Vai al contenuto
Impianto elettrico

Impianto elettrico e idraulico in casa: quanto costa rifarlo?

Condividi L'articolo su

Molte volte si ha la necessita di modificare o addirittura cambiare l’impianto elettrico e idraulico di casa. Ed è molto importante conoscere quanto tempo può impiegare e quanto possa venire a costare.

Rifare o aggiustare un impianto elettrico e idraulico, non è una passeggiata, nè di tempo nè economica. Infatti, è molto importante conoscere il tempo da impiegare e il denaro da impiegare.

Impianto idraulico ed elettrico in casa

Solitamente, si sa, un impianto idraulico in casa non dura più di trent’anni e deve essere per forza modificato o addirittura cambiato del tutto. I lavori in una casa sono sempre tanti e troppi a volte, tra giardino, impianti, attacchi e serramenti. Un padrone di casa non finisce quasi mai di imparare, perchè c’è sempre qualcosa di nuovo da valutare e conoscere. Solitamente un impianto non dura più di trent’anni e per comprendere se, le tubature possono essere ancora efficienti è importante conoscere vari aspetti. Eccone alcuni:

  • Per esempio, per sapere se vogliamo valutare se le tubature sono ancora affidabili o meno. Basta osservare come l’acqua sorga dai rubinetti.
  • Se l’acqua assume un colorito simil amrrone, questo potrebbe significare che i vari tubi sono piuttosto vecchi e da cambiare. E quindi vi sono dei materiali ferrosi che rilasciano il colore e sostanze dannose all’uomo.
  • Poi, per capire invece se un impianto elettrico è ancora buono oppure no, solitamente si consiglia di verificarne l’efficienza dopo vent’anno d’uso. Ma solitamente, quelli presenti da più tempo potrebbero anche non essere in linea con le attuali normi vigenti in Italia, a tema sicurezza.
Impianto
Impianto elettrico e idraulico in casa: quanto costa rifarlo? – Pexels di Binyamin Mellish

Quanto costa rifare un impianto elettrico e idraulico senza rompere alcun muro o pavimento?

Spesso e volentieri si vogliono effettuare vari lavori che possono solo che rattoppare la situazione per un periodo non lunghissimo. E a volte si fa, perchè si vuole semplicemente non spendere troppo denaro e quindi si applicano tutti quei rattoppi non troppo invasivi, che non fanno che allungare il problema nel tempo senza motivo. Infatti, questo approccio potrebbe essere un grave errore compiuto dal padrone di casa, perchè molte volte si vanno a spendere troppi soldi in rattoppi senza senso. Se spesso scatta il salvavita o si verificano continui sbalzi di correnti non giustificati, oppure vecchie prese che si surriscaldano, ecco che occorre sempre intervenire subito. Solitamente il costo di un impianto idraulico può variare a seconda di tutti i punti d’acqua presenti in casa. Quindi, per un appartamento di circa 100 mq con ben sette punti d’acqua si aggira attorno a 5 mila euro.

Un metodo molto innovativo per ristrutturare le tubature

Un metodo che viene spesso utilizzato soprattutto in Nord Europa, che da tempo viene utilizzato. Infatti, esiste un modo molto innovativo per poter ristrutturare le tubature di casa senza distruggere tutto. Si tratta del relining, in cui viene solitamente utilizzato un composto plastico che è molto resistente ai avri attacchi di agenti chimici. Grazie a questo materiale, i tubi verranno rivestiti all’esterno, quindi si va a risanare grazie ad un’applicazione di più vari strati. Così, non si va a rompere nulla e non incorrà in alcun rischio di rottura dei vecchi impianti. Il materiale è anche costituito da poliestere molto rinforzato con tanto di fibra di vetro. Così, induredosi, il poliestere potrà diventare un nuovo tubo dentro l’altro. Così questa nuova tipologia di impianto potreebbe anche durare fino a cinquant’anni, in generale il costo si aggira intono ai 30 euro  a seconda del metro quadro.

Idraulico
Impianto elettrico e idraulico in casa: quanto costa rifarlo? – Pexels di Heiko Ruth

 

Come si mette a norma un impianto elettrico?

Inoltre, un altro importante aspetto legato ala ristrutturazione degli impianti elettrici e idraulici, come metterli a norma. Infatti, sono domande che spopolano in rete, tutti vogliono conoscere tutti i parametri da rispettare per poterlo mettere a norma. L’impianto può essere messo a norma anche incollando al muro dei natri conduttori biadesivi, che in teoria, dovrebbero essere poi stuccati e anche tinteggiati per poterli confondere con il muro. Per avere sicuramente un impianto del tutto a norma, sia elettrico, che idraulico, è fondamentale rivolgersi ad un professionista per poter conoscere ogni singolo particolare importante per renderlo a norma e in sicurezza per tutta la famiglia che ci vive.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Secondo i dati rilevati da ANSA, il settore arredo bagno italiano, vale ben 2,7 miliardi di euro. Questo è tutto ciò che è emerso dall’assemblea annuale del 2019, sull’arredo bagno. Il 2018 è stato un anno di vero boom per questo settore, che a volte non viene considerato così tanto, ma è un settore che va avanti con numeri molto positivi in questi ultimi anni. Un produzione di settore a livello europeo, di tutto rispetto, con prodotti di altissima qualità e di design, sopratutto in Italia, un Paese di eccellenze anche in questo settore.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Condividi L'articolo su

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Seguici su

Cerchi ispirazione?

Iscriviti alla nostra newsletter

News