L’orto entra in casa con lo smart garden

L’orto in soggiorno tutto l’anno, senza terreno né pollice verde? È possibile, con lo smart garden.

 

Dall’aspetto di una lampada dal design contemporaneo, lo smart garden contiene un sistema di coltivazione all’avanguardia.

Lo smart garden sfrutta la tecnica della coltivazione idroponica, o “senza suolo”: al posto del terreno, il sistema è alimentato da acqua combinata con sostanze nutritive e da sensori led.  Va detto che le sostanze in questione sono naturali, quindi non trattate con nessun agente chimico e questo è senza dubbio  uno dei vantaggi della coltivazione idroponica.

Come funziona

Invece di piantare semi nel terreno, bisogna introdurre nell’apparecchio delle capsule. Ce ne sono di molte varietà, divise per categoria in base al tempo di crescita e fioritura. In seguito, basta aggiungere solo dell’acqua, collegare lo smart garden alla presa elettrica e attendere. Ovviamente, le piante differiscono nel loro processo di crescita, ma all’incirca germinano da 4 giorni a 2 settimane dopo la semina.

L’irrigazione e l’illuminazione sono completamente automatizzate: la lampada assicura la corretta esposizione luminosa per la crescita delle piante e l’acqua scorre continuamente attraverso le radici delle piantine. Il sistema intelligente modifica l’approvvigionamento di luce e acqua, seguendo le diverse fasi di crescita dalla pianta. 

In questo modo è possibile riprodurre le condizioni ideali per permettere a diversi tipi di piante di crescere al chiuso e per tutto l’anno.

Smart ed ecologico 

Come dicevamo, lo smart garden è dotato di un controllo intelligente che tiene sotto controllo i livelli di luce (sia lo spettro che l’intensità dell’irraggiamento) e di acqua. Questo implica un risparmio idrico rispetto alla coltivazione tradizionale.

Sebbene alimentato dalla corrente, il dispositivo non è sempre accesso ma si autoregola. Questo si traduce in consumi molto bassi, meno di 60 KWh all’anno.

Più che km0

Disporre di un piccolo raccolto giornaliero significa poter utilizzare verdure e aromi freschi e della giusta quantità, senza dover necessariamente conservare alimenti nel frigo. Addirittura, le piante prodotte con coltivazione idroponico non necessitano di essere lavate e sono del tutto naturali, perché non contengono OGM.

Comodità

Per chi pratica il giardinaggio come hobby, coltivare le piante all’aperto non è un lavoro di routine ma un piacere, talvolta anche un’attività terapeutica.

Tuttavia, se si desidera coltivare a scopo alimentare e non si dispone del tempo necessario o dello spazio, il giardinaggio indoor è senza dubbio funzionale.

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo. E tu?

  • Il famoso chef finlandese Sasu Laukkonen (Chef &Sommerlier) utilizza il Plantui Smart Gardens al suo ristorante stellato Michelin in Helsinki.

SE TI È PIACIUTO L’ARTICOLO  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it