Condominio: a controllare il gas è l’amministratore

Con il caro bollette l’amministratore condominiale dovrà essere impegnato a controllare il consumo del gas. Ecco cosa succederà.

L’amministratore condominiale avrà un ruolo fondamentale per il controllo del gas: data la situazione del caro bollette, sarà suo compito monitorare i consumi energetici del palazzo.

L’amministratore dovrà controllare i consumi in base al piano di razionalizzazione che entrerà in vigore a breve e stare molto attento a non sforare i costi.

Multe per chi supera il limite dei consumi?

La normativa al momento non prevede sanzioni specifiche per il mancato rispetto dei limiti imposti dal limite, se non controlli a campione, il concetto di buon senso dell’amministratore di condominio diventa un fattore cruciale.

Si parla di solidarietà fra condomini che consentirà di adeguarsi ai limiti, per non sforare il budget famigliare e contenere i costi. Per il responsabile diventerà importante controllare regolarmente il funzionamento dell’impianto di riscaldamento, facendo eseguire le manutenzioni programmate.

Inoltre, inviando dati ed informazioni circa i consumi, terrà l’attenzione alta per tutto il periodo necessario. Il rischio di vedere sempre più condomini morosi è alto e, nel caso in cui non ci fosse un fondo cassa consistente per far fronte ai costi crescenti, si potrebbe arrivare, nei casi estremi, alla riduzione del gas erogato se non alla chiusura totale dei rubinetti.

Ecco perché il prezzo del gas è aumentato così tanto nell’ultimo anno

Post Tags
Share Post
Written by