Paesi fantasma in Italia: ecco, i più belli

L’Italia è il Paese più bello del mondo, colmo di tradizioni, cultura e storia. Ma anche di tanti bellissimi paesi fantasma, che devono essere visitati almeno una volta.

Uno dei Paesi più belli al mondo, l’Italia, quello stivale pieno di cultura, tradizioni e tanta storia. Ma non solo, anche di tantissimi paesi fantasma, che pochi conoscono, ma che dovrebbero essere visitati almeno una volta nella vita.

I paesi fantasma più belli d’Italia

L’Italia, solo al nome, viene la pelle d’oca. Quel Paese che parla di tradizioni, di storia, buon cibo e tante vecchie storie. Che ospita città meravigliose e scorci mozzafiato. Quel luogo tanto sognato dai turisti stranieri, che vogliono passare le loro vacanze estive, ma anche invernali. Così tanti piccoli paesi da visitare, tante belle città da vedere, che a volte di perde proprio la concezione del tempo e dello spazio. Anche se, al di là delle bellissime cittadine conosciute, da Milano a Roma, passando per Firenze, esistono anche tanti piccoli villaggi sconosciuti. Luoghi in cui, il tempo, sembra essersi fermato, quasi come in un sfera di vetro. Ecco, tutti i villaggi sconosciuti più belli da visitare almeno una volta nella vita:

Frattura vecchia

Una piccola frazione di Scanno, una cittadina in Abruzzo. Città che prende il nome alla lacerazione che venne aperta al Monte Genzana durante l’epoca preistorica. Nel lontano 1915, il terribile terremoto della Marsica, proovocò una grande e nuova frattura che distrusse la città. Quindi, un piccolo villaggio, in cui tutto attorno vi sono case di pietra diroccate, le quali sono avvolte da molta vegetazione. Si consiglia di visitarla nel periodo autunnale, in cui la vegetazione si trasforma e prende i colori dell’autunno. Luogo che è stato scelto per il film “Uomini e lupi”.

Paese

Paesi fantasma in Italia: ecco, i più belli – Pexels di Pixabay

Fabbriche di Caregine

Un nome molto particolare, in Toscana, che deriva da una storia passata, in cui in questa piccola cittadina si produceva ferro. Ma dopo poco decadde e venne trasformato in un bacino idroelettrico, durante il regime del fascismo. Tutto ciò portò alla costruzione di una grande diga e anche il sempre più graduale inabissamento del borgo. Che poi, venne riportato alla luce altre quattro volte, nel 1958, 1974, 1983, 1994. Sono stati migliaia i curiosi che nel tempo si sono recati nel luogo per poter assistere al risveglio del villaggio quasi sommerso. Da lì, nacquero tante storie e superstizioni popolari, infatti, furono proprio gli antichi abitanti del luogo che raccontarono alcune storie. Nelle notti di luna piena, si sentivano ancora i rintocchi del vecchio campanile. Una specie di richiamo, che le anime abitati del paese, lanciavano ai vivi.

Craco

Un altro gioiellino che l’Italia nasconde nel suo bagaglio, nel pieno cuore della Basilicata, ecco il villagio di Craco. Tra monti e mare, un luogo dimenticato dal mondo ed evacuato nel lontano 1963 dopo una frana terribile. Ma la vera stangata la sentii dopo, quando iniziarono a parlare di arcane entità, che aleggiavano nelle case disabitate. In cui potevano sentirsi forti grida e voci sussurate. Un’aura soprannaturale, che rese il tutto sempre più interessante, soprattutto per i turisti.

Villaggio

Paesi fantasma in Italia: ecco, i più belli – Pexels di Pixabay

Galleria Antica

Un luogo fondato dagli Etruschi, il quale sorge su uno sperore a strapiombo direttamente sul fiume Arrone. Nel cuore del Lazio, una città fortificata, che nel tempo vide la sua gloria con la dominazione degli Orsini. Anche se oggi, di tutta quella gloria, ne rimangono solo le case, piuttosto diroccate e sgretolate. Un mistero e tante storie che si narrano, infatti, viene detto che, nel lontano XVIII secolo, tutti i suoi abitanti iniziarono senza motivo a morire, uno dietro l’altro. Tutte quelle morti, che provocarono un terribile tracollo demografico del villaggio. Ad oggi, viene detto che, la causa potrebbe essere stata la malaria, ma nessuno potrà mai confermarlo con certezza assoluta.

Gairo Vecchio

Un altro borgo dimenticato dal mondo, distrutto negli anni cinquanta del ‘900 da una terribile alluvione. Un paese fantasma nel cuore della Sardegna, un angolo molto suggestivo dell’isola. Dopo quella terribile alluvione, il paese risultò poco sicuro e tanti decisero di abbandonarlo. Così iniziò l’abbandono vero del luogo, fino a rimanere vuoto con case diroccate.

Borgo

Paesi fantasma in Italia: ecco, i più belli – Pexels di Nico Becker

Ischiazza

Un borgo dimenticato, che racconta tante belle storie. Si trova nel cuore del Trentino Alto Adige, un luogo tra le bellissime montagne della zona. Tutte le abitazioni sono state abbandonate dopo una terribile alluvione nel lontano 1966. Un orrendo fiume di fango e detriti ha colpito la Val di Cembra. Sono rimasti solo i ruderi di quel vecchio borgo.

Bussana Vecchia

Un altro borgo dimenticato, uno dei paesi fantasma, che racconta ancora tantissime belle storie. Una frazione collinare nel bellissimo Comune di Sanremo. Colpita nel 1887, da un terribile terremoto. Solo poi negli anni 50 divenne la città degli artisti sia italiani, che stranieri.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Secondo i dati delle Nazioni Unite, in Italia ci sono ben 60.461.826 persone.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Condividi su
Scritto da

Scrittrice, redattrice e agente immobiliare. Esperta del settore casa e sostenibilità. Specializzata in progettazione di giardini e laureata in Comunicazione. Da sempre, scrive e parla di arredamento, case e giardini. Amante del mondo vintage, country e in particolare, dell'arredamento antico inglese.