Bioregionalismo: la giusta pratica per diventare abitanti consapevoli

Come dovrebbe comportarsi l’uomo in una società ideale? Molte sono le risposte a questa domanda, una di queste ha come tema principale quello del Bioregionalismo.

Cosa significa essere bioregionalista?

Chiunque può definirsi un bioregionalista, indipendentemente dalla provenienza di origine, in quanto questo termine non denota un’appartenenza etnica ben precisa, bensì la capacità di rapportarsi con il luogo in cui si risiede considerandolo come la propria casa, come una parte si se stessi.

Essere bioregionalista significa vivere in sintonia con il territorio e con gli elementi vitali che lo compongono e, dunque, praticare quella che viene definita un’ “ecologia profonda”: una costante nella vita di ogni uomo che non viene mai abbandonata.

L’importanza di abitare consapevolmente

La questione ambientale ha ovviamente una certa priorità rispetto ad altre tematiche, difatti negli ultimi anni il nostro impatto su una Terra, che ci appartiene sempre meno, sta diventando sempre più incontrollabile e il percorso che dovremmo intraprendere per limitarne gli effetti più disastrosi è quello di un cambiamento di vita.

Non si tratta di una semplice adesione ideologica, come molti pensano, bensì di una radicale modifica nel proprio stile esistenziale e anche dell’approccio nei confronti dell’habitat che ci circonda, quale nostra responsabilità, e più in generale del resto del genere umano.

bioregionalismo

www.pinterest.com

Si è bioregionalisti nel momento in cui si comprende l’importanza dell’ambiente che ci circonda e che è bene rispettare, in quanto rappresenta il nostro futuro. Ciascun Habitante consapevole è colui che ha il compito di proteggere la vita e la diversità del nostro Pianeta e per farlo deve cominciare dalla propria casa.

Per dare luogo ad un cambiamento, bisogna iniziare da se stessi e dall’ambiente che abitiamo, cambiare il proprio stile di vita verso nuove abitudini più eco-sostenibili: solo educando noi stessi saremmo in grado di rispettarci e tutelare l’ambiente.

Emanuela Borsci