Riscaldare gli ambienti di casa: legna e pellet quasi introvabili

La crisi energetica nata a causa dell’odierno conflitto in Ucraina e caratterizzata dal rincaro di luce gas ha portato gli italiani a cercare alternative per ripararsi dal freddo.

Riscaldare gli ambienti di casa sta diventando un vero e proprio problema. Infatti, gli italiani davanti alla possibilità di restare senza gas, per il blocco dell’export, o di utilizzarlo ad un costo proibitivo si sono adoperati acquistando stufe a legna e pellet.

Tuttavia, ad oggi questa non è risultata una vera e propria soluzione. In quanto, i combustibili di origine vegetale che hanno raggiunto un costo mai visto prima, sono ormai quasi introvabili.

Riscaldare gli ambienti di casa

Riscaldare gli ambienti di casa: legna e pellet quasi introvabili – pexels victoria akvarel

Stufe a legna e pellet

Legna e pellet, utilizzati ancora oggi come fonte primaria di riscaldamento nelle zone appenniniche e alpine, sono diventate oggetto del desiderio di tantissimi italiani. Non a caso negli ultimi mesi si è assistito ad un incremento delle vendite di stufe a legna e pellet dell’8% nei primi sei mesi dell’anno (reuters). Ed anche quella dei combustibili vegetali, seppur la maggior parte delle volte la domanda, che è in continua crescita, resta insoddisfatta. Di conseguenza, i prezzi sono diventati proibitivi e la materia prima scarseggia.

Riscaldare gli ambienti di casa

Riscaldare gli ambienti di casa: legna e pellet quasi introvabili – pexels max vakhtbovych

Il riscaldamento sostenibile e il blocco dell’export

Stando a questi fatti, dopo il blocco dell’export deciso dai Paesi dell’Est, pare che sia diventato complicato riscaldare gli ambienti di casa anche utilizzando fonti di energia rinnovabile. Ciò perché i combustibili di origine vegetale, come la legna, sono quasi introvabili nei canali di approvvigionamento tradizionali e il loro costo ha raggiunto una soglia a dir poco proibitiva. Tuttavia, nonostante questa situazione sono sempre più ricercati in quanto non possono essere chiusi da un momento all’altro come il gas.

Riscaldare gli ambienti di casa

Riscaldare gli ambienti di casa: legna e pellet quasi introvabili – pexels pavel danilyuk

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Un bancale di faggio di circa 7 quintali è arrivato a 300 euro, mentre nel 2021 in Trentino lo si poteva trovare tra i 150 e i 170. Stessa discorso per i pellet: il prezzo è quasi triplicato, passando da circa 5 agli attuali 13-14 euro per un sacco da 15 chilogrammi.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Scritto da

Fotografa, scrittrice e designer. Laureata in Scienze Politiche Sociali e Internazionali presso l'Alma Mater Studiorum e specializzata in Marketing e Comunicazione nel settore del fashion e del design a L.UN.A - la Libera Università delle Arti. Ha collaborato con la Caucaso Factory all'opera cinematografica "Lucus a Lucendo. A proposito di Levi" e con ONG come Mani Tese e ActionAid a progetti su temi quali l’Innovazione Sociale, l'Inclusione Sociale e la Sostenibilità. Sperimenta non solo strumenti fotografici e videografici, ma anche diverse tecniche di scrittura, dai reportage ai saggi.