Ospitare è un’arte: l’accoglienza in casa come pratica del vivere bene

La casa è da sempre il grande palcoscenico della nostra vita, il luogo che riesce a far esprimere la nostra parte più intima e vera: non è semplicemente un posto in cui dormire o mangiare, piuttosto è il luogo in cui ci riuniamo con famiglia e amici, ci prendiamo cura del nostro corpo e della nostra mente.

Che vi siate appena trasferiti in una casa nuova o che siate amanti del cambiamento del luogo in cui vivete, un passo fondamentale sarà proprio dedicare attenzione ai dettagli dell’arredo per potervi ritrovare all’interno quella tipica aria accogliente di “Casa”.

Quotidianamente il web sforna tantissimo materiale di ispirazione e stimolo per poter applicare la trasformazione che desideriamo, ma chi più di un esperto del settore potrà guidarci nella giusta direzione?

Come scegliere le nostre tende per riscoprire un’intima atmosfera all’interno di ogni stanza; come arredare il balcone o il giardino affinché siano una zona ideale per rilassarsi dopo una lunga giornata; come scegliere lo stile dell’arredamento che più si addice alle nostre esigenze; quali sono i migliori accessori bagno per rendere unico l’ambiente, ecc.

Un altro passo importante, forse il più difficile, è saper rendere tutto ciò una “casa accogliente”, che non è fatta solo di oggetti, ma di persone e di sensazioni che questo luogo, se curato nel modo giusto, ci saprà trasmettere mentre lo viviamo. Anche in questo caso non è facile capire come possiamo accogliere nel modo giusto persone esterne al nostro nucleo familiare.

Secondo i dati raccolti da Intercultura, nonostante calino le nascite e aumentino i single, la famiglia italiana si conferma oggi, come in passato, compatta e ospitale, più che negli altri Paesi europei, almeno quando si tratta di “aggiungere un posto a tavola”. Gli italiani risultano dunque piuttosto bravi rispetto alla media europea: ma quali sono le regole d’oro per il padrone di casa?

Ospitare è un’arte che va imparata e non una sequenza di goffi gesti improvvisati:
accogliere le persone nella propria dimora è in primis trasmettere positività attraverso gesti gentili e accurati, che daranno la sensazione di familiarità e non di finzione. Saper offrire i luoghi della propria casa con generosità permette di creare un legame diretto con gli ospiti.

La Nuova Piramide Alimentare per la Dieta Mediterranea moderna tiene conto dell’evoluzione della società ponendo, alla base di essa, come uno dei quattro principi fondanti, la convivialità.

Condividere il cibo è universalmente riconosciuto come uno dei modi fondamentali con cui si possono stabilire e mantenere rapporti interpersonali.

Il momento del mangiare tutti insieme costituisce inoltre un momento significativo per insegnare ai figli le buone maniere ed educarli alla condivisione. Oggi a tavola per lo più vige la fretta, spesso distratti dall’ultima notifica dello smartphone o dall’ultimo spot alla televisione. É significativo, dunque, ritrovare le tracce di queste forme di relazioni umane, soprattutto nella direzione verso cui tende la società contemporanea: una tecnologia che ci tiene costantemente connessi online ma che ci allontana sempre di più dall’interazione umana.

Dunque come e dove è possibile apprendere queste regole non scritte dell’accoglienza?

Ci sono alcuni esempi virtuosi in Italia che ci possono aiutare a scoprire in prima persona questo tipo di esperienza, dove poterci sentire prima ospiti e poi padroni di casa.

Un esempio di azienda in Italia nata per rendere la casa più accogliente è Zodio.

Nasce nel 2007 in Francia e rappresenta oggi il brand dal format femminile dedicato alla cucina, all’arte del ricevere a casa, al living creativo, al benessere e al crafting, capace di offrire un servizio innovativo con forte vocazione alla relazione tra punto vendita, team e cliente. Insegna del Gruppo Adeo – primo player francese nel mercato internazionale del bricolage e del fai-da-te, al primo posto in Europa e al terzo posto nel mondo – nasce in Italia con il suo primo punto vendita nel 2015 a Rozzano (MI) all’interno del centro commerciale Fiordaliso.

Zodio è un format nuovissimo: il concetto di store di media superficie (3000 m2 di vendita) che propone 27.000 articoli, con oltre 300 mq dedicati a corsi di cucina e atelier di decorazione presenti all’interno del negozio stesso.

 Scopriamo qualcosa di più nell’intervista a Lisa Giordano, Direttrice Comunicazione Zodio Italia.

  1. Qual è la vostra idea di casa accogliente?

Quando diciamo che il cliente Zôdio può sentirsi nei nostri store “Comme à la Maison”, è perché gli offriamo uno spazio accogliente, creativo, di tendenza e innovativo, in cui ispirarsi, creare e scoprire nuove idee.

Da Zôdio si può trovare tutto l’occorrente per sviluppare l’arte del ricevere a casa, il living creativo e il crafting. Ma si può anche partecipare a corsi di decorazione e di cucina, animati da Etalagiste e Chef.

Oltre 3000 mq, per far vivere ai nostri clienti momenti piacevoli, invitandoli a condividere le proprie passioni e a mettere alla prova la propria creatività. A disposizione un salone creativo, attrezzato anche per i più piccoli, dove prendersi una pausa, leggere un libro preso dalla libreria comodamente rilassati sul divano, bere un caffé incontrare gli amici, ricaricare il cellulare e navigare grazie al wi-fi gratuito.

Tanti sono i servizi offerti sul punto vendita, ideati per dare un tocco personale agli oggetti e agli ambienti domestici: decorare il tessile, stampare le foto su plexiglass e su cartone, stampare la carta da parati come la si desidera e molto altro.

  1. Alle origini del progetto Zodio Italia c’era l’idea di condivisione della creatività, della buona cucina e della convivialità. Sono ancora queste le vostre coordinate? Cosa è cambiato dal 2015 ad oggi e qual è stata la risposta degli italiani?

Sono assolutamente questi i principi cardine su cui si basa ancora oggi il progetto Zôdio Italia, e che lo differenziano dalle altre insegne presenti sul mercato. Dal 2015 ad oggi non cambiano le nostre coordinate ma si modificano di giorno in giorno, adattandosi alle tendenze del momento, la nostra offerta prodotti e attività in store. Per nostro DNA sentiamo l’esigenza di rinnovarci costantemente, e il consumatore non avrà mai la sensazione di ritrovarsi in un ambiente statico: gli stimoli e gli spunti creativi pensati per lui sono sempre diversi e innovativi.

I consumatori amano il nostro negozio, sono entusiasti dei prodotti che possono trovarvi e soprattutto delle attività che possono svolgervi. Noi conserviamo tutti i messaggi che i nostri clienti ci lasciano in bacheca, e devo dire che spesso i loro commenti oltre a servirci per valutare iniziative future da aggiungere al nostro format o per integrare ulteriormente la gamma dei nostri prodotti, ci emozionano…

  1. Tanti sono i servizi offerti nei punti vendita e vasta è la scelta delle aree di interesse: cucina, arte della tavola, decorazione tessile delle stanze (sala, camera, bagno), accessori per il bagno, sistemazione intelligente della casa, decorazione creativa. Ma quali sono i vostri punti di forza?

Zôdio rappresenta non solo un luogo nel quale acquistare i prodotti, bensì uno spazio di ispirazione, dove poter dare libero sfogo alla propria creatività, utilizzando e testando i prodotti, magari sotto i consigli di un esperto. Non a caso, due terzi degli spazi di vendita del nostro negozio sono dedicati a corsi, momenti formativi e incontri; i nostri Atelier sono pensati per dare ai clienti idee innovative e per insegnare loro come ottenere i migliori risultati attraverso diverse tecniche e prodotti.

Il gradimento per le nostre diverse proposte è davvero molto alto. I nostri clienti hanno la possibilità di coltivare le proprie passioni e allo stesso tempo mettersi alla prova, imparando nuove tecniche nei settori desiderati. I corsi di cucina e di decorazione sono sicuramente le attività di maggior successo!

  1. L’elemento che certamente vi contraddistingue sul panorama europeo, e quindi italiano, è questa vostra “formula magica” di accoglienza: il cliente ha a disposizione un salone creativo dove potersi sentire a casa. Quali sono i vantaggi per gli amanti della casa e del fai-da-te che prendono parte alle vostre attività?

Per i nostri clienti fedeli i vantaggi sono davvero tanti!

Sottoscrivendo la nostra carta fedeltà, i clienti Vip oltre ad avere accesso a scontistiche particolari su determinati prodotti e attività in store, hanno la possibilità di partecipare alle nostre numerose iniziative, come ad esempio la Seconda Vita, attività in cui li invitiamo a svuotare le proprie dispense, portando nel nostro negozio il loro usato, a cui corrispondiamo uno sconto per l’acquisto di nuovi prodotti. L’usato è devoluto ad associazioni benefiche con cui collaboriamo.

Mettiamo, inoltre, a completa disposizione dei nostri clienti non dei semplici commessi, ma un team di specialisti (wedding planner, cake designer, restauratori, etc…) che potranno aiutarli nella realizzazione di tutti i loro progetti.

Infine, i clienti più fedeli sono invitati a partecipare alle “Vendite Private Zodio”, giornate esclusive, vere e proprie feste a tema, con intrattenimento per tutta la famiglia, in cui al piacere dello shopping si unisce il privilegio di avere tutto il negozio a propria disposizione. In programma anche dimostrazioni di cucina, eventi a tema, concorsi, sconti speciali e promozioni, pensati per premiare la fiducia e la preferenza dei clienti. D’altra parte per noi i clienti sono veri e propri Ambasciatori che condividono le nostre passioni e che coinvolgiamo in prima persona nella scelta degli assortimenti, nel testare i prodotti e nell’organizzazione dei corsi.

  1. In questi anni siete riusciti a costituire una serie di punti vendita in Italia, partendo da Rozzano (MI) nel 2015. Dove potranno gli italiani prendere parte a questa bella realtà prossimamente? Cosa si dovranno aspettare?

Ad oggi, oltre che sull’Italia settentrionale, ci stiamo focalizzando anche su quella centrale. L’obiettivo è quello di ampliare ulteriormente la nostra presenza e mantenere la capacità di offrire un servizio innovativo con forte vocazione alla relazione tra punto vendita, staff e cliente.

Per quanto riguarda l’espansione di Zôdio all’estero, la strategia internazionale ha visto a Dicembre l’apertura in Brasile, e posso anticiparle che la Spagna è un paese su cui vorremmo sicuramente puntare.

  1. Come vede Zodio Italia tra dieci anni? Come la vedranno gli italiani?

Tra 10 anni spero di poter vedere Zodio crescere ancora e diffondersi in altre zone d’Italia. Di sicuro posso dirle che uno degli asset su cui vogliamo puntare fin da subito, è quello dell’investimento sul mondo digitale, che vedrà sempre di più la presenza di Zodio in rete, dove stiamo lavorando allo sviluppo di vere e proprie community di appassionati al mondo della cucina e della decorazione. Vogliamo instaurare una relazione costante e continuativa con il nostro consumatore, in modo da ispirarlo non più solo all’interno del nostro punto vendita, ma anche nel mondo virtuale.

Sono sicura che gli italiani continueranno ad amare Zodio, riconoscendolo non solo come un semplice punto di riferimento per la decorazione della casa, ma un complice nella realizzazione e personalizzazione della casa dei propri sogni!

Un esempio virtuoso in Italia di accoglienza che riesce a conciliare tante sfere dell’abitare e dell’abitante; un buon punto di partenza per poter vivere l’accoglienza di casa.

Serena Giuditta

Share Post