Cos’è il bonus fiere 2023 e a chi spetta? Ecco cosa sapere

Condividi L'articolo su

Una delle novità di incentivi italiani nel 2023 è il bonus fiere. Ecco cos’è, a chi spetta e come presentare la richiesta di partecipazione.

Il bonus fiere 2023 è uno tra gli incentivi per aziende più importanti dati dal governo. Si tratta, nello specifico, di un contributo per tutte le spese sostenute per la partecipazione alle manifestazioni fieristiche. Ecco cos’è, come funziona e come accedere al bonus.

Cos’è il bonus fiere?

Il bonus fiere 2023 è un incentivo conferito dal governo dal valore massimo di 10.000 euro. Il buono è destinato a tutte le aziende ed imprese che hanno partecipato alle manifestazioni fieristiche organizzate in Italia svoltesi nel periodo compreso tra il 16 luglio 2022 e il 31 dicembre 2022. Il bonus, nello specifico, va a ricoprire le spese sostenute da tutte le aziende che hanno partecipato agli eventi fieristici ed hanno sede nello stato italiano. Il governo ha stanziato un fondo di 34 milioni di euro e, il buono sarà pari al 50% delle spese sostenute ma non potrà superare i 10 mila euro.
bonus fiere 2023

Cos’è il bonus fiere 2023 e a chi spetta Ecco cosa sapere – Foto di Canva

I requisiti per accedere al bonus: ecco cosa serve

  • l’azienda deve avere sede nel territorio italiano e deve essere iscritta regolarmente ai vari registri dello Stato;
  • l’aziende deve partecipato ad una delle manifestazioni fieristiche internazionali con sede in Italia;
  • l’impresa non deve trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione o di amministrazione controllata;
  • l’impresa non deve aver ricevuto altri contribuiti per le relative spese;
  • l’azienda non deve aver ricevuto sanzioni o altre situazioni che possono essere considerate come causa di incapacità a beneficiare di contributi pubblici.
bonus fiere 2023

Cos’è il bonus fiere 2023 e a chi spetta Ecco cosa sapere – Foto di Canva

Quali sono le spese ammesse dal bonus fiere?

Di seguito la lista delle spese per le quali è possibile accedere al bonus 2023:

  • spese per affitto di spazi espositivi e pagamento di eventuali quote per servizio assicurativo;
  • spese per allestimento degli spazi, compreso servizio di progettazione;
  • costi per la pulizia completa dello spazio espositivo;
  • costi per il trasporto dei prodotti utilizzati in occasione della fiera;
  • spese per il servizio di trasporto;
  • spese per il noleggio di impianti audio visivi e attrezzature simili;
  • costi per l’assunzione di hostess o interpreti per supportare l’azienda nel corso della manifestazione;
  • spese per attività di pubblicità o promozione.

Sono considerate escluse dal bonus tutte le spese relative ad eventuali imposte e tasse.

bonus fiere 2023

Cos’è il bonus fiere 2023 e a chi spetta Ecco cosa sapere – Foto di Canva

Cosa presentare per accedere al bonus?

La richiesta per usufruire del bonus fiere deve essere presentata per via informatica entro e non oltre il 31 gennaio 2023. Nello specifico, è necessario allegare i seguenti documenti e relativi dati:

  • la copia del buono fiere;
  • le fatture che testimoniano le diverse spese e i costi sostenuti nel dettaglio;
  • l’attestazione di ogni pagamento avvenuto;
  • una dichiarazione di atto di notorietà dove il beneficiario dovrà attestare l’avvenuta partecipazione alla manifestazione fieristica per la quale si richiede il rimborso spese.
bonus fiere 2023

Cos’è il bonus fiere 2023 e a chi spetta Ecco cosa sapere – Foto di Canva

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sulle tendenze, consigli e idee sulla casa e il giardino continuate a seguirci su www.habitante.it

Condividi L'articolo su
Scritto da