Vai al contenuto
Robot aspirapolvere

Pulizie 2.0: il Robot aspirapolvere rende la cura della casa più smart ed efficiente

Condividi L'articolo su

Per molti italiani la pulizia della propria casa è diventata un impegno difficoltoso a cui riescono a dedicare sempre meno tempo. Gli impegni lavorativi pressanti, la vita frenetica, la stanchezza e la voglia di dedicare il tempo libero al relax e alle proprie passioni, hanno reso le pulizie un vero e proprio peso che incombe regolarmente.

Per sostenere le persone in questo compito obbligatorio e aiutarle a rendere le faccende domestiche più divertenti e piacevoli, sono nati i robot aspirapolvere. Si tratta di dispositivi intelligenti piccoli e compatti in grado di pulire autonomamente i pavimenti, permettendo alle persone di risparmiare tempo e fatica, senza rinunciare alla pulizia di casa.

Robot aspirapolvere: cosa sono e come funzionano

I robot aspirapolvere sono piccoli dispositivi che, tramite ruote meccanizzate, si muovono attraverso gli ambienti domestici senza urtare contro gli ostacoli.

Grazie ai sensori di cui sono dotati, vanno infatti a rilevare pareti, mobili, scale e tutti gli oggetti presenti nella stanza, evitando danni accidentali e collisioni.

Alcuni robot aspirapolvere sono dotati di funzionalità di mappatura. Questo significa che possono creare una mappa virtuale dell’ambiente domestico che gli consente non solo di pulire in modo più efficiente, evitando di passare più volte sullo stesso punto, ma anche di suddividere le diverse stanze e di scegliere quale pulire e quale evitare.

Sono costruiti con spazzole rotanti che aspirano e raccolgono polvere, peli di animali domestici e altri detriti presenti sul pavimento. Non solo: i modelli più recenti sono sviluppati per riuscire ad aspirare anche i liquidi e per pulire con acqua e vapore.

I robot aspirapolvere più moderni hanno capacità di programmazione (possono essere impostati per avviare automaticamente la pulizia) e connettività Wi-Fi che permette il controllo, la gestione e il monitoraggio delle attività anche da remoto, con notifiche sullo stato del robot su smartphone, tablet o computer.

Robot aspirapolvere
Canva

Robot aspirapolvere: come scegliere il modello giusto

Il mercato offre ormai una consistente varietà di proposte se si intende acquistare un robot aspirapolvere, ma ci sono alcuni fattori chiave da considerare prima di procedere alla scelta dell’elettrodomestico giusto.

Innanzitutto, bisogna valutare le dimensioni della propria abitazione e lo spazio da pulire. Ci sono infatti modelli indicati per stanze piccole, mentre altri sono ideali per aree più ampie.

Un altro aspetto da valutare è la durata della batteria, che deve essere sufficiente per evitare di dover ricaricare frequentemente il dispositivo. Una buona scelta potrebbe essere quella di optare per un modello con funzioni di auto-ricarica. In questo caso, quando la batteria è scarica, il robot torna automaticamente alla base per ricaricarsi in totale autonomia.

La potenza di aspirazione è un altro fattore importante per ottenere risultati ottimali, insieme alla capienza del contenitore, alla rumorosità e alla qualità delle spazzole rotanti.

Inoltre, è bene valutare le funzionalità accessorie e intelligenti presenti, per avere un robot altamente performante e capace di soddisfare a pieno anche le più specifiche esigenze di pulizia.

Infine, è importante considerare il budget disponibile per l’acquisto del robot aspirapolvere. I prezzi dei modelli variano notevolmente, quindi è possibile trovare opzioni adatte a diverse fasce di prezzo.

Condividi L'articolo su

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Seguici su

Cerchi ispirazione?

Iscriviti alla nostra newsletter

News