Business Intelligence e felicità del cliente: le persone oltre i numeri

Ai più, non avvezzi alle problematiche del marketing e ai temi legati all’intelligenza artificiale potrebbe forse risultare inatteso che le aziende sul mercato abbiano a cuore la nostra felicità. Ma la strada per raggiungere questo traguardo è un processo complesso…

Le persone oltre i numeriCe lo spiega Gianni Bientinesi, esperto in Business Intelligence e in studi e ricerche di mercato a livello internazionale, che interviene nella complessa problematica relativa alla Business Intelligence e ai big data utilizzati nei processi aziendali a scopi di marketing. Bientinesi pubblica, per le Edizioni Minerva,Le persone oltre i numeri – Per la Business Intelligence non siamo numeri ma storie da raccontare” – (Minerva Edizioni € 10, 124 pag., con prefazione di Massimiliano Dona), un interessante saggio il cui contenuto è evidenziato fin dal titolo. L’autore   propone uno sguardo sintetico (un centinaio di pagine di un libro dalle ridotte dimensioni) ma estremamente efficace sul mondo del marketing e i temi legati all’intelligenza artificiale.

Bientinesi ci introduce gradualmente alla conoscenza del tema attraverso un percorso che inizia con il concetto chiave di Business Intelligence, inteso come “processo di trasformazione di dati e informazioni in conoscenza” e spiega che quando parliamo di sistemi intelligenti facciamo riferimento ai dati e quindi alle analisi di Business Intelligence. L’interpretazione dei dati è fondamentale perché consente la presa di decisioni strategiche per il business.  Partendo dal dato grezzo che scaturisce dalle ricerche di mercato, nel corso del processamento ed analisi dei big data, questi vengono gradualmente integrati ed arricchiti con una serie di informazioni relative ai clienti attraverso tecniche statistiche. L’analisi è quindi dinamica e, attraverso questo processo, il dato subisce una trasformazione che lo rende “intelligente” cioè in grado di raccontare molto più del dato iniziale sulle aspettative dei clienti.  Tuttavia Bientinesi avverte che nei dati non ci sono le risposte a tutte le nostre domande ma possiamo ottenere solo quanto abbiamo deciso di comunicare al mercato. Quella del business intelligente costituisce la rivoluzione del marketing perché, come illustrato da Bientinesi, rimette al centro della ricerca la persona e il raggiungimento della sua felicità. Per questo dedica un intero paragrafo alla trasformazione di “un cliente soddisfatto in una persona felice”. 

La pubblicazione ha il pregio di essere di facile comprensione, soprattutto per coloro che non hanno familiarità con i temi trattati ed anche quello di essere estremamente sintetico, discorsivo e graduale nell’accompagnare il lettore nel tema specialistico. Ogni capitoletto viene preceduto da una frase che ben lo sintetizza. Come del resto la copertina posteriore riassume bene l’intero contenuto del libro: “Le informazioni devono diventare delle storie, devono parlare alla testa e al cuore delle persone che le utilizzano”.

Si ringrazia per la recensione la dr.ssa Viviana Iavicoli
Ricercatrice dell’Istituto di Studi Giuridici Internazionali (ISGI)
del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR).

 

Post Tags
Share Post