Vai al contenuto
smart home

Gli italiani vogliono una tecnologia sostenibile e per tutti: lo studio di Samsung e PoliMi

Condividi L'articolo su

Gli italiani sono a favore delle nuove tecnologie e vogliono una tecnologia sostenibile. In particolare auspicano che le aziende tecnologiche si focalizzino sulla sostenibilità, seguita dalla formazione e dall’accesso a portata di tutti. Lo rivela un recente studio di Samsung e PoliMi.

Smart Agriculture: coltivazione intelligente e sostenibile con lo IoT

Tecnologia sostenibile per il futuro

Il 62% degli italiani pensa che il digitale possa contribuire alla riduzione dell’impatto ambientale, il 49% lo ritiene motore di progresso sociale e il 47% uno strumento per la riduzione delle disuguaglianze e la promozione di una società più inclusiva ed equa.

La ricerca di Samsung, condotta in collaborazione con il Politecnico di Milano, definisce le macro-tendenze e gli scenari digitali del futuro secondo le aspettative degli italiani nei confronti delle aziende tecnologiche e delle loro innovazioni. La ricerca è stata effettuata su un campione di 1000 persone, rappresentativo di tutta la popolazione dai 18 ai 65 anni, residente in Italia nel mese di ottobre 2021.

Sostenibilità e smart home

Secondo lo studio, la Smart Home, cioè la casa innovativa, è il luogo da dove partire per ridurre il proprio impatto sull’ambiente: il 54% degli intervistati crede che la casa intelligente possa controllare e ridurre i consumi e il 37% ritiene che la casa connessa renda la propria vita domestica più sostenibile.

La sostenibilità inoltre è tra le caratteristiche più rilevanti per una città intelligente. Per il 48% degli intervistati la Smart City deve rispecchiare l’idea di un luogo sostenibile nel pieno rispetto del pianeta e delle esigenze del singolo.

Termostati smart: funzionamento ed installazione per una nuova tecnologia

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Per migliorare la qualità della vita e il futuro gli italiani credono che le aziende tecnologiche debbano mettere al centro della propria strategia la sostenibilità, la formazione e una maggiore accessibilità della tecnologia affinché sia davvero alla portata di tutti, rispettivamente dal 54%, 27% e 19% degli intervistati.
  • L’87% degli intervistati è fiducioso che la tecnologia impatterà positivamente anche sulla qualità dell’istruzione e il 30% del campione immagina una didattica dove la realtà aumentata consentirà di seguire lezioni in aula o da remoto.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Condividi L'articolo su

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Seguici su

Cerchi ispirazione?

Iscriviti alla nostra newsletter

News