Cinque mosse efficaci per risparmiare sui costi di corrente elettrica

Risparmiare sui costi di corrente elettrica è semplice: bastano pochi semplici accorgimenti.

Cinque mosse efficaci per risparmiare sui costi di corrente elettrica. Sostituire i vecchi elettrodomestici; attivare e gestire attraverso il web la fornitura di energia elettrica; confrontare le differenti offerte sul mercato; verificare che il prezzo indicato in bolletta corrisponda effettivamente al consumo reale controllando periodicamente gli scatti del contatore; usufruire del Bonus Luce 2020: questo è quello che occorre fare per risparmiare sui costi di corrente elettrica.

Cinque mosse efficaci per risparmiare sui costi di corrente elettrica

Attraverso dei gesti semplici ma essenziali è possibile ridurre lo spreco di energia elettrica e tagliare i costi in bolletta. A partire dall’eliminazione dello stand-by e dallo spegnere le luci quando non servono, vediamo come non sprecare energia in modo da dare un taglio alla bolletta: ecco le cinque mosse efficaci per risparmiare sui costi di corrente elettrica.

1. Il primo passo per risparmiare sui costi di energia è quello di sostituire i vecchi elettrodomestici con nuovi modelli di classe energetica A+ o, meglio, superiore. Essi consumano decisamente meno e per il loro acquisto è possibile usufruire delle detrazioni Irpef.

Bonus casa 2020: cosa c’è da sapere sulla manovra del Governo

2. Attivare e gestire attraverso il web la fornitura di energia elettrica contribuisce ad un risparmio economico. Le offerte attivabili sul web risultano essere più vantaggiose e permettono un grande risparmio.

3. Per limitare i costi di corrente elettrica è fondamentale comparare le differenti offerte sul mercato e stabilire con criterio la proposta più conveniente;

4. Risulta altresì importante verificare che il prezzo indicato corrisponda al consumo reale e non a quello stimato. Per far ciò basta semplicemente controllare gli scatti del contatore. In tal modo, se il costo in bolletta non coincidesse con l’effettivo consumo, sarà possibile richiedere il rimborso delle cifre pagate in eccesso.

5. Infine, bisogna ricordare che esiste un Bonus Luce 2020 istituito dal Governo e dal Ministero dello Sviluppo Economico. Per richiederlo basta compilare la domanda ed avere tutti i requisiti necessari. Il Bonus Luce 2020 permette alle famiglie residenti in Italia, con basso reddito o disagio fisico che comporti l’utilizzo di apparecchiature elettromedicali, di usufruire di uno sconto sulla bolletta dell’energia elettrica.

Pillole di curiosità –  Io non lo sapevo e tu? 

Energia elettrica: come ridurre i costi in bolletta  

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Designer e Dottoressa in Lingue Moderne per il Web