XXV Compasso d’Oro ADI: il miglior design di oggi

XXV Compasso d’Oro, consegnati al Castello Sforzesco di Milano i più ambiti premi nel campo del design.

Il Premio Compasso d’Oro ADI, istituito nel 1954, è il più antico e più autorevole premio mondiale di design.

Nato nato da un’idea di Gio Ponti, con lo scopo di mettere in evidenza il valore e la qualità dei prodotti del design italiano allora ai suoi albori, per anni organizzato dai grandi magazzini la Rinascente, fu donato all’ADI nel 1958 che da allora ne cura l’organizzazione, vigilando sulla sua imparzialità e sulla sua integrità.

Negli anni sono stati premiati quasi trecento prodotti e selezionati con Menzione d’Onore oltre duemila progetti e assegnate numerose Targhe Giovani, tutti raccolti e custoditi nella Collezione Storica del Premio Compasso d’Oro ADI la cui gestione è stata affidata alla Fondazione ADI, in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e con la Soprintendenza Regionale.

I prodotti premiati vengono scelti grazie all’attività di preselezione dell’Osservatorio permanente del Design di cui fanno parte critici, storici, designer e giornalisti, soci ADI e non, impegnati nel raccogliere informazioni e nel  valutare e selezionare i migliori prodotti i quali vengono poi pubblicati negli annuari ADI Design Index.

Ogni due anni una giuria internazionale seleziona tra gli oggetti segnalati negli annuari dell’ADI Design Index del biennio precedente quelli a cui assegnare il premio Compasso d’oro.

XXV Compasso d’Oro ADI

In questa edizione 2018 del XXV Compasso d’Oro la Giuria Internazionale ha vagliato 283 prodotti, dei quali soltanto 16 hanno ricevuto il più prestigioso premio consegnato durante la cerimonia tenutasi ieri al Castello Sforzesco di Milano.

La Giuria ha anche assegnato 56 Menzioni d’onore e 11 premi Compasso d’Oro alla carriera, assegnati dall’ADI a personaggi e aziende di primissimo piano nel panorama contemporaneo del design italiano e internazionale, oltre ai 3 premi e ai 10 attestati di merito della Targa Giovani, assegnati a progetti realizzati nelle scuole universitarie di design italiane da giovani agli inizi della carriera. In questo ambito l’importante riconoscimento è stato assegnato a CARONTE, tesi di laurea triennale dell’Università degli Studi della Repubblica di San Marino, ai progetti DISSALATORE DI EMERGENZA e ROCKY tesi di laurea triennale del Politecnico di Milano – Scuola del Design,  e come Menzione d’Onore a progetti provenienti, tra le altre, dall’Università  Sapienza di Roma e al Politecnico di Bari, ulteriore conferma che la qualità della formazione in ambito del design è altissima in tutta in Italia.

Sfoglia l’elenco dei  vincitori sul sito dell’ADI

 

Primo Compasso d’Oro in Puglia & Basilicata

Il Compasso d’Oro si conferma un importante traguardo per aziende e designer in tutta Italia, un esempio è l’assegnazione del primo Compasso d’Oro ad un progetto proveniente dalla Basilicata, assegnato al volume illustrato “MATERA CITYSCAPE – LA CITTÀ NASCOSTA” curato dal designer Leonardo Sonnoli, che racconta Matera attraverso centoquarantotto fotografie di Nicola Colucci.

In questo ha grande rilievo il lavoro delle Delegazioni ADI su tutto il territorio italiano e lo scouting delle commissioni territoriali ADI Index che hanno lo scopo di diffondere la cultura del design e far emergere i progetti più interessanti nel panorama del design italiano, attraverso le numerose attività messe in atto e il continuo confronto con le Istituzioni e le Università.

 

Il Compasso d’Oro alla Stazione Centrale

Al termine della cerimonia si è inaugurata anche la mostra che mette in vetrina Compassi d’Oro, Menzioni d’Onore e le selezioni degli ultimi due ADI Index, in programma fino al 26 giugno. L’esposizione è ospite del Cortile della Rocchetta di Castello Sforzesco ed è arricchita da un’installazione firmata dai ragazzi della Scuola di Arti Visive Ied.

In parallelo, alla Stazione Centrale di Milano, un’antologia per immagini del Compasso d’Oro ADI e della sua storia, nel tempo e nella geografia italiana, accoglie i viaggiatori. L’installazione, a cura di Perla Gianni Falvo e Antonella Minetto, è un breve percorso tra pannelli che propongono le immagini di oggetti premiati nella storia recente del Compasso d’Oro ADI.

L’installazione si trova nell’atrio del piano terreno, presso l’ex “Biglietteria Ovest” della stazione: resterà ad accogliere i viaggiatori fino al 26 giugno, come un’introduzione alla mostra del XXV Compasso d’Oro ADI al Castello Sforzesco.