Vacanze: a luglio prevista la partenza di 17,6 milioni di italiani

La destinazione preferita dagli abitanti italiani è il mare, seguito da montagna e campagna. Crescono anche gli agriturismo che aumentano del 3% – I turisti spenderanno in media 779 euro per persona, 5% in più rispetto allo scorso anno.

Come ogni anno siamo arrivati al primo periodo di esodo estivo per chi si prepara per andare in vacanza. Il mese di luglio è infatti scelto da  17,6 milioni di italiani per la pausa estiva. Circa l’86% sceglierà una meta nello stivale e solo il restante 14 % si recerà all’estero.

Questi sono i dati che Coldiretti ha presentato ieri in uno studio intitolato “La vacanza Made in Italy nel piatto”  davanti a  diecimila agricoltori, provenienti da tutta Italia, al Castello Sforzesco di Milano.

L’occasione per la diffusione dei dati si è presentata durante l’apertura del Villaggio contadino che Coldiretti ha inaugurato insieme alla consueta assegnazione delle bandiere del gusto 2019.

L’analisi, condotta da Coldiretti-Ixe spiega come per un italiano su cinque (21%) la vacanza avrà una una durata massima tra una e due settimane. Solo il 3% si assenterà oltre il mese.

Sette italiani su 10 (70%) preferiranno il mare e solo l’8%  la montagna o la  campagna.

Inoltre ogni abitante italiano spenderà in media  779 euro per persona. Un aumento del 5% rispetto al 2018.

Il 33% (poco più di un italiano su tre) non supererà comunque i 500 euro di spesa, mentre il 42% spenderà tra i  500 e i 1000 euro, e  il 18% tra i 1000 ed i 2000 euro.

Metà degli italiani trascorrerà le vacanze in una casa di proprietà, oppure ospitati da parenti o amici.
Poi nell’ordine abbiamo: case in affitto, alberghi, bed and breakfast, villaggi turistici e agriturismo le cui 23 000 strutture ricettive godranno di un aumento del 3 percento.

 

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Sempre secondo lo studio Coldiretti-Ixe nell’intero periodo estivo 2019 si prevede che siano 39 milioni gli abitanti italiani che andranno in vacanza. Numero stabile rispetto allo scorso anno.
  • La filiera turistica, ovvero le imprese ruotano attorno al comparto turistico (dalla sistemazione alberghiera alla ristorazione, dai  trasporti alle attività ricreative e di intrattenimento)  si compone di 612.000 imprese e rappresenta il 10,1% del sistema produttivo nazionale, superando il settore manifatturiero.
  • L’occupazione nel settore turistico del nostro paese dà lavoro2,7 milioni di persone. Al turismo si deve il 12,6% dell’occupazione nazionale secondo i dati Unioncamere.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it