Quanto costa costruire una casa in legno e quali permessi servono

Il legno è uno degli elementi più amati sia dai professionisti dell’edilizia, che dai proprietari di casa. Quanto costa costruire una casa in legno e quali permessi servono? Ve lo diciamo in questo articolo.

Il legno è un materiale simbolo di accoglienza e calore, per questo motivo costruire una casa in legno non può far altro che rendere la propria casa più vivibile e piacevole. Costruire una casa in legno può però presentare molti vantaggi, a partire dai costi di costruzione e dai permessi.

Costruire un casa in legno o in cemento?

Il legno è sicuramente amato per le sue proprietà isolanti acustiche e termiche. In Italia questo materiale è utilizzato al momento principalmente per la realizzazione dei tetti, dei solai e delle finiture. In realtà, scegliere di costruire una casa in legno porta notevoli vantaggi a livello di clima, caldo d’inverno e fresco d’estate. Questo perché il legno impiegato per la costruzione delle case prefabbricate viene essiccato secondo un procedimento particolare che lo mette al riparo anche dal pericolo muffa.

Anche gli interni non hanno nulla da invidiare a una costruzione tradizionale. Gli ambienti risultano confortevoli e luminosi ed è possibile scegliere un arredamento dal gusto semplice e moderno, che si abbina molto bene alla paletta di colori del legno, producendo un ambiente sobrio e accogliente. Non è raro inoltre vedere case prefabbricate con ampi finestroni che permettono di godersi una piacevole vista davanti a paesaggi rilassanti.

costruire casa in legno

Foto di Terekhov Sergey su Shutterstock

Quanto costa costruire una casa in legno?

Uno dei numerosi vantaggi di una casa in legno è sicuramente il costo. I fattori che influiscono sul costo finale sono diversi, e dipendono in primis dal tipo di sistema costruttivo impiegato per la realizzazione della struttura. Se intendi realizzare la tua nuova casa in legno forse avrai sentito parlare di grezzo, grezzo avanzato e chiavi in mano. In base al tipo di formula scelta il prezzo della costruzione subisce una modifica anche molto evidente.

Grezzo

Si intende una costruzione completa solo delle opere strutturali, per questo motivo il prezzo è chiaramente favorevole.

 Grezzo Avanzato

Qui sono comprese le pareti sia esterne che interne e la copertura completa delle tegole oltre agli infissi esterni e il cappotto d’isolamento termico esterno.

 Chiavi in Mano

Il questo caso la struttura è abitabile fin da subito. Sono compresi quindi tutti gli impianti (elettrico, idraulico e termico), i pavimenti, i rivestimenti, i sanitari e le rubinetterie, oltre alle porte interne e agli intonaci completi di tinteggiatura.

costruire casa in legno

Foto di sculpies su Shutterstock

I permessi per costruire una casa in legno

La prima cosa necessaria è un terreno su cui costruire. Può essere già libero o può ospitare un edificio da demolire. Il terreno dev’essere edificabile altrimenti, se si dispone di un terreno agricolo, è necessario verificare se ci sono le condizioni per realizzare un nuovo fabbricato presso gli uffici incaricati per le pratiche burocratiche inerenti.

A questo punto si può sviluppare un progetto da parte di un tecnico abilitato e iscritto all’albo che verrà poi sottoposto in comune per avviare le pratiche. È una fase di analisi molto precisa in cui ogni dettaglio strutturale viene analizzato per trovare la soluzione migliore per la realizzazione.

La costruzione di una casa in legno prefabbricata, così come quella in cemento, è sottoposta alla normativa edilizia e urbanistica. La normativa italiana stabilisce che il primo passo autorizzativo da compiere sia la consegna dei progetti esecutivi agli uffici comunali competenti.

Questi vengono realizzati dai tecnici non appena il contratto viene sottoscritto. Appena consegnati riceveranno una valutazione secondo criteri urbanistici ed edilizi, per ottenere le autorizzazioni necessarie per l’inizio dei lavori. Nel frattempo, i tecnici si occuperanno di realizzare e consegnare l’analisi dei carichi e la relazione statica.

In generale, per edificare una casa in legno bisogna obbligatoriamente ottenere, oltre al rilascio del Permesso di Costruire dagli uffici del Comune in cui si trova il terreno edificabile, la Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) anche qualora si dovesse ricorrere solamente a interventi in muratura.

Per poter costruire una casa in legno, occorrono quindi gli stessi permessi necessari all’edificazione di abitazioni “classiche” in cemento, mattoni o altri materiali. In più, anche se costruite in materiali completamente naturali, anche le case in legno necessitano delle opportune autorizzazioni in base al paesaggio in qui verranno edificate.

Costruire una casa in legno: alcuni accorgimenti

Per costruire una casa in legno bisogna posizionare dei blocchi in calcestruzzo, facendoli sporgere dal terreno di circa 30 cm in modo da posizionare sopra una struttura di travi in legno che formerà una griglia sopraelevata su cui costruire l’involucro esterno, il pavimento le partizioni interne e la copertura.

L’ambiente va isolato perfettamente per cui bisognerà utilizzare dei pannelli isolanti che aumentano l’inerzia termica e una guaina impermeabilizzante per proteggere il pavimento in legno dall’umidità. Bisogna poi procedere con l’assemblaggio dell’involucro esterno.

Il pacchetto murario prefabbricato viene solitamente rivestito con del laminato bianco che conferisce agli spazi luminosità.

 

X-lam: nasce a Torino GreenTorino il primo palazzo di 7 piani costruito interamente in legno

 

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • Una casa in legno ha bisogno di poca manutenzione. È necessario intervenire solo dopo molti anni, anche 50 anni e oltre. In Nord Europa infatti ci sono edifici costruiti in legno molto antichi che non mostrano alcun cenno di cedimento.

  • Per quanto possa sembrare strano, il legno brucia lentamente e quindi, in caso d’incendio, le case prefabbricate in legno risultano essere molto più resistenti degli edifici tradizionali. Questo accade perché il legno si carbonizza solo in superficie, lasciando inalterata la sua struttura interna. Anzi, riesce addirittura a rallentare la velocità di propagazione delle fiamme, fungendo da vero e proprio isolante. Il cemento e l’acciaio invece sono dei materiali che subiscono un decadimento rapido delle caratteristiche meccaniche.
  • Le costruzioni in legno sono antisismiche poiché hanno un grado di sicurezza molto più elevato di quelle in laterocemento, perché meno rigide. Il legno infatti, è in grado di assorbire in modo ottimale l’energia sprigionata dal terremoto.

Credits immagine in evidenza: Shutterstock – dani3315

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it