Matera 2019: da “Vergogna d’Italia” a “Capitale Europea della Cultura”

Matera è ora sotto i riflettori del mondo, e lo sarà per molto tempo ancora. Una delle città più antiche del mondo, dopo periodi di disdegno e schernimento, ha finalmente avuto ciò che si merita. Ora è Capitale Europea della Cultura 2019. Descrivere il turismo degli ultimi 2 anni è complesso, ma descrivere quello previsto nel prossimo anno è quasi impossibile.

I Sassi di Matera: nuovo Patrimonio Unesco

I Sassi di Matera non sono sempre stati apprezzati nel corso della storia della città. Nel secondo dopoguerra, a causa di una situazione igienico sanitaria non sostenibile, si decise di spopolare i Sassi. Le persone che avrebbero lasciato i rioni storici di Matera avrebbero popolato. Matera fu così chiamata “Vergogna d’Italia” Alcide de Gasperi (all’epoca Capo del Governo Italiano) e paragonato ai gironi dell’inferno da Carlo Levi. Alcuni degli edifici furono addirittura innalzati per impedire la vista dei Sassi. Però probabilmente nessuno si sarebbe mai aspettato il passo successivo.

Credits: www.wikipedia.org

Nel 1992 un architetto presenta i Sassi di Matera come candidatura a Patrimonio Unesco. È così che inizia la scalata verso il successo. Il mondo doveva godere dell’architettura, la bellezza e l’impronta sociale e culturale di una tale realtà. I Sassi si ripopolano con famiglie ed attività del settore secondario e terziario, senza dimenticare i numerosi film e cortometraggi girati all’interno di quei storici rioni. Nel 2014 viene eletta Capitale Europea della Cultura 2019, insieme a Plovdic (Bulgaria), divenendo così una delle fonti d’orgoglio più grandi, nazionali e mondiali.

Le mostre e gli eventi di Matera 2019

Anche se l’anno di Matera è appena iniziato, già da due anni si sente una grande differenza, di fatto la città è assaltata da migliaia di turisti durante tutto l’anno. La cerimonia ufficiale che proclamerà Matera è prevista per il 19 gennaio ed il tema scelto per l’importante evento è Open the future. L’evento sarà trasmesso in diretta tv su Rai1. Lo stesso giorno, le bande marcianti di 131 comuni della Basilicata riempiranno i quartieri della città, confluendo all’interno dei Sassi al tramonto. Gli stessi comuni, il giorno dopo, ospiteranno una banda straniera animando il centro delle proprie città. Tutta la Basilicata sarà riunita per colei che presenterà la sua bellezza a tutto il mondo.

Ph: Annamaria Cerone

Matera 2019 però non inizia e termina lo stesso giorno. Come detto, le esposizioni e gli eventi sono iniziati già da 2 anni. Per le strade dell’intera città è possibile osservare le opere della mostra internazionale di Salvador Dalí, trattata in precedenza. Oltre 200 opere del grande artista che non fanno altro che ampliare l’impatto culturale che Matera offre ai suoi turisti.
Una delle mostre più importanti sarà Ars Excavandi, riguardante la storia e cultura dell’umanità dell’arte ipogea, dalla realizzazione agli usi, dalla complessità degli impianti idraulici alla semplice bellezza del paesaggio. Questa mostra sarà ospitata nel Museo Archeologico Nazionale fino al 31 luglio.

Credits: www.visiteguidatematera.com

Per quanto riguarda la cultura culinaria, è possibile osservare Breadway. Questo è un percorso informativo-formativo per adulti e piccoli già esposto a inizio luglio 2018 che ripercorre il viaggio gastronomico che conduce dai prodotti primari a quelli finali del pane. Questo avrà luogo a Piccianello, il quartiere di panificazione di Matera. Il pane, uno dei simboli di Matera, non poteva essere messo in disparte.
Logicamente la cultura non è solo l’arte dell’osservazione ma anche dell’ascolto. Non mancheranno spettacoli teatrali e concerti di vario genere. Sono già in programma spettacoli musicali come Futuro remoto, un concerto dove anche le chiese rupestri saranno strumenti musicali.

Perché visitare Matera 2019?

Sembra banale descrivere Matera 2019 come una serie di eventi sparsi per la città come se fosse un parco divertimenti con qualche giostra. Matera 2019 è l’occasione della ribalta, è un’immersione nella cultura mondiale dell’umanità ed in tutte le forme d’arte, è la possibilità di essere stupiti di ciò che c’è sempre stato nella storia. Questo è Matera 2019, ciò che nessuno ha mai visto offerto a chiunque voglia goderne.

Pillole di curiosità

  • Matera è la terza città più antica del mondo (10.000 anni fa), dopo Aleppo (13.000) e Gerico (12.000).
  • Dal 2012, Matera è stata la location di 12 riprese cinematografiche, tra film, cortometraggi e fiction.
  • Il pane di Matera è famoso per l’antica tecnica di lavorazione e l’utilizzo esclusivo utilizzo di semola di grano duro.

Leggi anche: “Salvador Dalí arriva a Matera – le opere del maestro a cielo aperto”

Giuseppe Carissimo