Matera. La città dei sassi colpita da alluvione si sta riprendendo

A Matera la situazione è a dir modo disastrosa: un evento atmosferico fuori dalla norma che ha tenuto impegnati i soccorritori dopo quattro ore di tromba d’aria, che nella notte tra lunedì e martedì ha spazzato in lungo e in largo la fascia jonica.

Tra le città la più danneggiata è stata Policoro, dove decine di centri sono senza corrente e luce poiché il vento impetuoso ha divelto letteralmente i pali che sostenevano i cavi elettrici.

Numerosi anche i tetti di abitazioni che sono stati completamente divelti dalla potenza del vento che nel cuore della notte tra lunedì e martedì ha spazzato a circa 120 chilometri orari senza lasciare tregua alle agricole e alle abitazioni rurali.

Da giorni i tecnici di Enel Servizio nazionale ed Enel Sole sono al lavoro per mettere in funzione almeno  l’illuminazione, mentre squadre d’emergenza della Telecom lavorano alle linee telefoniche.

Il sindaco Enrico Mascia ha immediatamente inviato uomini e mezzi per mettere in sicurezza e liberare le strade dagli alberi abbattuti. Tuttavia ancora non è possibile stimare gli ingenti danni degli agricoltori che sono stati colpiti nella zona tra Scanzano Jonico e Nova Siri-Rotondella, con epicentro sempre nell’area di Policoro.

 

 

Il nubifragio che ha colpito i rioni Sassi hanno trasformato Matera (che come Capitale europea della Cultura 2019 inaugurava la nuova stazione centrale delle Fal) ha traformato l’aspetto della città. In particolare sono stati distrutti intere porzioni della pavimentazione in basolato Bruno Buozzi.

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha chiamato il sindaco di Matera Raffaello De Ruggieri per comprendere meglio le difficoltà incontrate dopo questo disastro naturale.

 

In copertina: Foto di repertorio di thanatphoto Shutterstock

M

Matera 2019: da “Vergogna d’Italia” a “Capitale Europea della Cultura”

Pillole di curiosità –  Io non lo sapevo e tu?

  • Matera è la terza città più antica del mondo (10.000 anni fa), dopo Aleppo (13.000) e Gerico (12.000).
  • Dal 2012, Matera è stata la location di 12 riprese cinematografiche, tra film, cortometraggi e fiction. L’ultimo  è il film di 007 «No time to die». Con 800 materani che si sono messi al lavoro per costruire i 32 set e assistere il regista Fukunaga.

 

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

 

Post Tags
Share Post
Written by

Iscritto all’ordine dei giornalisti del Piemonte, inizia la sua attività come Web Specialist nel 1996 presso il Politecnico di Torino, durante il quale svolge le sue prime docenze alla Facoltà di Architettura, all’Università di Torino e all’Università Statale di Milano su materie legate alla comunicazione digitale e alla progettazione CAD architettonica. È direttore responsabile di habitante.it, content farm digitale che si occupa di marketing e comunicazione, nata da un progetto ideato per supportare l’Osservatorio sulla Casa di Leroy Merlin Italia e sviluppato insieme a Unione Nazionale Consumatori.