Vai al contenuto
Come funziona la ventilazione meccanica controllata

Come funziona la ventilazione meccanica controllata?

Condividi L'articolo su

Come funziona la ventilazione meccanica controllata? Questo è un sistema studiato a partire dai dati relativi ai danni alla salute provocati dalla scarsa qualità dell’aria all’interno degli ambienti domestici e lavorativi. L’inquinamento indoor è comune in tutta Europa, infatti quasi tutta la popolazione trascorre la maggior parte del tempo in ambienti chiusi, in cui la concentrazione di agenti inquinanti tra cui i composti organici volatili (COV) corrisponde, e in alcuni casi supera, quella dell’aria esterna.

Gli agenti inquinanti e i composti organici volatili

Gli agenti inquinanti e i composti organici volatili sono sostanze immesse dall’esterno o generate direttamente all’interno. A generarle per esempio, sono gli stessi abitanti della casa, con il fumo delle sigarette, con i vapori derivanti dalla cottura dei cibi, che creano umidità, oppure con prodotti per il trattamento e la pulizia degli arredi, tappeti e perfino dagli interventi messi in atto per la riqualificazione energetica degli edifici.

Come funziona la ventilazione meccanica controllata
Come funziona la ventilazione meccanica controllata – shutterstock foto di Casezy idea

La ventilazione meccanica controllata per un’aria sana in tutta la casa

Respirare un’aria satura di queste sostanze in ambienti chiusi comporta un rischio maggiore rispetto a quello che si può correre respirando l’aria esterna. Ciò perché quella indoor non è soggetta a correnti che eseguono un riciclo costante dell’aria. Negli ambienti interni, nonostante si arieggino spesso le stanze, manca una vera e propria ventilazione e questo può causare seri problemi respiratori negli occupanti. La ventilazione meccanica controllata (VMC) garantisce un’aria sana in tutta la casa. Infatti, la funzione principale di questo innovativo sistema è quella di immettere aria fresca, pulita e filtrata, dall’esterno. Ciò grazie all’uso di un ventilatore che, attraverso delle condutture, la trasporta all’interno dei locali. Oggi la VMC viene impiegata sia in ambito residenziale che industriale tanto da essere stata introdotta anche nel nuovo quadro normativo sulle certificazioni energetiche.

ENEA e i nuovi sensori smart biodegradabili per monitorare i valori ambientali in case e palazzi

Le caratteristiche di un impianto di ventilazione meccanica controllata

Un impianto di ventilazione meccanica controllata è generalmente composto da due ventilatori che hanno la funzione d’immettere ed estrarre aria dai locali. L’energia che è contenuta nell’aria estratta viene ceduta a quella immessa, in un ciclo continuo che garantisce la presenza costante di aria pulita all’interno dell’ambiente. Questo meccanismo oltre a ripulire l’aria degli ambienti domestici dalla presenza di agenti inquinanti e dall’umidità in eccesso, contribuisce a ridurre in modo significativo i consumi energetici dovuti ai classici impianti di riscaldamento. Pertanto, lo scopo di un impianto di VMC non è solo un espediente ai fini salutistici. Non a caso, la necessità di utilizzare un sistema di VMC nasce dall’uso di materiali isolanti nei fabbricati di nuova concezione ideati per impedire la dispersione di calore degli ambienti.

Le iniziative sostenibili nel mondo: dormire con le piante in camera da letto

Come funziona un sistema di VMC

Il sistema di ventilazione meccanica controllata tramite l’uso di ventilatori a basso consumo e rumorosità ridotta, aspira l’aria esterna relativamente fredda e dopo averla riscaldata la immette negli ambienti. Nello stesso tempo, in una tubazione parallela, l’aria interna cosiddetta ‘viziata’ e più calda, viene aspirata dagli ambienti. Il passaggio di calore tra l’aria interna e quella esterna, avviene all’interno di uno scambiatore. Invece, il filtraggio dell’aria esterna che deve essere immessa negli ambienti avviene tramite un filtro ad alta capacità che trattiene pulviscolo, pollini e particolati.

Perché avere una casa domotica: comfort e sicurezza

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Solo installando un sistema di VMC è possibile ottenere per la propria abitazione la classe energetica A.
  • Dai dati relativi al 2015 questa esposizione ha causato 379 mila decessi per malattie ischemiche del cuore, 165.000 decessi per infezioni delle basse vie respiratorie, 36.900 decessi per asma, 21.400 decessi per tumore ai polmoni.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Condividi L'articolo su

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Seguici su

Cerchi ispirazione?

Iscriviti alla nostra newsletter

News