Vai al contenuto
aumento temperature globali

L’Organizzazione Mondiale Meteorologica: l’Inferno climatico è in arrivo

Condividi L'articolo su

Parla l’Organizzazione Mondiale Meteorologica: avvertimenti sull’aumento delle temperature globali

L’Organizzazione Mondiale Meteorologica (WMO) ha lanciato un grave avvertimento: c’è un’alta probabilità che nei prossimi quattro anni le temperature globali subiscano un aumento drammatico. Secondo il rapporto della WMO, esiste l’86% di probabilità che si superino i record di temperature già registrati fino al 2023, con una possibilità del 47% di oltrepassare il pericoloso limite di +1,5°C entro il 2028. Questo scenario allarmante sottolinea l’urgenza di interventi immediati per contrastare il cambiamento climatico.

Il 2023 è stato confermato come l’anno più caldo mai registrato, con una temperatura media globale di 1,45°C superiore ai livelli preindustriali. Questo nuovo record mette in evidenza la vicinanza al limite critico stabilito dall’Accordo di Parigi, che mira a mantenere l’aumento delle temperature globali ben al di sotto dei 2°C, cercando di limitare ulteriormente l’aumento a 1,5°C.

L’impatto di El Niño sulle temperature

Il fenomeno climatico El Niño, che ha preso piede nella seconda metà del 2023, ha contribuito significativamente all’aumento delle temperature globali. Storicamente, El Niño tende a elevare le temperature globali, e con il suo picco previsto per il 2024, si prevede un ulteriore incremento delle temperature. Questo rafforza le previsioni della WMO sull’imminente aumento delle temperature nei prossimi anni.

Le dichiarazioni della WMO: un appello all’azione immediata

Il Segretario Generale della WMO, Prof.ssa Celeste Saulo, ha dichiarato che il cambiamento climatico rappresenta la più grande sfida per l’umanità. “Il cambiamento climatico sta colpendo tutti noi, in particolare i più vulnerabili,” ha affermato Saulo. “Non possiamo permetterci di aspettare oltre. Dobbiamo fare drastici tagli alle emissioni di gas serra e accelerare la transizione verso fonti di energia rinnovabile.”

Per mitigare gli effetti del cambiamento climatico, è imperativo implementare immediatamente politiche di riduzione delle emissioni di gas serra. Questi sforzi devono includere una rapida transizione verso energie rinnovabili, l’adozione di tecnologie per la cattura del carbonio e la promozione di pratiche sostenibili in tutti i settori economici.

aumento temperature globali
Canva

Conseguenze del superamento del limite di +1.5°C

Il superamento del limite di +1,5°C potrebbe avere conseguenze devastanti per il pianeta, compreso un aumento della frequenza e dell’intensità degli eventi meteorologici estremi, l’innalzamento del livello del mare e la perdita di biodiversità. Questo scenario accentuerebbe le disuguaglianze globali, colpendo in particolare le comunità più vulnerabili.

La necessità di una cooperazione globale

Affrontare questa crisi richiede una cooperazione globale senza precedenti. I Paesi devono collaborare per adottare misure ambiziose e coordinate che includano politiche di riduzione delle emissioni, investimenti in tecnologie pulite e la promozione di comportamenti sostenibili a livello individuale e collettivo.

L’avvertimento della Organizzazione Mondiale Meteorologica evidenzia l’urgenza di agire per prevenire un disastro climatico. Con una probabilità così alta di superare il limite di +1,5°C nelle temperature globali entro il 2028, è essenziale che governi, industrie e cittadini uniscano le forze per ridurre le emissioni di gas serra e implementare soluzioni sostenibili. Solo attraverso azioni decisive e immediate potremo sperare di mitigare gli effetti del cambiamento climatico e proteggere il nostro pianeta per le generazioni future.

Condividi L'articolo su

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Seguici su

Cerchi ispirazione?

Iscriviti alla nostra newsletter

News