Festival dello sviluppo sostenibile: educare gli abitanti di domani

In occasione della giornata mondiale dell’ambiente, ASviS – Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile – ha organizzato il Festival dello sviluppo sostenibile, con tema centrale l’educazione degli abitanti di domani.

La Giornata mondiale dell’ambiente, in inglese denominata World Environment Day o con il diminutivo WED, viene celebrata ogni 5 giugno. Si tratta di una festività proclamata nel 1972 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite in occasione dell’istituzione del Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente. Una data importante per il mondo, che in Italia – esattamente a Roma – viene omaggiata con il lancio del Festival dello sviluppo sostenibile.

Festival dello Sviluppo Sostenibile - ASviS

Festival dello Sviluppo Sostenibile – ASviS – Il programma

SALUTE, ALIMENTAZIONE E AGRICOLTURA SOSTENIBILE: EDUCARE GLI ABITANTI DI DOMANI

Mercoledì 5 GIUGNO

MIUR Sala Aldo Moro, Viale di Trastevere, 76/A | Roma ore 9.30

Massimiliano Giansanti, Presidente Confagricoltura, Andrea Alemanno, Responsabile Ipsos e CSR, Marcella Gargano e Giuseppe Valditara del MIUR,  Mario Iannotti del MATTM, sono alcuni dei partecipanti del convegno organizzato da ASviS e Barilla Center For Food & Nutrition, sul delicato equilibrio tra uomo, ambiente, cibo e risorse naturali, essenziale per assicurare il raggiungimento di tutti gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile entro il 2030. L’evento ha l’obiettivo di evidenziare il ruolo centrale dell’educazione per comprendere gli attuali squilibri del sistema alimentare: la contrapposizione fame e obesità; l’ipersfruttamento delle risorse naturali; lo spreco di cibo lungo la filiera. Si intende inoltre approfondire il livello di conoscenza che i giovani hanno delle attuali sfide alimentari e ambientali, attraverso la presentazione dei risultati di un’indagine su base nazionale. L’evento propone un dibattito multidisciplinare tra istituzioni, mondo scolastico, società civile e attori del settore agro-alimentare per identificare sfide e prospettive future.

Il programma – Festival dello Sviluppo Sostenibile

09.30 –9.40

Saluti introduttivi

Angelo Riccaboni, Università di Siena, Coordinatore GdL SDG2 ASviS

09.40 –10.00

Discorso di apertura:

Giuseppe Valditara, Capo Dipartimento per la Formazione Superiore e per la Ricerca, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

10.00 -10.25

I giovani, gli SDGs e il cibo

Presentazione dei risultati dell’indagine, IPSOS Italia

Andrea Alemanno, Responsabile Ipsos per Ricerche sulla Sostenibilità e CSR

10.25 –12.00

Commento di Enrico Giovannini, Portavoce ASviS (contributo video)

Tavola Rotonda

Marcella Gargano, Vice Capo di Gabinetto e Dirigente Generale degli Uffici di diretta collaborazione del Ministro, Ministero Istruzione, Università e Ricerca

Mario Iannotti, Direzione Generale Sviluppo Sostenibile, Ministero dell’Ambiente

Gabriele Riccardi, Professore di Endocrinologia e Malattie del Metabolismo, Università di Napoli “Federico II”;

Massimiliano Giansanti, Presidente Confagricoltura

Massimo Gigliotti, Coordinatore Sdsn Youth –Mede Friday for Future Siena

Modera: Maria Concetta Mattei, Giornalista e Conduttrice RAI

12.00 – 12.15

Cibo, Persone e Pianeta –Educare le nuove generazioni alla sostenibilità

Premiazione dei vincitori del concorso nazionale “Noi, il cibo, il nostro Pianeta – IN ACTION”

12.15 –12.45

Tavola Rotonda con gli insegnanti vincitori

Didattica per la Sostenibilità: Sfide e Prospettive Future

Modera: Sonia Massari, Direttrice GustoLab International

12.45 –13.00

Conclusioni

Gian Paolo Cesaretti, Coordinatore GdL SDG2 ASVIS

Organizzato dall’Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile, il Festival si inserisce nei 17 obiettivi di sviluppo sostenibile previsti dall’Agenda 2030 ONU. Tra questi povertà e disuguaglianze; parità di genere; qualità dell’ambiente; salute e alimentazione. A favore di dialogo e condivisione di buone pratiche nei settori.

SE TI È PIACIUTO L’ARTICOLO  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by