Quante sono le piscine in Italia? I numeri tra pubblico e privato

Sempre più abitanti italiani introducono piscine nelle loro case: secondo l’Osservatorio sulla Casa, il 5%  delle abitazioni ha almeno una piscina. Tra pubblico e privato, il numero delle piscine in Italia cresce di anno in anno.

Shutterstock – Artazum

Piscine in Italia: il privato

Nel dettaglio, i dati ce li svela Assopiscine: il numero complessivo delle piscine private in Italia ha toccato quota 365.000, portando l’Italia al quarto posto nella classifica dei paesi europei con più piscine. In particolare, il Lazio è la regione italiana che vanta il numero più alto di piscine realizzate, seguito da Toscana e Lombardia che mostrano la concentrazione più elevata di case con piscina.

Piscine in Italia: il pubblico

Sulla base delle stime fornite dalle maggiori aziende del comparto, il numero delle piscine private realizzate nel 2016 ha sfiorato le 10.000 unità. Tra le regioni che, di recente, hanno sostenuto il maggior investimento economico c’è la Lombardia (17%), il Veneto, il Piemonte, l’Emilia Romagna e la Toscana (tra l’8,17% e il 7,65%).

Perché agli abitanti italiani piacciono le piscine?

Nella casa ideale dell’abitante italiano c’è un giardino con piscina. Ecco il motivo per cui agli italiani piacciono le piscine:

  • Abbellimento dello spazio esterno
  • Ho uno spazio dove rilassarmi
  • Spazio di convivialità (feste con amici, parenti ecc.)
water on the water

Grand Hotel Tremezzo Piscina water on the water

In generale, la tendenza del mercato delle piscine in Italia è più che positiva, tuttavia con un grande margine di crescita.

Piscine in Italia: tendenze del mercato

Oltre ai modelli di piscine che permettono una gestione personalizzata, tra le principali tendenze del settore figurano le piscine private interrate e prefabbricate, un buon compromesso tra costi e prestazioni. Sul fronte opposto, spiccano invece le piscine in sospensione, che sembrano fluttuare in cielo e che decisamente sono rivolte ad un pubblico di elite.

Ma l’attenzione degli abitanti italiani è rivolta anche verso la realizzazione di soluzioni che permettano di ridurre i costi di gestione degli impianti privati, cercando di eliminare eventuali sprechi. Contestualmente, cresce l’interesse verso  l’utilizzo di materiali e tecnologie eco-friendly, allo scopo di abbattere i consumi e le emissioni inquinanti.

Il nuovo trend in materia di piscine residenziali ruota intorno alla preferenza di strutture a basso impatto ambientale e a zero costi di gestione, il tutto allo scopo di beneficiare di una piscina privata funzionale ed eco-sostenibile allo stesso tempo.

Consigli per una piscina funzionale ed eco-sostenibile

Per chi ha a cuore il tema dell’impatto ambientale, ecco qualche consiglio per una piscina più green.

  • Utilizzate una copertura: abbatte gli sprechi e ti fa risparmiare, salvaguardando le condizioni dell’acqua dalle intemperie. La copertura consente di evitare di contrastare il fenomeno dell’evaporazione mantenendo il calore. Esistono coperture che svolgono una funzione di sicurezza, evitando inoltre spiacevoli cadute in acqua;
  • Installate i pannelli solari: sostituiscono il tradizionale sistema di riscaldamento, assorbono calore dai raggi UV e lo trasmettono all’acqua che, una volta riscaldata, viene reimmessa nell’impianto;
  • Attenti agli sprechi: riduce i consumi e permette un risparmio maggiore;
  • Ricorda l’importanza della manutenzione periodica: evita inutili costi per eventuali futuri interventi di manutenzione.

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu? 

  • Secondo l’Osservatorio sulla Casa, il lavoro meno richiesto per la ristrutturazione degli spazi esterni è la piscina: sapevi che esistono piscine panoramiche anche per appartamenti all’ultimo piano? Leggi l’approfondimento.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Written by