Intervista a Valentina Ratti: il benessere all’epoca dell’evoluzione digitale

Benessere all’epoca dell’evoluzione digitale: intervista a Valentina Ratti

Valentina Ratti è una Personal Trainer ed osteopata che utilizza il mondo digitale per insegnare, consigliare ed appassionare il suo pubblico al mondo del benessere, dello sport e dell’alimentazione. Grazie alle sue sessioni di allenamento online, disponibili grazie all’innovativa piattaforma Virgin Active Revolution, ed all’utilizzo dei social network per la condivisioni di “Pillole sullo stile di vita ed il benessere” riesce ad avvicinare, allenare e motivare un ampio e vario pubblico.

Habitante l’ha incontrata per avvicinarsi e scoprire il mondo del benessere all’epoca dell’evoluzione digitale.

Com’è cambiato il modo di allenarsi degli abitanti durante la pandemia e quali, secondo te, sono stati i vantaggi e gli svantaggi causati dal lockdown?

Sicuramente la pandemia ha accelerato l’evoluzione verso un mondo più digitale. Personalmente condividevo già contenuti sul web e anche Virgin Active, con cui collaboro, aveva avviato alcuni progetti volti a lavorare nel settore dell’online. Ovviamente, la situazione ha modificato la nostra quotidianità e con esso anche il modo di vivere lo sport.

Il lavoro che ho svolto nel periodo di lockdown e che continuo a volgere tutt’ora è sicuramente diverso. Mi manca il contatto con la gente ma allo stesso tempo ho la possibilità di registrare in orari più comodi e di dare la possibilità a chi sta dall’altro lato dello schermo di allenarsi quando lo desidera.

L’insegnamento è sicuramente più impegnativo. Non avendo davanti l’allievo, infatti, è necessario immaginare quali possono essere gli errori più comuni e mostrare al meglio ogni movimento.

Poi, molte persone grazie alla pandemia hanno avuto la possibilità di avvicinarsi al mondo dello sport, avendo la possibilità di allenarsi da casa e, perché no, di scoprire nuove discipline.

Chi si è allontanato dal mondo dello sport e del benessere, invece, probabilmente lo ha fatto per una principale mancanza di stimoli e del contesto palestra. Inoltre, ci può essere stata una demoralizzazione causata dalla situazione che ha portato ad un minor impegno.

Benessere all’epoca dell’evoluzione digitale

Intervista a Valentina Ratti: il benessere all’epoca dell’evoluzione digitale – Concessione di Valentina Ratti

Come mai l’alimentazione degli italiani in pandemia è cambiata e cosa si può fare per ricominciare a seguire una dieta sana ed equilibrata?

Sono moltissimi coloro che in pandemia hanno “mangiato male”. Questo può essere dovuto dal lavoro da casa, dalla noia e dalla voglia di passare il tempo oppure dal desiderio di tornare a godere di tutto ciò che prima si gustava fuori dalle mura domestiche come, ad esempio, un pizza.

Ovviamente questa nuova alimentazione ha creato una sorta di circolo vizioso che ha portato molte persone a perdere le proprie vecchie e sane abitudini alimentari.

Per questo, è necessaria una rieducazione ad una sana alimentazione. Per iniziare è fondamentale comprendere che con il termine “sana alimentazione” non si intende rinunciare a tutto o patire la fame. Mangiare bene non significa imporsi troppe restrizioni, magari con l’arrivo dell’estate per la “prova costume”.

Sicuramente, poi, un primo passo può essere quello di affidarsi ad un professionista perché ciascuno di noi ha bisogno di un’alimentazione ad hoc. Un vero e proprio investimento fatto su se stessi e per il proprio benessere.

Per chi non ha la possibilità di affidarsi ad un esperto, invece, è possibile migliorare la qualità della propria alimentazione. Per farlo sicuramente è bene:

  • Evitare i cibi confezionati ed il fritto.
  • Fare più pasti durante la giornata, evitando una fame eccessiva.
  • Limitare, senza privarsi.
  • Comporre ogni piatto con i tre principali macronutrienti.

Prendersi cura del proprio benessere in casa

Con la tua gravidanza nasce il progetto “Fit Mom”. In che cosa consiste e come può sostenere le donne in gravidanza?

Il progetto “Fit Mom” nasce dalla mia esperienza della gravidanza. L’obiettivo dell’intero percorso è quello di favorire il benessere di corpo e mente delle donne in gravidanza.

Le lezioni virtuali si suddividono in cinque stagioni. Nella prima stagione si va a fare un’introduzione agli allenamenti. Successivamente, la seconda, la terza e la quarta stagione trattano rispettivamente l’allenamento del primo, secondo e terzo trimestre di gravidanza. Mentre l’ultima affronta la fase post partum.

Le classi durano mediamente trenta minuti ed hanno come obiettivo principale quello di allenare e sostenere le donne nella riscoperta del proprio corpo.

Le discipline proposte sono Pilates, Yoga, Posturale e Tonificazione: tutto ciò che serve alla futura mamma per trovare un nuovo equilibrio sia fisico che mentale.

Infine, nell’ultima stagione si punta a rassicurare e comprendere, aiutando le donne a ritornare a sentirsi bene con se stesse ed il proprio corpo. Questo è possibile grazie ad una rieducazione che parte dalla muscolatura più profonda.

Il potere della suggestione nello sport. Il convincimento grazie allo yoga

Benessere all’epoca dell’evoluzione digitale: quando nasce la tua passione per questo mondo e quali sono i tuoi progetti futuri o i tuoi sogni nel cassetto?

Il mio percorso inizia da bambina. Ho sempre praticato sport, in particolare nuoto e ciclismo.

Crescendo ho provato tanti sport, iniziando la mia esperienza in palestra. Lì ho avuto modo di vivere e scoprire un ambiente che mi ha appassionato.

Principalmente mi sono laureata nella facoltà di Scienze Motorie proprio con l’obiettivo di lavorare in un centro fitness, coinvolgendo persone ed allenandole.

Ad oggi sono specializzata in Pilates, Allenamento Funzionale e Yoga.

Per quando riguarda il mio avvicinamento al mondo dell’osteopatia, invece, tutto è iniziato dopo un trattamento eseguito da un collega. Da lì ho compreso quanto questo mondo fosse importante per la prevenzione ed il benessere.

Se ho dei sogni nel cassetto? Sì. Mi ha sempre affascinato il mondo dell’alimentazione e mi piacerebbe specializzarmi proprio in questo settore. Questo mi permetterebbe ampliare la mia conoscenza, restando sempre in tema benessere.

Non nego, infine, che un domani mi piacerebbe continuare a lavorare da casa, riuscendo, così, a viaggiare.

Habitante ringrazia Valentina Ratti per la disponibilità e per le preziose pillole sul mondo del benessere.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Dottoressa in Scienze dell'Educazione e della Formazione