VoxLibri, il progetto che dà voce ai libri in televisione

VoxLIBRI è un progetto che dà spazio agli scrittori emergenti e alla piccola e media editoria che in soli due anni di programmazione ha registrato oltre 323 adesioni da parte degli scrittori di tutta Italia. Si tratta di una start up culturale che permette a ogni libro e scrittore di arrivare in tutta Italia grazie alle 32 emittenti televisive presenti sul digitale terrestre che hanno aderito al network.

VoxLibri, il progetto che dà voce ai libri in televisione

In foto Antonio Orlando di VoxLibri

VoxLIBRI, per chi vuole promuovere il suo libro ma non sa da dove partire

Oltre alle interviste in studio dalla durata di 10 minuti (registrate solitamente il sabato negli studi siti a Policoro, cittadina jonica a 60 km da Matera, la città dei sassi – Capitale della Cultura nel 2019), il programma da spazio anche a coloro che hanno difficoltà a raggiungere gli studi attraverso tre opportunità:

  • Imperdibili: per circa 10 secondi la copertina del libro appare a tutto schermo e verrà inseriti il nome dell’autore e della casa editrice (qualora esistente). 5 a puntata
  • Ti presento il mio libro: ogni scrittore ha la possibilità di farsi vedere in Tv (nel vero senso della parola) inviando un video in cui presenta il proprio libro. È un momento molto atteso dai telespettatori per l’originalità e l’efficacia del messaggio. È possibile sostituire il videomessaggio con book trailer e/o videoclip della durata di 1 minuto.
  • Video Intervista Skype: senza spostarsi da casa, attraverso la piattaforma Skype (è necessario avere un account Skype) ogni scrittore può essere intervistato, per circa 10 minuti, come se fosse all’interno degli studi televisivi.
VoxLibri, il progetto che dà voce ai libri in televisione

Foto di VoxLIBRI

Le novità del progetto

Da qualche mese arricchiscono la puntata le pillole di filosofia curate da Chiara Ortuso, docente di Storia e Filosofia . “La civetta di Minerva” seguendo un percorso cronologico nasce con l’intento di avvicinare i lettori ai grandi filosofi. Un viaggio nella storia del pensiero lungo 2.500 anni. Ogni puntata, inoltre, viene presentata da un bimbo/bimba perché uno dei tanti obiettivi di VoxLIBRI è quello di avvicinare i più piccoli al mondo della lettura. Coordinati da Tonia i bimbi leggono un libro a casa, a scuola e una volta terminato lo presentano brevemente a inizio puntata.

VoxLibri, nato per avvicinare le nuove generazioni alla cultura del libro

«In Italia si legge sempre meno e soprattutto tra le nuove generazioni attratte da smartphone e videogiochi – commenta Tonia. Credo sia molto importante invece avvicinare alla lettura sin dalla tenera età a casa e a scuola. Bisogna incuriosire i più piccoli, bisogna fare in modo che scoprano il piacere della lettura. Il libro deve diventare un amico e la lettura un rifugio, una piacevole scoperta, un’abitudine quotidiana. Leggere un libro però deve essere un piacere e non un dovere.

I bambini che hanno partecipato e partecipano tutt’ora al programma leggono un libro e lo commentano all’inizio della puntata. La sorpresa è stata quella di vedere molti di loro interessati a problemi come la mafia (un bambino ha scoperto la storia di Giovanni Falcone leggendo il libro: “perché mi chiamo Giovanni) , l’inquinamento (Arianna ha raccolto con il papà molti rifiuti sulla spiaggia di Policoro  e spinta dalla curiosità ha letto un libro sull’inquinamento spiegato ai ragazzi)».

Informazioni in più sul progetto:

VoxLIBRI, è una rubrica televisiva nata a luglio 2017 ideata dallo scrittore/conduttore Antonio Orlando, diretta da Nicola Decio Dimatteo, e sostenuta, con minuziosa dedizione, dal caporedattore Tonia Satriano. Per scoprire di più: www.voxlibri.it/tv-partner.html

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

Ti regalo un libro se mi porti una bottiglia di plastica

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Written by