Come funziona il Bonus matrimonio 2023 per le giovani coppie?

Condividi L'articolo su

Il Bonus matrimonio 2023 proposto dalla Lega è stato approvato. Ecco tutto quello che c’è sapere.

Il Bonus matrimonio 2023 è un’agevolazione prevista per il settore wedding ed è destinata alle coppie che desiderano ufficializzare la loro unione. Inizialmente era stato pensato solamente per le giovani coppie interessate al rito religioso. Tuttavia, in un secondo momento è stato esteso anche alle unioni civili.

incentivi per giovani coppie

Bonus matrimonio 2023 approvato per le giovani coppie – pexels emma bauso

Bonus matrimonio 2023: come funziona?

Questo incentivo pensato come agevolazione per le famiglie e le giovani coppie è stato presentato alla Camera dai deputati della Lega Domenico Furgiuele, Simone Billi, Ingrid Bisa, Alberto Gusmeroli ed Erik Pretto. Grazie al Bonus matrimonio 2023 è possibile ottenere dal primo gennaio del 2023 una detrazione lorda del 20% su un tetto massimo di 20.000 euro per tutto l’occorrente per l’organizzazione della cerimonia. Questo verrà elargito dai due coniugi come rimborso delle spese dichiarate su un periodo di cinque anni. In particolare, per beneficiarne è necessario:

  • Presentare i documenti che attestano spese entro i 20.000 euro.
  • Dimostrare che le spese siano state effettuate in Italia.
Bonus matrimonio 2023

Bonus matrimonio 2023 approvato per le giovani coppie – pexels terje sollie

A chi è rivolto l’incentivo?

Per usufruire del Bonus matrimonio 2023 è necessario possedere determinati requisiti. Infatti, il Bonus è rivolto alle coppie under 35 con ISEE, al 31 dicembre 2022, non superiore a 23.000 euro e non superiore a 11.500 euro a persona. Inoltre, per beneficiarne è necessario essere in possesso della cittadinanza italiana da almeno dieci anni e organizzare la cerimonia di nozze in Italia. Tuttavia, al momento la procedura per richiedere effettivamente il Bonus non è ancora stata ben definita.

Bonus matrimonio 2023

Bonus matrimonio 2023 approvato per le giovani coppie – pexels terje sollie

Quali sono le spese coperte dal Bonus?

Il Bonus matrimonio 2023 è un aiuto per supportare le coppie che desiderano ufficializzare la loro unione sia con rito religioso, sia con rito civile. In particolare, le spese coperte dal Bonus sono:

  • Acquisto di abiti e accessori da cerimonia
  • Allestimenti floreali
  • Acconciatura e make-up
  • Bomboniere
  • Partecipazioni
  • Noleggio auto da cerimonia
  • Affitto di sale e location per la cerimonia e il ricevimento
  • Servizi di catering e ristorazione (per un massimo di 700€)
  • Shooting fotografico e riprese video
  • Servizio di wedding planner
  • Fedi nuziali
  • Servizi di animazione e intrattenimento
  • Viaggio di nozze (per un massimo di 700€)
Bonus matrimonio 2023

Bonus matrimonio 2023 approvato per le giovani coppie – pexels edward eyer

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Attualmente il Bonus è già richiedibile per le giovani coppie residenti nel Lazio. Qui, la Regione concede un contributo fino a 2.000 euro direttamente sul conto corrente indicato al momento della richiesta. È possibile richiederlo fino al 31 gennaio 2023 e sarà concesso fino ad esaurimento fondi. In particolare per accedere all’agevolazione è necessario presentare fino ad un massimo di 5 fatture delle spese sostenute per l’organizzazione del matrimonio, dal 14 dicembre 2021 al 31 dicembre 2023.
  • Secondo i dati Istat, la flessione dei matrimoni in Italia è sempre più accentuata. Durante e dopo la pandemia, i matrimoni sono diminuiti notevolmente, in modo particolare quelli religiosi. Secondo i dati, infatti, la media dei matrimoni nel 2021 rimane in calo nonostante la ripresa dallo stesso periodo del 2020. Nello specifico, vi è una percentuale pari a -4,5%.


TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continua a seguirci su www.habitante.it

Condividi L'articolo su
Scritto da

Fotografa, scrittrice e designer. Laureata in Scienze Politiche Sociali e Internazionali presso l'Alma Mater Studiorum e specializzata in Marketing e Comunicazione nel settore del fashion e del design a L.UN.A - la Libera Università delle Arti. Ha collaborato con la Caucaso Factory all'opera cinematografica "Lucus a Lucendo. A proposito di Levi" e con ONG come Mani Tese e ActionAid a progetti su temi quali l’Innovazione Sociale, l'Inclusione Sociale e la Sostenibilità. Sperimenta non solo strumenti fotografici e videografici, ma anche diverse tecniche di scrittura, dai reportage ai saggi.