A sud della città del design

Milano è riconosciuta a livello mondiale come simbolo indiscusso del design grazie al Salone del Mobile e alla Design week, ed anche alle innumerevoli iniziative e collaborazioni che si creano attorno a questa città. Ma cosa succede a sud della città del design?

GEOGRAFIA DELLE IMPRESE

La geografia dei distretti produttivi

Per capire come mai tutto ruota intorno a Milano basta dare uno sguardo alla geografia dei distretti industriali italiani. Dal centro-nord al nord Italia c’è un’altissima concentrazione di attività produttive, suddivise per distretti eterogenei, che vanno dall’alimentare al tessile e, appunto, al furniture.

Inevitabilmente la cultura del design nasce e cresce attorno alle realtà produttive. Sono le aziende guidate da imprenditori attenti e lungimiranti che hanno colto il valore aggiunto della collaborazione con i designer che hanno dato inizio alla storia del design italiano e alla fama del Made in Italy nel mondo, ma il design si muove anche a sud.

Il design a sud è quasi sempre legato alle produzioni artigianali, spesso piccole produzioni, ma che con gli anni hanno imparato a guardare sempre più lontano, piccoli centri produttivi del sud diventano luoghi dove sperimentare e confrontarsi con il resto del mondo.

BASILICATA

Come già scritto nell’articolo dedicato alla premiazione del XXV Compasso d’Oro ADI quest’anno per la prima volta nella storia del premio è stato assegnato il primo Compasso d’Oro ad un progetto proveniente dalla Basilicata, assegnato al volume illustrato “MATERA CITYSCAPE – LA CITTÀ NASCOSTA” curato dal designer Leonardo Sonnoli, che racconta Matera attraverso centoquarantotto fotografie di Nicola Colucci. E in Basilicata ad aprile si è svolta anche la prima edizione di Fucina Madre un progetto nato per far conoscere e promuovere i percorsi della tradizione artigiana della Basilicata nel cuore dello scenario dei Sassi di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, Patrimonio dell’Umanità.

Matera cityscape, Compasso d’Oro

PUGLIA

La Puglia, presente anch’essa alle selezioni del Compasso d’Oro con diversi progetti come quelli nati dagli studenti del Politecnico di Bari, il progetto “Made in Carcere” di Luciana Delle Donne, la libreria “CAOS” di Alessandro Guerriero per Officine Tamborrino e il progetto solidale “Da casa nasce Casa” a cura di Cintya Concari e Roberto Marcatti in collaborazione e co-organizzazione con l’azienda KUBICO, cerca di farsi strada nel mondo del design già da molto tempo, partecipando a iniziative sul territorio nazionale ed internazionale e avviando attività private e pubbliche che promuovano la cultura del design come acceleratore di buone pratiche per lo sviluppo economico e sociale. Sono infatti numerose le iniziative promosse in e dalla Puglia per affermare le competenze e le potenzialità sul territorio.

La realtà più consolidata e riconosciuta è quella di Edilportale, Archiproducts e Archilovers, una storia nata nel 2000 a Bari come una piattaforma per far incontrare tutti gli attori del mondo dell’edilizia e trasformata poi in quattro piattaforme online che uniscono persone e prodotti legati all’architettura e al design in tutto il mondo.

Una storia più recente ma ugualmente interessante è quella del Puglia Design Store, un concept store nella centralissima Piazza del Ferrarese, nel cuore del nascente Polo delle arti contemporanee di Bari. Il Puglia Design Store propone una selezione di oggetti che rappresentano l’eccellenza della produzione regionale, nasce come store ma anche come luogo per ospitare mostre ed eventi per approfondire i temi dell’arte e del design.

Puglia design Store, Bari

CALABRIA

In Calabria, giunto alla terza edizione c’è il MATERIA DESIGN FESTIVAL ideato e organizzato da Officine AD, che quest’anno si terrà dal 20 al 23 settembre 2018 in diverse location a Catanzaro. Per la prima volta in Calabria si percorre la strada del design avviando processi di valorizzazione dei prodotti e del territorio che ruotano intorno all’artigianato, al design e alle produzioni industriali. Il tema di MATERIA 2018 sarà “PASTmeetFUTURE” con focus su prodotto, immagine e comunicazione ed ospiti internazionali tra i quali i designer giapponesi, Premio Compasso d’oro, Setsu & Shinobu Ito e la designer francese Isabelle Rigal.

La Calabria e il Sud Italia sono luoghi in cui si vuole capire e conoscere ciò che si fa e si acquista, in cui chi compra in modo consapevole cerca il valore simbolico e identitario di un oggetto. Un oggetto non è mai solamente un oggetto, ma racconta una storia. Attraverso le numerose attività che caratterizzano il nostro format vogliamo raccontare e incidere su questa storia.” (Giuseppe Anania e Domenico Garofalo)

Tra i prodotti esposti nella scorsa edizione FOODgrammer plate di Nine associati.

SICILIA

A Palermo l’appuntamento è dal 26 ottobre al 04 novembre con I-DesignUna manifestazione nata nel 2012 da un progetto di sviluppo culturale ed economico creato per la città di Palermo durante la quale il design e la cultura sono visti nella loro natura di strumenti fondamentali per la trasformazione della società e lo sviluppo economico. Con questa visione I–Design mira alla valorizzazione del design industriale locale, nazionale ed internazionale, per la creazione di nuove occupazioni, formando soprattutto i giovani sulle modalità di fare impresa, aprendo alla riflessione sulla relazione tra situazione locale e globalizzazione. Numerose le iniziative che danno corpo a questo evento, tra esposizioni, mostre e talk, per sviscerare e approfondire tutti i temi legati al design.

Tra i prodotti esposti a I-design Trasparente di Andreas Trenker

Post Tags
Share Post