura come nomi degli organi di governo e di controllo, spiegazione chiara della propria missione e informazioni sui progetti quali finalità, costi, tempi, modalità di realizzazione, risultati attesi ed eventuali partner.
  5. Verificare che l’ONP pubblichi il bilancio economico. Questo ha maggior valore se è certificato da una società di revisione indipendente o se viene fatto conoscere attraverso la pubblicazione su testate nazionali.
  6. Accertarsi che l’ONP rediga un rapporto annuale delle attività in cui sia specificato, per ogni progetto, il costo e i risultati ottenuti con i fondi raccolti.
  7. Valutare quanti fondi ogni anno l’ONP dedica al mantenimento della propria struttura interna e quanto viene destinato ai progetti esterni.

Donare in modo sicuro: la carta della donazione

Tutte le associazioni rispettabili inoltre, si rifanno alla Carta della Donazione. Pubblicata per la prima volta nel 1999 da Forum Nazionale del Terzo settore, Fondazione Sodalitas e Summit della Solidarietà è il primo codice italiano di autoregolamentazione per la raccolta e l’utilizzo dei fondi nel non profit.

L’edizione è stata aggiornata nel 2011. I principi e i valori di riferimento sono gli stessi ma tengono conto delle esperienze e delle reali attività di monitoraggio e controllo svolte in questi anni.

L’obiettivo è quello di “contribuire con ogni opportuna iniziativa a diffondere tra le organizzazioni senza scopo di lucro comportamenti di eccellenza tramite la correttezza gestionale, la trasparenza e la verificabilità dell’utilizzo delle risorse messe a disposizione per finalità sociali da donatori ed erogatori, sia privati sia pubblici”.

Tiene conto quindi:

  • delle diverse modifiche (legislative, di prassi, di costume) nel mondo del Terzo Settore;
  • dell’estensione dell’applicabilità della Carta a organizzazioni oltre all’ambito strettamente sociale, come ambiente, cultura e ricerca;
  • della volontà di contribuire al rafforzamento della società civile e dell’economia.

Donazione è quindi “qualsiasi risorsa messa a disposizione da un soggetto per sostenere le attività di enti che si occupino di sociale, di cultura, di ambiente, di ricerca, senza scopo di lucro o con intenti mutualistici”.

Le organizzazioni che aderiscono alla Carta sono soggette a monitoraggio e controllo periodico, secondo procedure di verifica da parte di valutatori competenti sul controllo dei contenuti della Carta e della “Guida all’autovalutazione e alla valutazione di parte terza”.

Dai Lions audiolibri gratuiti per chi non può leggere

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?
  • Nel 2019 si è cominciato a registrare un calo nelle donazioni. Il dato pervenuto è di 585.000 unità, passando dal 14,5% dell’anno precedente al 13,4%, della quota di italiani che donano ad associazioni.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Sono laureata in giornalismo e lavoro come redattrice, traduttrice e copywriter. Mi piace parlare di tutto con approccio scientifico, soprattutto di enogastronomia. Scrivo di moda e la creo (sono anche ricamatrice e modellista sartoriale).