Oggi è l’International Kissing Day: il giorno dedicato al “bacio”

In occasione dell’International Kissing Day, ecco come ci si bacia nel mondo.

Oggi è l’International Kissing Day: il giorno dedicato al “bacio”. Baciarsi (bene) è importante. La statistica conferma che il numero di baci che una coppia si scambia è direttamente proporzionale al livello di soddisfazione e di intesa. Uno studio riportato dal sito del Time, conferma che il 59% degli uomini e il 66% delle donne ha interrotto una relazione solo perché il partner non baciava bene o abbastanza. Ovvio anche il contesto è importante. Ma iniziamo per gradi…

Quando è solo un saluto di affetto tra amici o conoscenti in paesi come Italia e in Spagna si dà con due baci sulle guance. Per la Francia i baci variano da due  a quattro, a seconda della regione in cui ci troviamo. Mentre in Brasile, gesto considerato più intimo, può passare per un gesto maleducato. In Germania, Polonia, Canada e Stati Uniti ci si saluta con un abbraccio, cosa che è vera anche in Svezia, Norvegia e Danimarca, ma quando si è amici, altrimenti meglio un saluto verbale. In Russia non è molto diffuso nonostante il celebre bacio “politico” sulla bocca tra il leader tedesco orientale Erich Honecker e del sovietico Leonid Breznev immortalato poi anche sul muro di Berlino.

E quando diventa più di un saluto?

.
Si parla di bacio alla francese o meglio bacio alla fiorentina. Molti infatti pensano che  il “french kiss” sia nato in Francia,  ma non è così:  è nato in Italia. Per la precisione a Firenze. La prova delle origini italiane è nell’espressione francese “baiser à la florentine”, utilizzata per la prima volta nel romanzo erotico Vénus dans le cloître, scritto (probabilmente) nel 1672 da l’Abbé du Prat.
I termini sia in lingua italiana che inglese per nominare questo gesto sono vari e coloriti: pomicio, pomiciare, limonare o limonata (con significato crescente di volgarità o spregiativa). In inglese to smooch, to pucker up, to make out, to neck, to pet, to suck face, to buss, to plant a smacker, to greet. WikiHow all’occorrenza ha preparato una specie di guida for dummies per imparare baciare alla francese/fiorentina. 
.
Oggi è l’International Kissing Day: il giorno dedicato al "bacio"

Foto: Shutterstock By 4 PM production

Paese che vai…

In India è vietatissimo. Anni fa, l’attore Richard Gere rischiò il carcere  e fece scoppiare un polverone nazionale quando per una campagna a favore della lotta all’Aids a New Delhi, baciò in pubblico l’attrice Shilpa Shetty: accuse di oscenità e il rischio di ripercussioni legali.

Celebre e  peculiare è  bacio eschimese: si tratta di un bacio olfattivo molto intimo, perché oltre al contatto fisico generalmente con il proprio partner, è il senso dell’olfatto a prevalere. È attraverso il naso che infatti percepiamo i feromoni, sostanze biochimiche che hanno funzione di inviare segnali, ad esempio di attrattività, ad altri individui della stessa specie.

Oggi è l’International Kissing Day: il giorno dedicato al “bacio”

Anche in Tailandia si usa frequentemente dato che ogni forma di contatto esibita è da ritenersi disdicevole. Così per risultare accettabile anche in pubblico una effusione deve limitarsi al gesto di avvicinare il naso alle labbra dell’innamorato: inspirando intensamente si dimostra così la propria passione.

In alcune regioni della Cina, come anche in Kenia, un contatto tra  labbra è considerato poco igienico.

Oltre all’India esistono altre regioni del mondo dove è espressamente vietato dalla legge baciarsi in pubblico sono paesi come la Malesia (neppure prendersi per mano in pubblico è consentito); Dubai; Halethorpe, Maryland (U.S.A); Guanajuato, Messico; Iowa, Stati Uniti.
International Kissing Day: il giorno dedicato al "bacio"

Foto: Sthutterstock By WAYHOME studio

Babbel, in occasione dell’International Kissing Day ha preparato un divertente  video  dal titolo “come baciare in 9 lingue”

Oggi è l’International Kissing Day: il giorno dedicato al “bacio”

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • La Giornata Internazionale del Bacio nasce nel Regno Unito negli anni ’90, primo paese lipstick addicted, ovvero grande consumatore di rossetto per labbra. L’ Italia è il secondo, davanti a tedeschi, francesi e spagnoli, come conferma uno studio di  TechSci Global market research. Il mercato globale dei cosmetici per le labbra raggiungerà i 2.4 miliardi di dollari entro il 2023, si legge sempre nello studio. Un settore dunque di grande interesse commerciale.
  • I maggiori consumatori di rossetto sono proprio i ragazzi della Generazione Z o Centennials (conosciuta anche come iGen, Post-Millennials o Plurals) che sono quelli nati dopo i Millennials. Sono i nati dal 1995 fino al 2010. Sono proprio questi che si truccano per i selfie a suon di social, tutorial, foto su instagram e video su youtube.
  • Con un bacio appassionato di 10 secondi condividiamo circa 80 milioni di batteri. Ma secondo la  Netherlands Organisation for Applied Scientific Research, non fa male, anzi: rinforza le nostre difese immunitarie.
  • Instagram ha pensato di celebrare la libertà di amare con alcuni dei baci e dei post più belli delle ultime settimane. Li trovate su  #internationalkissingday

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Share Post
Written by

Iscritto all’ordine dei giornalisti del Piemonte, inizia la sua attività come Web Specialist nel 1996 presso il Politecnico di Torino, durante il quale svolge le sue prime docenze alla Facoltà di Architettura, all’Università di Torino e all’Università Statale di Milano su materie legate alla comunicazione digitale e alla progettazione CAD architettonica. Si occupa da un ventennio di divulgazione scientifica. È direttore responsabile di habitante.it, content farm digitale che si occupa di marketing e comunicazione, nata da un progetto ideato per supportare l’Osservatorio sulla Casa di Leroy Merlin Italia e sviluppato insieme a Unione Nazionale Consumatori.