Oggi è l’Obesity Day: dimagrire con 10 consigli di un’esperta nutrizionista

Amate mangiare senza regole e stare seduti tutto il giorno davanti alla TV? Provate a cambiare le cattive abitudini. Con i consigli degli esperti.  

Oggi è l’Obesity Day (www.obesityday.org), la Giornata Nazionale di sensibilizzazione nei confronti dell’Obesità. Una campagna promossa da ADI, l’Associazione Dietetica Italiana. L’Azienda Socio Sanitaria Gaetano Pini-CTO ha scelto di aderire all’iniziativa, mettendo a disposizione le esperte di Nutrizione Clinica gratuitamente.

Obesity Day

Dalle 9:30 alle ore 13:00, l’ASST allestisce un punto informativo a Milano, presso il Presidio Pini. Qui, le nutrizioniste e dietiste della Nutrizione Clinica, offriranno il loro servizio gratuitamente. Verranno effettuate misurazione dell’altezza e della circonferenza, calcolando anche l’indice di massa corpora (BMI). In seguito, daranno consigli e materiale informativo.

La Dottoressa Michela Barichella, Responsabile della Nutrizione Clinica dell’ASST Gaetao Pini-CTO, ha ricordato l’importanza della prevenzione sul tema dell’obesità: “È necessario informare gli utenti e fare prevenzione sul tema dell’obesità e del sovrappeso visto che l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha definito la diffusione di tali condizioni come un’epidemia globale. L’accumulo eccessivo di grasso corporeo, infatti, è un fattore di rischio per lo sviluppo di numerose patologie quali diabete mellito tipo 2, ipercolesterolemia e ipertrigliceridemia, steatosi epatica, ipertensione arteriosa, malattie cardiovascolari, sindrome delle apnee notturne e osteoartrosi“.

.

Foto di Lightspring per Shutterstock

.

I consigli della nutrizionista

Proprio così, l’obesità è un’emergenza nazionale spesso sottovalutata. Ma ci sono piccole cose che possiamo fare, ogni giorno, per correggere la nostra alimentazione. La nutrizionista Barichella ci ha suggerito dieci consigli per migliorare le nostre abitudini alimentari e i nostri stili di vita.

  1. Smettila di essere pigro

Spesso ciò che determina il nostro peso è uno stile di vita sedentario. Il lavoro, gli studi e gli impegni quotidiani non ci permetto di svolgere attività fisica. Basterebbe semplicemente camminare a passo svelto, tre volte a settimana, per un tempo di 45 minuti. Camminare ha diversi benefici sulla nostra salute. Per prima cosa aiuta a ridurre il rischio del diabete, poiché si riesce a metabolizzare più velocemente il livello del glucosio nel sangue. Inoltre, aiuta a perdere peso e riduce il rischio di malattie cardiovascolari, grazie alla corretta circolazione del sangue che contribuisce a migliorare l’ossigenazione in tutto il corpo.

  1. Non esagerare con i condimenti

Bisogna imparare a limitare i condimenti: basta un solo cucchiaio di olio d’oliva per ogni pasto. Per variare si può scegliere anche il burro, ma senza esagerare. La quantità adatta deve corrispondere ad una zolletta di zucchero.

  1. Non digiunare: ogni pasto è importante

Lo sapevi che non bisogna mai rinunciare alla colazione? Secondo alcuni studi, il consumo regolare della prima colazione ridurrebbe il rischio di sviluppare l’obesità, il diabete e gli eventi cardiovascolari. Durante la giornata bisogna consumare altri due pasti e due spuntini. Il trucco è: mangiare poco, ma spesso. È importante inoltre masticare ogni boccone con calma.

  1. Sì alle verdure a volontà e sì alla pasta… la frutta? meglio non esagerare!

La pasta, il pane o le patate, se assunte nella giusta quantità aiutano il corpo a sentirsi sazio. Lo stesso discorso vale anche per le verdure: se ne può mangiare fino a saziarsi, ma con poco condimento. La frutta in quantità è un mito da sfatare: non bisogna mangiare più di due frutti al giorno. Inoltre, deve essere ben lavata e masticata. Assumerla con la buccia aiuta ad aumentare le fibre in circolo, necessarie per una corretta funzione intestinale.

Obesity Day

Foto di di Yuriy Maksymiv su Shutterstock

 

  1. Non bisogna esagerare con l’alcool

Assumere alcool in modo eccessivo non aiuta il nostro corpo ad eliminare i grassi. Un bicchiere di vino o di birra ogni tanto possono bastare. Bisogna piuttosto favorire l’acqua: la corretta assunzione equivale a 2 litri al giorno.

  1. Sì al pesce

Bisogna introdurre il pesce nella dieta, almeno due volte a settimana. È preferibile consumare il pesce fresco o in alternativa quello surgelato, purché sia di qualità.

  1. Obiettivi raggiungibili

Dimagrire velocemente ed eccessivamente è nocivo per la nostra salute. L’ideale è perdere circa 500 grammi ogni settimana. “Dieta” significa letteralmente “regime di vita”, ciò vuol dire che non bisogna viverlo come un periodo tragico, ma come una sfida con se stessi per migliorare il proprio benessere.

  1. Sii costante

Se sei riuscito a raggiungere lo scopo, devi ricordarti di mantenere il dimagrimento. Evita la “sindrome yoyo”, ovvero l’oscillazione del peso. Bisogna rimanere costanti anche dopo il raggiungimento di un obiettivo.

  1. Sì alla dieta, ma con piacere

Mangiare è un piacere e deve esserlo anche durante la dieta. Proprio per questo è necessario variare cibi e ricette e, soprattutto, imparare a sperimentare.

  1. Rivolgersi sempre a uno specialista

Non bisogna mai improvvisarsi nutrizionisti optando per le “diete fai da te”, poiché sono molto dannose per la salute. Bisogna sempre farsi seguire da uno specialista e sceglierlo con attenzione.

 

Foto di copertina: Foto di Africa Studio su Shutterstock

 

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

  • Secondo uno studio dei ricercatori Phil Edwards e Ian Roberts, della London School of Hygiene & Tropical Medicine, le conseguenze dell’aumento di persone in sovrappeso ricadranno anche sull’ambiente. Infatti, aumenteranno le emissioni di gas serra in atmosfera, causa dei cambiamenti climatici.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by