A lezioni di meditazione mindfulness nelle scuole inglesi

In più di trecento scuole inglesi, di tutti i gradi, il curriculum scolastico verrà ampliato con una nuova materia: la meditazione mindfulness. Lo ha annunciato il governo britannico la scorsa settimana e la sperimentazione si svolgerà fino al 2021.

Vi starete chiedendo, che cosa significa mindfulness?

Non è facile dare una definizione e non esiste una traduzione in italiano che renda fedelmente il significato. La meditazione mindfulness è uno stato mentale che alla comprensione del funzionamento della mente. Si pratica attraverso tecniche di rilassamento, esercizi di meditazione e di consapevolezza, sotto la guida di esperti.

Perchè a scuola?

L’obiettivo del programma messo a punto nelle scuole inglesi è quello di studiare gli approcci più efficaci per aiutare i giovani a regolare le emozioni e acquisire maggiore consapevolezza di sè. A questo scopo, agli alunni verrano insegnate tecniche di rilassamento muscolare, esercizi di meditazione e di rilassamento e soprattutto l’importanza di prendersi cura della propria salute mentale. Insomma, dare agli studenti tutti gli strumenti per aiutarli ad affrontare un mondo in rapida evoluzione, che spesso porta a vivere sotto pressione e ci fa dimenticare di noi stessi.

Questa sperimentazione è di fatto uno dei più importanti studi sulla salute mentale nelle scuole e verrà condotto dall’Anna Freud National Centre for Children and Families in collaborazione con l’University College London. Insieme allo studio, il Governo sta anche lavorando per introdurre l’educazione sanitaria obbligatoria in tutte le scuole. Tra i banchi, fin dalla scuola primaria, i bambini inizieranno ad essere introdotti gradualmente ai temi della salute mentale, del benessere e della felicità.

“Le scuole e gli insegnanti non hanno tutte le risposte, né potrebbero, ma sappiamo che possono svolgere un ruolo speciale ed è per questo che abbiamo lanciato uno dei più grandi esperimenti di salute mentale nelle scuole”. Ha commentato così il segretario all’istruzione Damian Hinds.

Le prove previste nello studio sono progettate per esplorare l’impatto dei diversi approcci di meditazione mindfulness a scuola e prendono in esame anche il  ruolo degli insegnanti  nel riconoscere i cambiamenti nel comportamento o nell’umore degli alunni.

La decisione del governo di prendere provvedimenti in tal senso, arriverebbe in seguito ad un sondaggio commissionato dal National Health Service (Servizio sanitario nazionale) che ha rilevato che 1 su 8 alunni tra i 5 e i 19 anni in Inghilterra ha sofferto di almeno un disturbo mentale.

Ada Maria De Angelis

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER GRATUITA

Immagine di copertina di rawpixel, su Unsplash.com

Post Tags
Share Post