La nuova rete italiana dell’agrivoltaico sostenibile di Enea

Enea con la nuova rete italiana dell’agrivoltaico sostenibile si vuole aprire a imprese, istituzioni, università e associazioni di categoria per condividere il proprio know-how e sviluppare progetti caratterizzati dal connubio tra produzione energetica e agricola.

L’agrivoltaico sostenibile

Nasce la rete italiana dell’agrivoltaico sostenibile. L’Enea dichiara che l’agrivoltaico è un settore dalle caratteristiche uniche in grado di combinare energia, nuove tecnologie, agricoltura e conservazione del paesaggio con benefici in termini di sostenibilità ambientale, economica e sociale. Inoltre, non esiste un solo tipo di sistema agrivoltaico, ma si possono declinare diverse soluzioni a seconda delle caratteristiche dei siti in cui è realizzato l’intervento. Inoltre, l’iniziativa, lanciata e coordinata dall’Enea, mira a connettere  imprese, istituzioni, università e associazioni di categoria per definire  un quadro metodologico dedicato al connubio tra produzione solare ed agricola.

La nuova rete italiana dell’agrivoltaico sostenibile di Enea

La nuova rete italiana dell’agrivoltaico sostenibile di Enea – unsplash foto di andreas gucklhorn

Energia pulita e smart

L’agrivoltaico o agro-fotovoltaico, emerso recentemente, è la soluzione per far crescere l’energia pulita in maniera integrata con il territorio. Per di più, per arrivare ad una capacità produttiva di 2,43 GW e attuare una Rivoluzione verde e la transizione ecologica, il PNRR italiano ha stanziato 1,1 miliardi di euro. In Italia la specificità dei contesti urbani e il carente potenziale di integrazione del fotovoltaico negli edifici, ma anche le incertezze legate al cambiamento bloccano le autorizzazioni. Ciò è vero per la divisione ENEA di Fotovoltaico e Smart Devices. Infatti, secondo quest’ultima, i sistemi agrivoltaici rappresentano una valida risposta. Tuttavia, è necessario definire precise direttive per incoraggiare la diffusione dell’agrivoltaico e sviluppare soluzioni tecnologiche innovative e criteri di progettazione e valutazione delle prestazioni degli impianti.

L’agricoltura innovativa

Il network dell’agrivoltaico sostenibile di Enea

Il network attualmente sta collaborando per definire un quadro metodologico-normativo, stilando una serie di linee guida per la progettazione e valutazione degli impianti e strumenti di supporto decisionale. Inoltre, contribuirà alla diffusione di conoscenze e alla promozione delle eccellenze italiane nei settori delle nuove tecnologie per l’energia rinnovabile, dell’agricoltura e del paesaggio. Inoltre, a livello operativo, l’Agenzia ha costituito un’apposita task force multidisciplinare nell’ambito di due dipartimenti – “Tecnologie energetiche e fonti rinnovabili” e “Sostenibilità dei sistemi produttivi e territoriali” – con la possibilità di utilizzare laboratori, infrastrutture e professionalità pluriennali nei settori delle tecnologie green e dell’agroindustria.

I vantaggi di un’agricoltura sostenibile

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • I giovani di oggi sono molto più sensibili al riscaldamento globale dei loro genitori e dei loro nonni. Tuttavia, il sondaggio mostra che non ci sono differenze molto marcate tra le diverse generazioni. Anche per la maggioranza degli over 60 il cambiamento climatico è un’emergenza globale, precisamente per il 58% di chi ha risposto alle domande.
  • Il cambiamento climaticoè un’emergenza globale per 7 giovani su 10. E l’Italia guida la classifica, insieme alla Gran Bretagna, con l’81%.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Fotografa, scrittrice e designer. Laureata in Scienze Politiche Sociali e Internazionali presso l'Alma Mater Studiorum e specializzata in Marketing e Comunicazione nel settore del fashion e del design a L.UN.A - la Libera Università delle Arti. Ha collaborato con la Caucaso Factory all'opera cinematografica "Lucus a Lucendo. A proposito di Levi" e con ONG come Mani Tese e ActionAid a progetti su temi quali l’Innovazione Sociale, l'Inclusione Sociale e la Sostenibilità. Sperimenta non solo strumenti fotografici e videografici, ma anche diverse tecniche di scrittura, dai reportage ai saggi.