Sostenibilità ambientale: Alis e Marevivo per salvaguardia dell’ambiente “Plastic Free”

Il 40% delle microfibre viene smaltito dagli impianti delle industrie soprattutto tessili e finisce nell’ambiente.

Un passo concreto per la sostenibilità ambientale e lo sviluppo della cultura green e blue nel protocollo d’intesa firmato oggi dai Presidenti di ALIS e Marevivo, Guido Grimalgi e Rosalba GIUGNI.

ALIS, con oltre 1400 imprese associate, è l’unica associazione di categoria a mettere a sistema tutti gli operatori del mondo dei trasporti. Ha aderito alla campagna “Plastic free e non solo” che l’Associazione ambientalista Marevivo sta promuovendo per sensibilizzare i cittadini e le imprese a comportamenti virtuosi. Comportamenti che mirino ad eliminare la plastica usa e getta, a utilizzare abitudini sostenibili e attuare comportamenti utili per la salvaguardia dell’ambiente e in modo particolare il mare.

Aderiamo con piacere – ha dichiarato il Presidente di ALIS Guido Grimaldialla campagna “Plastic Free e non solo” promossa da Marevivo, impegnandoci ad adottare una serie di importanti linee guida. Come lo sviluppo della cultura green e blue presso i nostri associati e lavoratori attraverso progetti formativi ed ulteriori iniziative a favore della sostenibilità ambientale e della riduzione dell’inquinamento marino. Così come ad incentivare l’utilizzo di carburanti alternativi, nuove tecnologie e sistemi satellitari. L’obiettivo è di sviluppare un trasporto sempre più sostenibile ed utilizzare prodotti riutilizzabili o compostabili nei nostri uffici e nei nostri eventi”

ADERIRE A “PLASTIC FREE E NON SOLO”

Aderire a “Plastic Free e non solo” – spiega l’associazione Marevivo –  significa anche per le strutture turistiche una opportunità per partecipare a  un percorso che preveda l’attivazione di una campagna di comunicazione unitamente all’avvio di azioni concrete. Queste, viene spiegato sul sito associativo, vengono organizzate su tre livelli, ciascuno con un obiettivo da raggiungere. Per ogni livello l’associazione attribuirà una stella marina.

La Presidente di Marevivo Rosalba Giugni ha aggiunto che “la partnership con ALIS, un’associazione istituzionalmente impegnata per la sostenibilità ambientale, è quasi un atto dovuto. [Almeno] per chi, come Marevivo, punta profondamente sul contributo delle imprese che condividono le politiche sulla riduzione delle plastiche”.

Alis e Marevivo per salvaguardia dell’ambiente Sostenibilità ambientale “Plastic Free”

La salvaguardia dell’ambiente marino e la volontà di evitarne il continuo inquinamento ha spinto le due associazioni in una partnership sempre stretta. L’obiettivo comune è un miglioramento anche legislativo. Attuare cioè misure specifiche che puntino ad eliminare la presenza di plastiche e microplastiche dalle acque.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • La campagna #STOPMICROFIBRE ha tra suoi partner l’Accademia Costume & Moda che ha bandito la plastica monouso dall’Istituto, partecipando alla formazione e sensibilizzazione dei giovani studenti di moda. Il tutto formando al rispetto dell’ambiente e dell’ecologia marina. Dal prossimo anno accademico 2019/2020, verrà attivato il Master in Fabrics Innovation Design.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

 

 

Written by

Iscritto all’ordine dei giornalisti del Piemonte, inizia la sua attività come Web Specialist nel 1996 presso il Politecnico di Torino, durante il quale svolge le sue prime docenze alla Facoltà di Architettura, all’Università di Torino e all’Università Statale di Milano su materie legate alla comunicazione digitale e alla progettazione CAD architettonica. Si occupa da un ventennio di divulgazione scientifica. È direttore responsabile di habitante.it, content farm digitale che si occupa di marketing e comunicazione, nata da un progetto ideato per supportare l’Osservatorio sulla Casa di Leroy Merlin Italia e sviluppato insieme a Unione Nazionale Consumatori.