Le iniziative sostenibili nel mondo: la manovra 2022 che stabilizza i precari del Covid

Tra le iniziative sostenibili nel mondo è da citare la manovra economica 2022 che stabilizza i precari del Covid. Infatti, sono stati confermati 6 miliardi di euro in più, per i prossimi tre anni, da destinare al Fondo sanitario. Ciò per favorire la stabilizzazione del personale assunto durante l’emergenza pandemica seguendo con attenzione l’iter parlamentare della legge.

I precari del Covid in Italia

Nella lotta contro il Covid-19, ad assolvere al compito più difficile sono stati senza alcun dubbio tutti coloro che prestano servizio nel settore sanitario. È risaputo che negli ultimi mesi, a causa delle restrizioni per limitare il Covid, il lavoro di medici e infermieri si è largamente modificato. Non a caso gli operatori di questo settore, oggi più che mai, rischiano di avere delle gravi ripercussioni sul proprio benessere psicologico.

la manovra 2022 che stabilizza i precari del Covid

la manovra 2022 che stabilizza i precari del Covid – shutterstock foto di Drazen Zigic

Confermati 6 miliardi in 3 anni per la stabilizzazione dei precari Covid

Le cifre sui nuovi stanziamenti, già indicate all’interno del “Documento programmatico di bilancio per il 2022”, confermano l’incremento del Fondo sanitario nazionale di 2 miliardi l’anno per tre anni. Inoltre, ci sono novità rilevanti anche per quanto riguarda il personale assunto nel corso dell’emergenza Covid-19 con l’autorizzazione di stabilizzarlo a tempo indeterminato. Ciò è stato fortemente voluto dalla Fnopi per voce della sua presidente. Per di più, il fondo destinato all’acquisto dei vaccini anti Sars-CoV-2 è stato incrementato di 1.850 milioni di euro per l’anno 2022.

Il disagio psicologico del lockdown: come gestire lo stress (buone pratiche) durante la pandemia. Intervista alla dott.sa Paola Zavagnin

Una nuova opportunità per le aziende ospedaliere

Le Aziende sanitarie e ospedaliere grazie alla manovra 2022 hanno ora l’opportunità di ridisegnare i modelli di assistenza, di riprogettare gli ospedali e le strutture sanitarie e di rafforzare la formazione grazie a innovazione, digitalizzazione e assistenza. Ciò perché stabilizzare medici, infermieri e operatori socio sanitari rappresenta un reale riconoscimento del lavoro fatto in questi anni e del ruolo che avranno nei prossimi anni. Per questo, serve seguire con attenzione l’iter parlamentare della legge e la fase di definizione delle modalità e delle risorse utili alle assunzioni. Ciò per stabilizzare l’intera platea di circa 53mila precari in servizio già impegnati in prima linea da quasi un anno e mezzo nell’emergenza Covid.

Decreto anti-covid: stop alla quarantena per i vaccinati ed estensione del Super Green pass

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • La situazione di stress provocata dalla pandemia ha esposto i professionisti del comparto sanitario, soprattutto per il protrarsi del tempo dell’emergenza, alla cosiddetta sindrome da burnout. Secondo i dati della ricerca dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano infatti, la pandemia di COVID-19 ha avuto un forte impatto negativo sul benessere psicofisico degli operatori sanitari: uno su tre ha mostrato segni di burnout e uno su due ha sofferto di sintomi di stress psico-fisico. I sanitari sono diventati quindi tra le categorie professionali più esposte allo stress lavorativo.
  • Il ministero dello Sviluppo economico ha emesso un francobollo dedicato agli operatori sanitari per ringraziarli di quanto hanno fatto, e continuano a fare, nella lotta quotidiana al Coronavirus.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Post Tags
Share Post
Written by

Fotografa, scrittrice e designer. Laureata in Scienze Politiche Sociali e Internazionali presso l'Alma Mater Studiorum e specializzata in Marketing e Comunicazione nel settore del fashion e del design a L.UN.A - la Libera Università delle Arti. Ha collaborato con la Caucaso Factory all'opera cinematografica "Lucus a Lucendo. A proposito di Levi" e con ONG come Mani Tese e ActionAid a progetti su temi quali l’Innovazione Sociale, l'Inclusione Sociale e la Sostenibilità. Sperimenta non solo strumenti fotografici e videografici, ma anche diverse tecniche di scrittura, dai reportage ai saggi.