Cosa fare a Ferragosto 2022 in Molise: tutti gli eventi

Il Molise sebbene sia una piccola regione italiana non manca di posti che vale la pena vedere. In particolare per il giorno di Ferragosto in Molise sono tanti gli eventi organizzati per l’occasione su tutto il territorio.

La regione Molise presenta un territorio per il 55% montuoso e per il 45% collinare con un breve tratto litorale che affaccia sul Mar Adriatico. Cultura, arte e biodiversità la fanno da padrone per un Ferragosto in Molise 2022.

Ferragosto in Molise all’insegna della cultura

Per il Ferragosto in Molise si prevede un “Mare di Cultura”. Il lungo weekend festivo, dal 13 al 15 agosto, vede musei, monumenti, palazzi, ville, castelli, parchi, aree e siti archeologici aperti ai visitatori oltre gli orari consueti. In particolare sarà possibile visitare:

  • Museo Sannitico di Campobasso
  • Castello di Capua Gambatesa
  • Museo della città e del territorio ed Area archeologica di Altilia-Saepinum Sepino
  • Castello Angioino Civitacampomarano
  • Museo Palazzo Pistilli di Campobasso
  • Santuario Italico Pietrabbondante
  • Museo Nazionale del Paleolitico di Isernia
  • Museo archeologico di Santa Maria delle Monache di Isernia
  • Complesso monumentale di San Vincenzo al Volturno Castel San Vincenzo
  • Museo Nazionale di Castello Pandone Venafro
  • Museo Archeologico Venafro.

Prodotti biologici in Molise: le principali 10 aziende bio molisane

Percorsi di trekking ed escursioni

Per coloro che, invece, preferiscono un Ferragosto più attivo e avventuroso il Molise offre una serie di validissime opzioni. Dal punto di vista naturalistico il territorio molisano consente di immergersi in una natura a differenti quote a seconda del proprio gusto. Le attività che si possono svolgere sono davvero tante, dalla bici alla canoa, dal trekking someggiato che prevede l’affiancamento degli animali da soma al classico trekking a piedi. Ciò che si palesa alla vista di chi opta per questo tipo di vacanza sono: suggestive cascate, torrenti, distese d’acqua e borghi medievali arroccati sulle montagne. Ecco nel dettaglio alcuni percorsi ed esperienze.

Ferragosto in Molise

Cosa fare a Ferragosto 2022 in Molise: tutti gli eventi – PIXABAY

Ferragosto in Molise: trekking alle cascate di Carpinone

Carpinone è un borgo medievale situato nell’Alto Molise, caratteristico poiché i centro storico è circondato da due antiche cinte murarie. Ciò che rende unico questo posto è la natura incontaminata che lo avvolge. Facendo trekking in questa zona si possono vedere le cascate di Carpinone e la cascata Schioppo. Per quanto riguarda la prima si tratta di due cascate parallele che nascono dall’unione di due fiumi, il Carpino e il Tura. Mentre la cascata Schioppo è più piccola e interamente naturale e nasce dal fiume Tura. Il consiglio è quello, una volta giunti alla meta, di fermarsi a consumare un pranzo a sacco per godere del meraviglioso panorama, sempre nel rispetto dell’ambiente.

Le chiese più belle del Molise

Canoa sul lago Matese

Nel Parco Nazionale del Matese l’attività principale, e anche più caratteristica, da svolgere per immergersi completamente nel contesto naturale è fare canoa sulle piatte acque del lago Matese. Se il trekking implica un minimo di preparazione pregressa questo tipo di attività è accessibile a tutti, anche a coloro che lo fanno per la prima volta. Questo poiché le imbarcazioni usate sono sicure e con qualche piccolo consiglio il tutto si svolge in piena sicurezza. Arrivati al centro del lago il panorama e le sensazioni che si proveranno saranno davvero uniche. Il senso di pace e il silenzio contribuiranno a lasciare un ricordo indelebile di questa esperienza.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Sebbene le località di mare quelle principalmente scelte dagli italiani per le proprie vacanze, da qualche anno a questa parte sono in molti coloro che si avvicinano ad una natura un po’ più selvaggia. Secondo l’Isnart, l’Istituto Nazionale Ricerche Turistiche, nel 2020 il trekking è stata l’attività preferita degli italiani con una percentuale pari al 39%. Tra le motivazioni alla base di questa scelta vi sono: la ricerca di benessere fisico e psicofisico (43%) il desiderio di stare all’aria aperta (22%) e infine la volontà di rifugiarsi in luoghi più freschi e sfuggire alla calura (15%).

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Biologa