Vai al contenuto
decreto legge ad hoc

Nuovo Superbonus 2024: Novità Fiscali e Interventi Energetici per Redditi Bassi

Condividi L'articolo su

Il 2024 porta con sé significative novità per il mondo dei bonus fiscali in Italia, con l’introduzione di un Nuovo Superbonus destinato specificamente ai redditi bassi. Questa agevolazione fiscale è finanziata attraverso i fondi derivanti dalla revisione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr). Rappresenta un cambiamento significativo rispetto ai precedenti dibattiti sulle detrazioni fiscali. Nel contesto di abitazioni private di famiglie a basso reddito, il Nuovo Superbonus 2024 si distingue per il coinvolgimento diretto delle Energy Service Company (Esco), società specializzate in interventi volti a migliorare l’efficienza energetica.

Nuovo Superbonus 2024: fondi del Pnrr e novità

I fondi derivanti dal Pnrr, ammontanti a 1 miliardo e 380 milioni di euro, costituiranno la base finanziaria per consentire agli italiani di effettuare interventi sulle proprie abitazioni. Tuttavia, a partire dal 2024, si assisterà a un cambiamento significativo: la percentuale di detrazione del Nuovo Superbonus 2024 sarà ridotta al 70% per condomini e persone fisiche al di fuori delle attività di impresa, arte e professione. Tale percentuale si applicherà agli interventi su edifici composti da due a quattro unità immobiliari, anche se posseduti da un unico proprietario o in comproprietà.

Importante notare che la cessione del credito e lo sconto in fattura non saranno più possibili. L’unica ‘opzione rimarrà esclusivamente la detrazione in 10 anni.

Passaggio da Superbonus
Canva

Nuovo Superbonus 2024 e interventi dalle Esco: di cosa si tratta?

Il cuore del Nuovo Superbonus 2024 sarà rappresentato dagli interventi diretti delle Energy Service Company (Esco). Queste imprese sono specializzate in servizi tecnici, commerciali e finanziari. Si assumono l’onere dell’investimento e il rischio di mancato risparmio.

L’Esco opera attraverso accordi contrattuali in cui vengono definiti i propri guadagni. Fornisce le risorse finanziarie e le competenze tecniche necessarie per realizzare gli interventi di efficienza energetica.

I settori di intervento delle Esco comprendono la produzione di energia da cogenerazione, interventi nell’illuminazione per migliorare l’efficienza energetica, ottimizzazione dei consumi elettrici. E ancora, recupero di energia termica da fumi esausti, produzione di energia da fonti rinnovabili e consulenza per il miglioramento dell’efficienza energetica degli usi finali e la riqualificazione energetica degli edifici.

È fondamentale sottolineare che questo nuovo approccio subentrerà effettivamente nel 2025, con la definizione del meccanismo finanziario, dei criteri di intervento e la selezione del partner operativo previsti entro la metà del 2024.

Condividi L'articolo su

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Seguici su

Cerchi ispirazione?

Iscriviti alla nostra newsletter

News