Lavorare nel mondo del Giornalismo dell’Architettura e dell’Interior Design

Il mercato è sempre più alla ricerca di esperti nella creazione di contenuti digitali
, nel settore dell’architettura, del design di interni, dell’industrial design e nella pianificazione di strategie di comunicazione digitale

Il mondo della comunicazione sta evolvendo rapidamente:  si tratta di un processo irreversibile: i tempi e i modi con cui si comunica con il pubblico è cambiato. L’industria dei quotidiani e delle riviste cartacee è attualmente in forte contrazione e chi lavora nel settore dei periodici e dei media tradizionali si chiede con molto realismo se i giornali stampati esisteranno ancora,  almeno nella forma in cui li conosciamo.

I progressi della tecnologia digitale e la rapidità con cui dialoghiamo in rete hanno permesso l’accesso a servizi a costi via via minori, o addiruttura gratuiti. La maggiorparte delle persone ignora da anni i media tradizionali, tv e stampa, per leggere i contenuti pubblicati via web. So salva la radio, primo ad aver compreso che l’interazione con i propri ascoltatori poteva essere un vantaggio competitivo. Nasce così il podcast, strumento utilizzato anche nella formazione da Università e centri di formazione professionale.

Ma anche gli utenti si sono messi da tempo  a  creare contenuti per proprio conto. Nasce così il giornalismo partecipativo (in inglese  citizen journalism) con cui viene definita una forma di giornalismo che implica la “partecipazione attiva” dei lettori, grazie alla possibilità di interazione permessa dal Web.

Per gli utenti uno dei modi più semplici per creare contenuti è il blog, abbreviazione di Web log, o diario digitale. Le piattaforme sono molteplici anche se quella più nota è WordPress. Si possono poi integrare molteplici tecnologie con il blog, come i social network, i podcast, i gruppi di discussione tematica.

Google, che per primo ha compreso questo fenomeno, premia i contenuti di qualità, privilegiando quelli che portano maggior informazione al lettore. Nasce così la figura del Content Manager, professionista esperto nella gestione di contenuti adatti al web. Una figura professionale che non solo abbia una certa abilità nella scrittura creativa, ma conosca la  content strategy; sia cioè a conoscenza di quelle metodologie che aumentino l’engagement, ovvero il coinvolgimento del lettori. In questo modo Google premia quei contenuti posizionandoli in testa alle ricerche dei lettori, aumentando la visibilità delle pagine e portando traffico al sito web aziendale.

Il giornalista digitale, dunque, deve comprendere tecniche che lo mettano a confronto con una nuova realtà in cui i  lettori partecipano essi stessi al processo comunicativo e di conoscenza, con i loro feedback, i commenti e la partecipazione attiva al processo editoriale.

GIORNALISMO DELL'ARCHITETTURA E DELL'INTERIOR DESIGN

.

Il corso in Giornalismo dell’Architettura e del Design di Interni prepara a una nuova professione nel panorama digitale in grande trasformazione: aiuta a comprendere come gestire la complessa fase di progettazione e pubblicazione di un sito di informazione nel contesto del panorama dell’editoria che si occupa di design e architettura proprio nell’era della crossmedialità. Insegna a curare la programmazione, la gestione e la pubblicazione di un giornale online;  e le tecniche per promuoverne al meglio la pubblicazione attraverso il posizionamento (si parla così  di SEO SEM) sui motori di ricerca e tramite la diffusione delle notizie sui social network più diffusi.

Il corso, proposto da Hdemy, la sezione formazione superiore di Habitante,  apre la porta a opportunità uniche in una carriera, quella del giornalista digitale,  nell’ideazione, realizzazione, pubblicazione e aggiornamento di contenuti relativi al settore affascinante e creativo dell’interior design, del design di oggetti e dell’architettura di interni.

Si apprendono così le tecniche per gestire articoli per blog, testate giornalistiche, landing pages, newsletter,  post sui social media, descrizioni e testi informativi per portali di e-commerce e cataloghi online, ma anche contenuti multimediali, come immagini, video, podcast, infografiche.

Content is King

Il contenuto è sovrano.  Una frase che è diventata celebre dopo che nel gennaio 1996, Bill Gates scrisse un breve articolo intitolato appunto Content is king (anche se prima di lui era stata usata,nel 1995, da Sumner Redstone).Gates qui afferma, tra le altre cose, che i contenuti saranno l’oggetto su cui mi aspetto che vengano sviluppati la maggior parte dei guadagni su internet.

Dopo venticinque anni  non possiamo che ammettere che aveva ragione. I contenuti di un sito o di un account sui social network sono uno strumento di marketing e di comunicazione ormai indispensabile per le aziende, soprattutto quelle del settore del design e della produzione di oggetti di design. Le aziende usano il “content” in modi diversi: per promuovere i propri prodotti e servizi, catturare l’attenzione di potenziali clienti o lettori, fornire informazioni pratiche e utili persuadendo i  clienti attuali o potenziali coinvolgendoli emotivamente e suscitando interesse.

Corso in teledattica dell’Accademia Telematica Europea – Hdemy

.

A chi si rivolge il corso di studi

Comunicatori, Marketing Manager, esperti di contenuti web, Designer, Architetti, Giornalisti o aspiranti tali. Chiunque si occupi, come libero professionista o all’interno di una azienda, di comunicazione, divulgazione, insegnamento con specifico interesse legato al mondo del  design, dell’interior  dell’arredamento, dell’architettura.

I vantaggi dei corsi online

Il modello di apprendimento in distance learning (o e-learning), permetto l’apprendimento con il docente in presenza online assolutamente uniche.

I vantaggi sono evidenti:

  • le lezioni vengono svolte online come se si fosse presenti in aula ma con la possibilità di concordarne orari e giorni e senza perdere alcuna lezione anche in caso di impedimenti. Rispetto alla frequenza di un corso in aula,  le lezioni vengono svolte individualmente con possibilità di scegliere (o spostare facilamente) giorno e ora.
  • possibilità di partecipare a convegni, fiere, eventi e partecipare a contest formativi.
    libri di testo, dispense ad ogni lezione e videolezioni spediti a corredo di ogni materia
 – esercitazioni autonome utilizzando i social network e i software di progettazione
  • Possibilità di utilizzare tutti i media e gli strumenti digitali resi possibili dalla tecnologia: in pratica un giornalista digitale non ha una sede fisica in cui lavorare, potendo collegarsi con il suo PC o Tablet da qualsiasi luogo. Il telelavoro è ormai una realtà e permette a decine di migliaia di persone di lavorare a distanza facendo coincidere impegni personali e familiari, con il mondo della professione.

Dal punto di vista formativo, il corso online ha tutti i vantaggi di un corso in aula ma senza gli svantaggi che un corso in presenza comporta. Con possibilità di collegarsi da ogni parte del mondo concordando il giorno e l’ora della lezione con il docente.

Hdemy Habitante in collaborazione con Accademia Telematica Europea offre ai suoi lettori la possibilità di iniziare un percorso di formazione specializzato sull’habitat di domani.

Hdemy è un percorso di studi intensi ideato per conoscere l’habitat attraverso la ricerca, reportage, l’interazione, che parla della quotidianità delle persone comuni, della vita reale degli abitanti.

RICHIEDI LA BROCHURE GRATUITA NELLA SEZIONE HDMEY DEI CORSI ATTIVATI.

SIETE INTERESSATI ALL’ARGOMENTO?  ISCRIVETEVI ALLA NEWSLETTER
Written by

Iscritto all’ordine dei giornalisti del Piemonte, inizia la sua attività come Web Specialist nel 1996 presso il Politecnico di Torino, durante il quale svolge le sue prime docenze alla Facoltà di Architettura, all’Università di Torino e all’Università Statale di Milano su materie legate alla comunicazione digitale e alla progettazione CAD architettonica. È direttore responsabile di habitante.it, content farm digitale che si occupa di marketing e comunicazione, nata da un progetto ideato per supportare l’Osservatorio sulla Casa di Leroy Merlin Italia e sviluppato insieme a Unione Nazionale Consumatori.