COVID-19: come affrontare psicologicamente l’epidemia

Un libro che, partendo dalle nostre paure e analizzando le nostre singolarità, ci aiuta ad avere comportamenti e atteggiamenti utili e comprensivi per migliorare il rapporto con noi stessi e con gli altri

La paura racconta molto di noi e del nostro sistema immunitario

Siamo in Italia.Il secondo centro di un’epidemia che due mesi fa credevamo lontana, troppo lontana per interessare un paese come il nostro. La paura di un virus che velocemente ha vietato di abbracciarci, stringerci le mani, stare vicini. L’aumento del conteggio dei morti giornalieri  in ospedale, da scene che sembrano da film di guerra e dal rischio così facile di essere contagiati se non restiamo chiusi in casa.
È comprensibile che arrivi un momento di sconforto.  L’emergenza sanitaria è, dunque, anche un’emergenza psicologica.
Siamo diversi: persone sole, famiglie numerose, ragazzi, adolescenti, bambini, ma c’è anche chi parte già con un vissuto complicato e per questo è ancora più fragile. E allora le domande si moltiplicano e così le nostre paure. Riuscirò a tollerare tanta solitudine?
.
E se perdessi il lavoro? E se qualcuno dei miei cari si ammalasse? Sono in grado di fronteggiare questa emergenza?
.
Non esiste un modo giusto per affrontare l’emergenza e il suo impatto sulle nostre vite, tuttavia può essere utile analizzare il rapporto tra chi siamo, quale fase della nostra vita viviamo e l’epidemia.  Le riflessioni in questo libro possono aiutare a prenderne consapevolezza.

Manuela Romagnoli è neuropsichiatra infantile e psicoterapeuta

.

Si occupa da molti anni della terapia dei disturbi depressivi, emotivi, d’ansia e delle psicopatologie in età evolutiva, con particolare esperienza nelle dipendenze affettive e comportamentali e nelle patologie narcisistiche. Gran parte del suo lavoro è rivolto ad aiutare le persone ad acquisire strumenti di comprensione del funzionamento psichico e relazionale, attraverso corsi rivolti a ragazzi, adulti e genitori.

In alto foto di  Orna Wachman su Pixabay

Carenza di vitamina D fattore di rischio per infezione da Coronavirus?

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo, e tu? 

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Post Tags
Share Post
Written by

Iscritto all’ordine dei giornalisti del Piemonte, inizia la sua attività come Web Specialist nel 1996 presso il Politecnico di Torino, durante il quale svolge le sue prime docenze alla Facoltà di Architettura, all’Università di Torino e all’Università Statale di Milano su materie legate alla comunicazione digitale e alla progettazione CAD architettonica. Si occupa da un ventennio di divulgazione scientifica. È direttore responsabile di habitante.it, content farm digitale che si occupa di marketing e comunicazione, nata da un progetto ideato per supportare l’Osservatorio sulla Casa di Leroy Merlin Italia e sviluppato insieme a Unione Nazionale Consumatori.