Una vita off-grid: case senza rete per vivere in maniera sostenibile

Vivere una vita off-grid è possibile grazie alle innovative abitazioni scollegate da ogni rete e a emissioni zero. Scopriamo queste case green.

Smart home e sostenibilità: la casa intelligente aiuta a ridurre e monitorare i consumi

Vita off-grid: ecco com’è

Le case off-grid nascono per permettere di vivere “scollegati”. Infatti, questa tipologia di abitazione nasce per sostenere il nostro pianeta, risparmiando.

Qui, non esiste alcun tipo di rete: gas, fogna, internet ed elettricità sono un miraggio per chi conduce una vita off-grid. Le strutture create seguendo questo principio sono completamente autonome e a zero impatto ambientale.

Una casa senza reti, poi, non inquina e prende dalla natura solamente la pioggia, il sole e il vento. Dunque, in questi ambienti si ricava l’acqua necessaria grazie alla creazione di un pozzo e si sfruttano le risorse naturali per godere di energia.

Un materiale molto utilizzato per la costruzione di queste case è il legno e, molto spesso, vengono inseriti dei pannelli solari.

L’idea di creare delle abitazioni scollegate dalle reti nasce negli anni Settanta in Germania, ma il progetto viene realizzato per la prima volta in America. Infine, questa idea rivoluzionaria si è diffusa in tutto il mondo ricevendo moltissimi consensi, proprio per la sua sostenibilità.

vita off-grid - case

Una vita off-grid: case senza rete, per vivere in maniera sostenibile – Immagine di Unsplash di ferdinand stohr

I principi fondamentali

Ma è davvero comodo vivere all’interno di una casa off-grid? La risposta è sì.

Questa tipologia di abitazione permette il massimo comfort grazie ai materiali di costruzione, quali legno, argilla, paglia, ecc. Inoltre, tra i principi fondamentali di queste case scollegate troviamo la presenza di:

  • materiali naturali
  • energia eolica e solare
  • trattamento e raccolta di acqua 
  • raffreddamento e riscaldamento solare e termico

In una casa off-grid è possibile ricavare calore direttamente dai pannelli solari, riscaldando ogni ambiente. Grazie ai materiali naturali, poi, queste strutture non inquinano e con la loro conformazione permettono di raccogliere l’acqua piovana utile per il proprio fabbisogno, per la produzione di cibo e per il sistema termico.

Infine, tutta l’energia prodotta è rinnovabile e può essere immagazzinata e conservata grazie a delle batterie, per avere tutto il necessario al momento del bisogno, conducendo una vita confortevole a zero emissioni.

Giovani alla ricerca di nuovi orizzonti. Tra sostenibilità ed innovazione

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Secondo le ricerche dell’Osservatorio sulla Casa per il 31% degli intervistati è importante avere una casa smart. Inoltre, il 22% ritiene di possedere un’abitazione abbastanza smart.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Dottoressa in Scienze dell'Educazione e della Formazione