Quali sono le origini di San Valentino? Tra mito e leggenda

Non ami qualcuno per il suo aspetto, i suoi vestiti, o per la sua auto di lusso, ma perché canta una canzone che solo tu puoi sentire.
Oscar Wilde

San Valentino: un giorno speciale per tutti gli innamorati e da dedicare al proprio partner. Ecco quali sono le origini da cui nasce questa festività.

Quali sono le origini di San Valentino? Tra mito e leggenda. San Valentino nacque a Terni da una famiglia patrizia nel 176 d.C. Si convertì al Cristianesimo, diventando Vescovo della città nel 197. L’imperatore Claudio II il Gotico gli chiese di rinunciare alla sua fede, ma lui rimase fedele ad essa, tentando addirittura di convertire l’imperatore. Graziato una prima volta, venne nuovamente arrestato sotto Aureliano. Con la sua fama crescente, i Romani iniziarono a temere che potesse scatenarsi un’insurrezione popolare. Per tale ragione San Valentino venne torturato e decapitato dopo aver celebrato il matrimonio fra una cristiana e un soldato romano (secondo quanto pervenuto fino ad oggi). Morì il 14 febbraio del 237 d.C., a 97 anni. Nel 494 d.C. papa Gelasio I istituì la festa di San Valentino il giorno 14 di febbraio, probabilmente per “cristianizzare” la festa delle Lupercali del 15 febbraio. La festa delle Lupercali era infatti una festa dedicata alla lupa che aveva allattato i fondatori di Roma e in onore del Dio romano della fertilità Luperco.

festa

shutterstock Di JJ-stockstudio

Quali sono le origini di San Valentino? Tra mito e leggenda

Sono diverse le leggende che riguardano la trasformazione del santo in patrono dell’amore:

  • la prima riguarda la cosiddetta rosa della conciliazione: secondo la leggenda infatti, San Valentino udendo litigare due giovani fidanzati nei pressi del suo giardino, gli andò incontro sorridendogli e porgendogli una rosa, calmando così gli animi. I due fidanzati tornarono dal vescovo Valentino per far benedire il proprio matrimonio, dando il via all’usanza. Ecco perché a San Valentino si regalano le rose.
  • Un’altra leggenda narra che il vescovo compì il miracolo di ridare la vista alla figlia cieca del suo carceriere. A quest’ultimo il vescovo scrisse un biglietto che recitava: “Dal tuo Valentino”. Da qui probabilmente nasce l’usanza di scambiare bigliettini fra innamorati.
  • Infine, un’altra leggenda riguarda proprio il matrimonio tra la giovane cristiana e il centurione romano causa del suo martirio: lei era malata, e il vescovo li unì in matrimonio in punto di morte, prima che entrambi cadessero in un sonno profondo.

Quali sono le origini di San Valentino? Tra mito e leggenda

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • Secondo una ricerca, l’11% delle proposte di matrimonio avvengono il giorno di San Valentino

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA