Qual è il Paese più inquinato al mondo?

Qual è il Paese più inquinato al mondo? L’inquinamento è un fenomeno che riguarda il mondo intero. Alla base di questo grave problema, che mette a repentaglio la salute degli esseri viventi di tutto il Pianeta, vi sono diversi fattori. Tra questi si possono trovare le attività industriali, l’utilizzo di impianti domestici non rispettosi dell’ambiente, l’eccessiva urbanizzazione a scapito di aree verdi, l’intenso uso di veicoli e la presenza di discariche a cielo aperto. Tra le città più inquinate del mondo si trova l’India che batte la Cina per la qualità dell’aria respirata. Qui l’aria è irrespirabile e vi è un allarme rosso per l’esposizione alle polveri sottili di particolato PM2.5 molto pericolose.

L’inquinamento nelle città metropolitane

In molte città, specialmente negli ultimi anni, l’inquinamento sta peggiorando invece che migliorare. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Salute (WHO) l’inquinamento atmosferico è aumentato dell’8% negli ultimi 5 anni e questo ha portato a circa 3 milioni di morti premature ogni singolo anno.

Nel rapporto del 2016, il WHO spiega che la concentrazione annuale media del particolato (polveri sottili dannose per la salute) è superiore ai livelli consentiti in oltre 3000 città in 103 nazioni. In queste città il livello di sostanze tossiche è molto alto per diversi motivi. Tra questi si possono trovare l’esplosione demografica, la scarsa pianificazione delle città che crescono molto in fretta e la mancanza di sistemi per il trattamento dei rifiuti. Inoltre, più l’inquinamento dell’aria è alto, più è il rischio di malattie respiratorie e cardiovascolari.

Qual è il Paese più inquinato al mondo

Qual è il Paese più inquinato al mondo – Unsplash foto di hassan afridhi

L’inquinamento in India: New Delhi

Il Paese più inquinato al mondo è l’India. Quest’ultima è famosa per gli alti livelli di inquinamento del suolo e per l’aria contaminata specialmente a New Delhi. Qui lo smog è 5 volte superiore ai livelli consentiti e spesso una densa coltre di nebbia copre la città. Inoltre, New Delhi non è l’unica città indiana ad essere famosa per i livelli di inquinamento ambientale. Infatti, sono sempre più numerose le città Indiane in cui i livelli di inquinamento continuano a salire.

Monitorare e ridurre l’inquinamento indoor: con Airgloss è possibile

Le polveri sottili e l’inquinamento dell’aria

L’inquinamento atmosferico rappresenta un tema caldo, specialmente in relazione ai livelli di concentrazione delle polveri sottili nell’aria raggiunti negli ultimi anni.

PM (Particulate Matter) è il termine generico con il quale si definisce un mix di particelle solide e liquide (particolato) che si trovano nell’aria. Il PM2.5 si riferisce alle particelle aerotrasportate nell’ambiente che misurano dimensioni fino a 2,5 micron (µg). Il PM2.5 è considerato il metro di misura di riferimento sull’impatto sulla salute della popolazione mondiale. Grazie alle sue ridotte dimensioni, questa particella è in grado di penetrare in profondità nel sistema respiratorio umano. Da qui si espande in tutto il corpo, causando effetti devastanti alla salute, sia a breve che a lungo termine. Smog, polveri sottili e rifiuti tossici sono fattori a cui ognuno di noi è esposto quotidianamente. Ci sono Paesi dove è impossibile pensare di vivere in un ambiente sano e pulito.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Secondo il World Air Quality Report 2018 pubblicato da IQAir AirVisual, l’inquinamento atmosferico ha provocato circa 7 milioni di morti nel 2019.
  • Anche l’Italia rientra nella classifica dei Paesi più inquinati al mondo. Nello specifico, in Italia i principali responsabili dell’inquinamento dell’aria delle città risultano essere gli impianti di riscaldamento. Nel 2018 in ben 55 capoluoghi di provincia sono stati superati i limiti giornalieri previsti dalla legge italiana per le polveri sottili o per l’ozono.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Fotografa, scrittrice e designer. Laureata in Scienze Politiche Sociali e Internazionali presso l'Alma Mater Studiorum e specializzata in Marketing e Comunicazione nel settore del fashion e del design a L.UN.A - la Libera Università delle Arti. Ha collaborato con la Caucaso Factory all'opera cinematografica "Lucus a Lucendo. A proposito di Levi" e con ONG come Mani Tese e ActionAid a progetti su temi quali l’Innovazione Sociale, l'Inclusione Sociale e la Sostenibilità. Sperimenta non solo strumenti fotografici e videografici, ma anche diverse tecniche di scrittura, dai reportage ai saggi.