Usufruire delle detrazioni fiscali per i lavori in casa

Dalla conchiglia si può capire il mollusco, dalla casa l’inquilino.
Victor Hugo

La ristrutturazione di un’abitazione è una decisione importante da prendere. In alcuni casi si è costretti ad effettuare interventi di straordinaria manutenzione, a causa di perdite o gravi danni. Altre volte, succede semplicemente per il modificarsi delle esigenze degli abitanti.

Usufruire delle detrazioni fiscali per i lavori in casa. Bonus casa 2020, tanti gli incentivi e le detrazioni che la Legge di Bilancio ha prorogato, ma non mancano le novità. Confermati per il 2020, infatti, tutti i bonus riguardanti i lavori in casa presenti nella manovra 2019, più altri nuovi ed interessanti.

bonus casa

shutterstock Di Syda Productions

Usufruire delle detrazioni fiscali per i lavori in casa

  1. Ristrutturazioni: rimane al 50% il risparmio fiscale per una spesa massima di 96.000 euro in dieci quote annuali. Sono contemplati il restauro degli edifici, la manutenzione straordinaria, le ristrutturazioni edilizie, le caldaie, gli impianti di allarme.
  2. Ecobonus: dal 50 al 75% di detrazione fiscale in dieci anni in base al tipo di lavori svolto. Tetto di spesa che aumenta da 30.000 a 60.000 euro e fino a 100.000 per l’installazione di impianti di climatizzazione invernale a infissi e pannelli solari.
  3. Sismabonus: incentivi fino all’85% per chi effettua lavori per ridurre il rischio sismico. Detraibile in 5 o 10 anni fino a un massimo di spesa di 96.000 euro, oppure 136.000 per condomìni insieme all’ecobonus. Scade il 31 dicembre 2021.
  4. Condomini: detrazioni del 65% su livello condominiale i bonus scadono a fine 2021. Per le parti comuni la detrazione è del 65% su tetti di spesa diversificati. Se gli interventi di miglioramento sono di maggiore riqualifica, lo sconto fiscale può salire al 75%
  5. Bonus verde: sconti al 36% e fino al 31 dicembre 2020 in dieci anni e fino a 5.000 euro. Consiste nei lavori di giardini e terrazzi con sistemazione del verde, recinzioni impianti di irrigazioni. Tuttavia la proroga è ancora incerta.
  6. Mobili: sconto fino a 10mila euro per l’acquisto di arredi e grandi elettrodomestici di classe non inferiore ad A+ e detraibile al 50% in 10 anni. Fino al 31 dicembre 2020.
  7. Facciate: consiste nella detrazione del 90% delle spese sostenute per il recupero delle facciate esterne degli edifici esistenti ubicati in zona A (centri storici) e zona B (totalmente o parzialmente edificata).
  8. Rubinetti: si tratta di un’agevolazione che ha lo scopo di ridurre i consumi idrici. Concepito come un’estensione dell’ecobonus, la Manovra estende la detrazione del 65% delle spese sostenute anche per l’acquisto e la posa in opera di: rubinetteria sanitaria con portata di erogazione uguale o inferiore a 6 litri al minuto; soffioni doccia e colonne doccia attrezzate con portata uguale o inferiore ai 9 litri al minuto; cassette di scarico e sanitari con volume medio di risciacquo uguale o inferiore ai 4 litri.

Usufruire delle detrazioni fiscali per i lavori in casa

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • Il termine ristrutturazione viene definito dal vocabolario Treccani come il complesso di interventi con cui si dà nuova struttura a organizzazioni, imprese economiche, fabbricati, ecc. in relazione a determinate esigenze: r. di un appartamento, di un albergo; r. di un complesso industriale, mediante nuovi impianti, nuovi metodi di lavorazione, o con altre innovazioni dirette a rendere il complesso più efficiente e i prodotti più competitivi o più rispondenti alle richieste del mercato.

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA