Come vivere in autosufficienza in città

Certamente è più facile per chi abita in campagna organizzarsi in uno stile sostenibile e basato sull’autosufficienza. Con qualche piccolo trucchetto possiamo vivere la nostra voglia di essere parte della natura, anche in un centro urbano. Come vivere in autosufficienza in città? La risposta è semplice, scopriamola in questo articolo.

Calcoliamo il nostro budget

Per prima cosa è necessario mettersi a tavolino e ragionare su alcuni aspetti, partendo da quello economico fino al pratico. Stimiamo un budget funzionale ai nostri bisogni in base alle entrate fisse che abbiamo. Tolte le spese mensili (affitto/mutuo, rata della macchina, abbonamenti ai mezzi ecc…), fissiamo una cifra da mettere da parte come fosse un fondo risparmio. Sulla base di ciò che avanza, possiamo costruire la nostra economia domestica e capire quali siano le scelte giuste da fare.

Vivere in città in modo sostenibile

Come vivere in autosufficienza in città – FotoHelin per shutterstock

Abituarsi all’autosufficienza laddove possiamo farcela da soli

Spesso per comodità scegliamo di commissionare piccoli lavoretti a terzi, anche se avremmo le capacità di farlo. Se ad esempio dobbiamo cambiare la lampadina dell’auto, possiamo acquistarla e provare a montarla da soli guardando le istruzioni sul libretto della macchina. Probabilmente avremo impiegato circa una mezz’ora, ma risparmiato circa 20 euro di manodopera. Grazie alla crescita esponenziale dei tutorial possiamo imparare a fare da soli molte cose, basta avere un po’ di tempo e pazienza, insieme alla voglia di imparare qualcosa di nuovo. Chiaramente, ci sono dei limiti oltre i quali è necessario rivolgersi ai professionisti del mestiere, quindi non ci dilettiamo in lavori troppo tecnici o pericolosi.

Abbiamo un balcone? Organizziamolo per coltivare in autosufficienza

Abbiamo parlato in molti articoli di come organizzare un balcone trasformandolo in un piccolo orto, sul quale coltivare piccole verdure seguendo le stagioni. Possiamo utilizzare molti materiali di recupero per creare delle mini serre in cui far crescere le piante aromatiche. Se abbiamo dei terrazzi grandi, allora possiamo ampliare le vedute e coltivare pomodori di varietà diverse, peperoncino, fagioli e barbabietole. Sarebbe meglio fare delle ricerche prima di scegliere cosa coltivare sul proprio balcone anche in base all’altezza del condominio, la luce e l’orientamento.

Come costruire una serra fai dai te: idee e consigli

L’autoproduzione dei prodotti da forno, il segreto è dividere in porzioni e congelare

Certo che scendere in panetteria e trovare il pane già pronto è comodo, ma se facciamo i conti possiamo risparmiare molto producendo noi i prodotti da forno. Approfittiamo delle giornate piovose e fredde per esprimere tutta la nostra fantasia creando pane, focaccia, brioches e tutto quello che possiamo cuocere nel nostro forno. Il segreto è dividere in porzioni adeguate e mettere nel freezer, per poi scongelarle al bisogno. In questo modo non rischiamo di rimanere senza pane o pizza e saranno sempre a nostra disposizione!

Obbiettivo riciclo – recupera gli oggetti che non utilizzi più e dagli nuova vita

Lo sapevi che le vecchie caffettiere possono diventare dei bellissimi vasi per delle piccole piante? E che i contenitori delle uova posso diventare delle piccole serre? Gli pneumatici possono rinascere come splendidi porta piante coloratissimi o altalene fai da te. Tutto può rinascere, tutto può essere impiegato in un secondo ruolo, è sufficiente pensare prima di aprire il bidone della spazzatura e metterci tutta la creatività di cui disponiamo. Se non sappiamo dove prendere ispirazione, sicuramente i nostri nonni ci verranno in soccorso.

idee per vivere in modo sostenibile in città

Come vivere in autosufficienza in città – fonte Canva

Scegliamo il mezzo di trasporto più economico e sostenibile

Muoversi in città è spesso fonte di grande stress, e per molti lavoratori la mattina parte già con il piede sbagliato. Chiusi nel traffico, in ritardo, respirando gas di scarico. Ecco, questo è quello che dobbiamo evitare per poterci definire cittadini attenti alla sostenibilità. Le scelte sono molte, partendo dai mezzi pubblici che sono una scelta sicuramente utile, tuttavia anche loro restano impiantati nel traffico a scapito dei passeggeri. Allora tiriamo fuori le biciclette e approfittiamo del bonus monopattino elettrico. Purtroppo le città italiane non hanno ancora creato una mappa stradale per i mezzi a due ruote come nel nord Europa. Se però gli abitanti sceglieranno sempre di più i trasferimenti green, prima o poi i nostri ingegneri saranno costretti a rivedere la viabilità per dare spazio e sicurezza a chi sceglie di vivere ecosolidale al 100%.

Come realizzare vasi con il riciclo creativo per la primavera

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • In media una famiglia italiana di quattro persone consuma circa 5 kg tra frutta e verdura a settimana. Tradotto in cifre, sono circa 2080 euro all’anno. Per risparmiare si possono comprare gli ortaggi in cassette e dividerle con il vicinato, così da acquistare grandi quantità risparmiando sul trasporto.
  • Se dedichiamo la nostra vita al risparmio consapevole, possiamo risparmiare circa il 30% all’anno, cifra che ci permette di aggiungere degli extra durante l’anno, oppure di aumentare il nostro libretto dei risparmi.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Post Tags
Share Post
Written by

Appassionata da sempre di animali, con il sogno di vivere in mezzo a loro, credo negli alberi e nella magia del bosco, credo alle mani forti e gli occhi pieni. Camminare scalza nei prati è una delle mie più grandi passioni. Scopro il mondo della cinofilia nel 2016, e inizio un percorso di formazione che è ancora in atto. Proprio grazie ai cani, incontro Sonia Carrera e le sue adorabili spitz, e così nasce la collaborazione con Habitante, grandissima fonte di ispirazione e spinta a mettermi in gioco.