Deforestazione selvaggia: cos’è e come fermarla

Scopri cos’è la deforestazione selvaggia, cos’è e come fermarla. Sono tanti i ricercatori, le organizzazioni e le università che conducono studi sulla deforestazione per capirne le cause e implementarne i rimedi. Secondo il Global Forest Watch, per esempio, la deforestazione ha effetti devastanti sulla Terra che sta perdendo, ad un ritmo allarmante, i suoi polmoni verdi, con effetti sulla biodiversità, sul clima e sulle comunità indigene.

Cos’è la deforestazione selvaggia

La deforestazione è la riduzione delle aree verdi naturali della Terra causata dallo sfruttamento eccessivo delle foreste. È uno dei principali problemi ambientali del mondo contemporaneo, in quanto, la presenza delle foreste ha un ruolo di fondamentale importanza per l’ecosistema terrestre.

Deforestazione selvaggia cos’è e come fermarla

Deforestazione selvaggia cos’è e come fermarla – Unspalsh foto di ales krivec

Le cause principali della deforestazione

Tra le cause principali della deforestazione c’è l’agricoltura industriale, che raggiunge il 40% nelle regioni tropicali e subtropicali. A confermarlo è l’ultimo Rapporto sullo stato delle foreste nel mondo della FAO, secondo il quale tra il 2000 e il 2010 nei paesi tropicali c’è stata una perdita netta annuale di foreste pari a 7 milioni di ettari. Gli alberi vengono abbattuti per far posto anche ad attività come l’estrazione mineraria e la produzione di petrolio e gas, oppure per motivi commerciali. Un’altra causa è la silvicoltura, una forma di deforestazione temporanea per la ricrescita programmata degli alberi. Poi c’è la shifting cultivation, in questo caso la terra viene bruciata per coltivare prodotti di sussistenza. Tra le altre cause responsabili della deforestazione, ci sono gli incendi e l’urbanizzazione che ha conseguenze non solo ambientali, ma anche economiche, in termini di qualità della vita, per milioni di abitanti delle città.

Le iniziative sostenibili nel mondo: Capsula Mundi per diventare alberi dopo la morte

Come fermare la deforestazione

Per raggiungere questo scopo la Tropical Forest Alliance 2020, un’istituzione finanziata da Paesi Bassi, Norvegia e Regno Unito che riunisce governi e organizzazioni ha suggerito un piano integrato per fermare la deforestazione legata alla produzione di materie prime come l’olio di palma, la carne di manzo, la soia e la polpa e la carta.  Proposta considerata ideale dalla FAO in quanto potrebbe aiutare a bilanciare gli utilizzi del suolo a livello nazionale, subnazionale e paesaggistico. Proprio per questo, per produrre un impatto positivo, è necessario che aumenti la consapevolezza di riduzione del consumo di legno e di utilizzo delle risorse solo di legno rinnovabile munite di certificazione forestale, come il Forest Stewardship Council. Anche se oggi si registra un fenomeno di rimboschimento nei paesi occidentali, dove la superficie verde è aumentata, ciò non risolve le conseguenze della deforestazione causate dalla distruzione delle foreste primarie nei paesi in via di sviluppo.

Le iniziative sostenibili nel mondo: Worldview Impact Foundation

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • A fronte dell’obiettivo, stabilito nel 2009 con il Piano d’Azione per la Prevenzione e il Controllo della Deforestazione in Amazzonia (PPCDAm) di ridurre dell’80% la deforestazione entro il 2020, i tassi di deforestazione sul territorio brasiliano relativi allo scorso anno – sottolineano ancora i firmatari della Lettera – superano del 182% quelli attesi; la deforestazione, dunque, è stata ridotta solo del 44%, non dell’80% stabilito dalla legge, rispetto ai massimi storici dei decenni passati.
  • L’80% della distruzione delle foreste è causata dalla produzione intensiva di materie prime come soia, olio di palma, carne. Le foreste non sono un discount, ma la casa di animali unici che rischiano l’estinzione e di Popoli Indigeni che lottano per difenderle. Per salvare il clima e la biodiversità, dobbiamo salvare le foreste.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Share Post
Written by

Fotografa, scrittrice e designer. Laureata in Scienze Politiche Sociali e Internazionali presso l'Alma Mater Studiorum e specializzata in Marketing e Comunicazione nel settore del fashion e del design a L.UN.A - la Libera Università delle Arti. Ha collaborato con la Caucaso Factory all'opera cinematografica "Lucus a Lucendo. A proposito di Levi" e con ONG come Mani Tese e ActionAid a progetti su temi quali l’Innovazione Sociale, l'Inclusione Sociale e la Sostenibilità. Sperimenta non solo strumenti fotografici e videografici, ma anche diverse tecniche di scrittura, dai reportage ai saggi.