Torino: a Febbraio la V edizione del Festival del Giornalismo Alimentare

La quinta edizione del Festival del Giornalismo Alimentare si terrà a Torino dal 20 al 22 febbraio 2020 presso il Centro Congressi del Lingotto, in via Nizza 280

Una settimana ci  separa dalla quinta edizione del Festival del Giornalismo Alimentare che si terrà a Torino dal 20 al 22 febbraio 2020.

La prima novità di questa edizione è che per la prima volta il Festival aprirà le sue porte anche al pubblico, che avrà anche l’occasione di incontrare dal vivo alcuni tra i più seguiti personaggi della rete.

Quando il cibo fa notizia e quando la notizia parla di cibo: questa è la sfera di interesse del Festival Internazionale del Giornalismo Alimentare.

.

Tre giorni interamente dedicati a una delle tematiche di maggiore attualità, la comunicazione legata al cibo. Vista attraverso incontri, workshop e un “gustoso” calendario di eventi off, showcooking e degustazioni guidate, rivolti agli addetti ai lavori e aperti al grande pubblico.

Il Festival del Giornalismo Alimentare, in programma a Torino dal 20 al 22 febbraio, lancia una proposta per ridurre i rifiuti alimentari: su Change.Org – la più grande piattaforma per il cambiamento sociale, con più di 9 milioni di utenti in Italia e oltre 250 nel mondo – si può firmare una petizione per rendere obbligatorio l’uso della “Food Bag”, la scatola che ogni ristoratore dovrebbe consegnare ai clienti perportare a casa il cibo pagato e non consumato.

In Italia si sprecano circa 15 miliardi di cibo ogni anno

Esperti nazionali ed internazionali animano l’agorà, accanto alla voce di aziende, istituzioni, blogger e giornalisti di settore.

Il Festival non ha un tema unico. Ogni anno vengono trattati i problemi di informazione e comunicazione legati alla sicurezza e all’educazione alimentare, alla deontologia, al giornalismo finanziario, di inchiesta, di cronaca e di giudiziaria, alla comunicazione sociale e social, alla pubblicità, alle politiche del cibo e alla critica enogastronomica, alle condizioni contrattuali e di lavoro dei giornalisti, al dialogo tra le diverse professioni dell’informazione e della comunicazione e tra le professioni scientifica e quelle dell’informazione, tra aziende, istituzioni e giornalisti.

Verso la quinta edizione del Festival del Giornalismo Alimentare

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • Per la prima volta il Festival, in partnership con la Commissione Europea, la Regione Piemonte e l’Istituto Zooprofilattico, ha consegnato il riconoscimento “Scrivere di cibo” a sei giornalisti che si sono distinti durante l’anno nel raccontare le eccellenze enogastronomiche del territorio piemontese e nell’analisi delle tematiche sulla salute alimentare. Si tratta di Franca Braga di Altroconsumo, Gabriele Beccaria de La Stampa, Anna Scafuri del Tg1, Tarcisio Mazzeo del Tgr Piemonte, Sandro Capitani di Rai Radio 1, Marco Trabucco di Repubblica.
  • Il Festival 2020 offre 20 crediti per la formazione continua dei giornalisti. Ed è già possibile iscriversi ai singoli eventi formativi in cui l’Ordine ha suddiviso il Festival sulla piattaforma Sigef.

Credits immagine in evidenza: Claudio Pasqua

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Post Tags
Share Post
Written by

Iscritto all’ordine dei giornalisti del Piemonte, inizia la sua attività come Web Specialist nel 1996 presso il Politecnico di Torino, durante il quale svolge le sue prime docenze alla Facoltà di Architettura, all’Università di Torino e all’Università Statale di Milano su materie legate alla comunicazione digitale e alla progettazione CAD architettonica. Si occupa da un ventennio di divulgazione scientifica. È direttore responsabile di habitante.it, content farm digitale che si occupa di marketing e comunicazione, nata da un progetto ideato per supportare l’Osservatorio sulla Casa di Leroy Merlin Italia e sviluppato insieme a Unione Nazionale Consumatori.