Vacanze: a luglio prevista la partenza di 17,6 milioni di italiani

La destinazione preferita dagli abitanti italiani è il mare, seguito da montagna e campagna. Crescono anche gli agriturismo che aumentano del 3% – I turisti spenderanno in media 779 euro per persona, 5% in più rispetto allo scorso anno.

Come ogni anno siamo arrivati al primo periodo di esodo estivo per chi si prepara per andare in vacanza. Il mese di luglio è infatti scelto da  17,6 milioni di italiani per la pausa estiva. Circa l’86% sceglierà una meta nello stivale e solo il restante 14 % si recerà all’estero.

Questi sono i dati che Coldiretti ha presentato ieri in uno studio intitolato “La vacanza Made in Italy nel piatto”  davanti a  diecimila agricoltori, provenienti da tutta Italia, al Castello Sforzesco di Milano.

L’occasione per la diffusione dei dati si è presentata durante l’apertura del Villaggio contadino che Coldiretti ha inaugurato insieme alla consueta assegnazione delle bandiere del gusto 2019.

L’analisi, condotta da Coldiretti-Ixe spiega come per un italiano su cinque (21%) la vacanza avrà una una durata massima tra una e due settimane. Solo il 3% si assenterà oltre il mese.

Sette italiani su 10 (70%) preferiranno il mare e solo l’8%  la montagna o la  campagna.

Inoltre ogni abitante italiano spenderà in media  779 euro per persona. Un aumento del 5% rispetto al 2018.

Il 33% (poco più di un italiano su tre) non supererà comunque i 500 euro di spesa, mentre il 42% spenderà tra i  500 e i 1000 euro, e  il 18% tra i 1000 ed i 2000 euro.

Metà degli italiani trascorrerà le vacanze in una casa di proprietà, oppure ospitati da parenti o amici.
Poi nell’ordine abbiamo: case in affitto, alberghi, bed and breakfast, villaggi turistici e agriturismo le cui 23 000 strutture ricettive godranno di un aumento del 3 percento.

 

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Sempre secondo lo studio Coldiretti-Ixe nell’intero periodo estivo 2019 si prevede che siano 39 milioni gli abitanti italiani che andranno in vacanza. Numero stabile rispetto allo scorso anno.
  • La filiera turistica, ovvero le imprese ruotano attorno al comparto turistico (dalla sistemazione alberghiera alla ristorazione, dai  trasporti alle attività ricreative e di intrattenimento)  si compone di 612.000 imprese e rappresenta il 10,1% del sistema produttivo nazionale, superando il settore manifatturiero.
  • L’occupazione nel settore turistico del nostro paese dà lavoro2,7 milioni di persone. Al turismo si deve il 12,6% dell’occupazione nazionale secondo i dati Unioncamere.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by

Iscritto all’ordine dei giornalisti del Piemonte, inizia la sua attività come Web Specialist nel 1996 presso il Politecnico di Torino, durante il quale svolge le sue prime docenze alla Facoltà di Architettura, all’Università di Torino e all’Università Statale di Milano su materie legate alla comunicazione digitale e alla progettazione CAD architettonica. Si occupa da un ventennio di divulgazione scientifica. È direttore responsabile di habitante.it, content farm digitale che si occupa di marketing e comunicazione, nata da un progetto ideato per supportare l’Osservatorio sulla Casa di Leroy Merlin Italia e sviluppato insieme a Unione Nazionale Consumatori.