Vai al contenuto
arredare casa stile hygge

Come arredare una casa sostenibile in stile Hygge

Condividi L'articolo su

Hygge è un termine tipico del vocabolario danese. Darne una traduzione letteraria è quasi impossibile. Il vocabolo, infatti, indica perlopiù un concetto: vivere tranquillamente, in totale serenità. Arredare una casa in stile Hygge, quindi, significa godere di un ambiente confortevole e caloroso, quasi vivere nell’intimo abbraccio delle proprie mura domestiche.

arredare casa in stile Hygge
Come arredare casa in stile Hygge- Unsplash di Sixteen miles out

Un tocco Hygge per la casa: idee e materiali da utilizzare

Fra le regole principali dello stile danese, vi è la scelta dei materiali da utilizzare per l’arredamento. Lo stile Hygge predilige materiali naturali. Grazie a questo fondamentale requisito, perciò, una tipica casa danese non sarà soltanto simbolo di quiete, ma anche un luogo rispettoso dell’ambiente e perfettamente in linea con il concetto di sostenibilità. Quali sono, quindi, i materiali più utilizzati?

  • il legno, per i mobili
  • il lino, la lana, la pelle e il cotone per i tessili
  • il vimini, per abbellire l’arredamento
  • la ceramica e la porcellana, per piatti, bicchieri o posate

Tessuti invernali per l’arredo: i più caldi per la tua casa

Come dare alle camere di una casa un tocco Hygge?

Come detto, ogni stanza deve richiamare il concetto di pace e quiete. Saranno necessarie, perciò, accortezze diverse per ogni luogo dell’abitazione.

  • per il salotto, si potrà utilizzare un divano (in base legno e con imbottiture ecosostenibili) dalle forme curvilinee, ricoperto da grandi cuscini in pula di riso ed una sedia a dondolo in vimini, per godersi a pieno ogni momento di relax difronte ad un camino a bioetanolo. Non possono mancare, poi, plaid in lana e tappeti a pelo lungo.
  • Per il bagno, il legno farà da protagonista. Uno sgabello in legno grezzo su cui poggiare oggetti personali è un ottima idea di design Hygge. Si potrà abbellire questa stanza con delle candele profumate (le tipiche Yankee Candle) oppure delle piante.
  • La cucina in stile Hygge si presenta come un grande open-space che apre sul soggiorno. Al centro della stanza, si potrà posizionare un grande tavolo in legno, con sedie pieghevoli oppure panche in stile rustico coperte da cuscini. Per le stoviglie, poi, un set di tazze in porcellana e piatti in ceramica rappresenteranno la scelta migliore.
  • Il balcone potrà essere abbellito da tanti piccoli vasetti in ceramica, lanterne e candele. Per sedersi e godersi la pace, sarà perfetto un salottino in rattan naturale.

Altri due sono gli elementi chiave dello stile Hygge: l’illuminazione e la scelta dei colori. La luce dovrà essere sempre calda e soffusa. Si potrà pensare, perciò, a delle lampade o file di lampadine per dare costante luminosità all’ambiente. In questo modo, il calore non abbandonerà mai le mura del tipico rifugio in stile danese. La scelta dei colori, invece, dovrà ricadere sempre sul pastello o gradazioni tenue, che non sfocino mai in cromature fredde o cupe.

Quando un arredamento è sostenibile?

Oltre l’arredamento: vestirsi e mangiare Hyggeting

L’abbigliamento e il cibo seguono alla lettera il paradigma Hygge. Le regole fondamentali sono: comodità e benessere. Cosa si potrà trovare in un guardaroba Hygge? I capi d’abbigliamento devono donare comfort e morbidezza. Il colori prediletti sono quelli neutri, perciò si sceglieranno capi beige, panna, bianchi e rosa tenue. Anche la scelta dei materiali è di fondamentale importanza. Sempre nel rispetto della natura, si sceglieranno maglioni lavorati ai ferri, sciarpe e calzettoni in lana. Anche il cibo rappresenta una cultura nello stile Hygge. La salute ed il benessere trovano in questo stile di vita un posto riservato. Nei pomeriggi invernali, si è soliti gustare dell’ottimo glogg, la tipica cioccolata Hygge-style. Per il pranzo, invece, vengono predilette le zuppe: da quelle di legumi, a quelle di pesce o di verdura. Un piatto tipico norvegese e spesso riproposto nelle altre nazioni come omaggio all’Hygge è il pane di segale, usato per lo “smorrebrod“. 

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Il Word Happiness report del 2021 classifica la Danimarca come il 3° Paese più felice al mondo. Prima della Danimarca, si trovano l’ Islanda ( secondo posto) e la Finlandia (primo posto).
  • Il popolo danese si prende moltissima cura della propria salute. Il 50% della popolazione, infatti, utilizza la bici per gli spostamenti anche nei periodi invernali.
  • La Danimarca è una nazione attentissima al clima. Attualmente, l’energia eolica soddisfa il 10% del fabbisogno totale di elettricità. Il Paese mira ad aumentare la percentuale del 50% entro il 2023.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Condividi L'articolo su

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Seguici su

Cerchi ispirazione?

Iscriviti alla nostra newsletter

News