Vai al contenuto
International Kissing Day: il giorno dedicato al "bacio"

Oggi è l’International Kissing Day: il giorno dedicato al “bacio”

Condividi L'articolo su

In occasione dell’International Kissing Day, ecco come ci si bacia nel mondo.

Oggi è l’International Kissing Day: il giorno dedicato al “bacio”. Baciarsi (bene) è importante. La statistica conferma che il numero di baci che una coppia si scambia è direttamente proporzionale al livello di soddisfazione e di intesa. Uno studio riportato dal sito del Time, conferma che il 59% degli uomini e il 66% delle donne ha interrotto una relazione solo perché il partner non baciava bene o abbastanza. Ovvio anche il contesto è importante. Ma iniziamo per gradi…

Quando è solo un saluto di affetto tra amici o conoscenti in paesi come Italia e in Spagna si dà con due baci sulle guance. Per la Francia i baci variano da due  a quattro, a seconda della regione in cui ci troviamo. Mentre in Brasile, gesto considerato più intimo, può passare per un gesto maleducato. In Germania, Polonia, Canada e Stati Uniti ci si saluta con un abbraccio, cosa che è vera anche in Svezia, Norvegia e Danimarca, ma quando si è amici, altrimenti meglio un saluto verbale. In Russia non è molto diffuso nonostante il celebre bacio “politico” sulla bocca tra il leader tedesco orientale Erich Honecker e del sovietico Leonid Breznev immortalato poi anche sul muro di Berlino.

E quando diventa più di un saluto?

.
Si parla di bacio alla francese o meglio bacio alla fiorentina. Molti infatti pensano che  il “french kiss” sia nato in Francia,  ma non è così:  è nato in Italia. Per la precisione a Firenze. La prova delle origini italiane è nell’espressione francese “baiser à la florentine”, utilizzata per la prima volta nel romanzo erotico Vénus dans le cloître, scritto (probabilmente) nel 1672 da l’Abbé du Prat.
I termini sia in lingua italiana che inglese per nominare questo gesto sono vari e coloriti: pomicio, pomiciare, limonare o limonata (con significato crescente di volgarità o spregiativa). In inglese to smooch, to pucker up, to make out, to neck, to pet, to suck face, to buss, to plant a smacker, to greet. WikiHow all’occorrenza ha preparato una specie di guida for dummies per imparare baciare alla francese/fiorentina. 
.
Oggi è l’International Kissing Day: il giorno dedicato al "bacio"
Foto: Shutterstock By 4 PM production

Paese che vai…

In India è vietatissimo. Anni fa, l’attore Richard Gere rischiò il carcere  e fece scoppiare un polverone nazionale quando per una campagna a favore della lotta all’Aids a New Delhi, baciò in pubblico l’attrice Shilpa Shetty: accuse di oscenità e il rischio di ripercussioni legali.

Celebre e  peculiare è  bacio eschimese: si tratta di un bacio olfattivo molto intimo, perché oltre al contatto fisico generalmente con il proprio partner, è il senso dell’olfatto a prevalere. È attraverso il naso che infatti percepiamo i feromoni, sostanze biochimiche che hanno funzione di inviare segnali, ad esempio di attrattività, ad altri individui della stessa specie.

Oggi è l’International Kissing Day: il giorno dedicato al “bacio”

Anche in Tailandia si usa frequentemente dato che ogni forma di contatto esibita è da ritenersi disdicevole. Così per risultare accettabile anche in pubblico una effusione deve limitarsi al gesto di avvicinare il naso alle labbra dell’innamorato: inspirando intensamente si dimostra così la propria passione.

In alcune regioni della Cina, come anche in Kenia, un contatto tra  labbra è considerato poco igienico.

Oltre all’India esistono altre regioni del mondo dove è espressamente vietato dalla legge baciarsi in pubblico sono paesi come la Malesia (neppure prendersi per mano in pubblico è consentito); Dubai; Halethorpe, Maryland (U.S.A); Guanajuato, Messico; Iowa, Stati Uniti.
International Kissing Day: il giorno dedicato al "bacio"
Foto: Sthutterstock By WAYHOME studio

Babbel, in occasione dell’International Kissing Day ha preparato un divertente  video  dal titolo “come baciare in 9 lingue”

Oggi è l’International Kissing Day: il giorno dedicato al “bacio”

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • La Giornata Internazionale del Bacio nasce nel Regno Unito negli anni ’90, primo paese lipstick addicted, ovvero grande consumatore di rossetto per labbra. L’ Italia è il secondo, davanti a tedeschi, francesi e spagnoli, come conferma uno studio di  TechSci Global market research. Il mercato globale dei cosmetici per le labbra raggiungerà i 2.4 miliardi di dollari entro il 2023, si legge sempre nello studio. Un settore dunque di grande interesse commerciale.
  • I maggiori consumatori di rossetto sono proprio i ragazzi della Generazione Z o Centennials (conosciuta anche come iGen, Post-Millennials o Plurals) che sono quelli nati dopo i Millennials. Sono i nati dal 1995 fino al 2010. Sono proprio questi che si truccano per i selfie a suon di social, tutorial, foto su instagram e video su youtube.
  • Con un bacio appassionato di 10 secondi condividiamo circa 80 milioni di batteri. Ma secondo la  Netherlands Organisation for Applied Scientific Research, non fa male, anzi: rinforza le nostre difese immunitarie.
  • Instagram ha pensato di celebrare la libertà di amare con alcuni dei baci e dei post più belli delle ultime settimane. Li trovate su  #internationalkissingday

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Condividi L'articolo su

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Seguici su

Cerchi ispirazione?

Iscriviti alla nostra newsletter

News