Vai al contenuto
Albero di Natale naturale

Qual è la specie di albero più adatta per un albero di Natale naturale?

Condividi L'articolo su

Il simbolo del Natale per eccellenza è sicuramente l’albero. Verde, alto e folto è così che entra a pieno titolo nell’immaginario collettivo e che fa capolino nelle nostre case a partire dai primi di Dicembre, pronto per essere ornato e riempito di regali ai suoi piedi. Acquistare un Albero di Natale vero diventa poi una tradizione di famiglia che fa respirare la magia natalizia già solo dal momento in cui varchiamo un negozio di alberi o anche un sito internet dove poter sfogliare tra le tante varietà. Pronti a respirare il profumo inconfondibile di pini e abeti e a perderci con lo sguardo tra i mille aghi verdi che riscaldano i pomeriggi invernali. Una magia che possiamo riportare dentro i nostri salotti, facendo nostra la tradizione natalizia che riempie la casa di allegria e gioia.

La scelta dell’albero è una parte importantissima, è quasi come una reciproca scelta che renderà inconfondibile il nostro Natale già dal suo arrivo in casa, pronti ad ornarlo con le decorazioni che amiamo di più, sempre uguali da tradizione o diverse se amiamo dargli ogni anno un tono differente.

Esiste un albero perfetto per ognuno di noi, seguendo le nostre aspettative e necessità, basterà solo scegliere albero di natale vero. I più tradizionalisti amano sicuramente il pino bianco o il popolare abete, ma se si vuole stupire amici e parenti con qualcosa di diverso ma sempre attinente alle festività  si può scegliere ad esempio il cipresso. L’abete bianco è tra i più resistenti ad ornamenti più pesanti grazie agli aghi corti e rigidi pronti ad ogni tipo di ghirlanda.

Animali in casa? Ecco l’albero più adatto

Fa parte della famiglia degli abeti il cosiddetto Nordmann, disponibile in diverse dimensioni e che può raggiungere anche altezze importanti. Il colore è molto profondo e gli aghi sono arrotondati. Averlo in casa porterà una leggera fragranza che si spanderà in ogni ambiente.

Un classico che non tramonta mai

Per chi vuole aggiungere stile festivo al proprio appartamento potrà decidere per un cipresso dalla forma alta e conica con un fogliame blu tendente al verde. Questo tipo di abete non ha una profumazione intensa, lasciando intatto l’ambiente che lo accoglie. Molto indicato per chi ama mettere candele profumate in aggiunta alla bellezza del proprio albero. Il Pino bianco è sicuramente il più tradizionale e classico che vediamo in tutti i film di Natale. L’albero è noto per i suoi aghi lunghi e morbidi (che sono eccezionalmente miti) e la statura impressionante.

Anche l’abete bianco è molto bello e tradizionale. Inoltre è adatto se si amano gli alberi di natale molto carichi perchè gli aghi corti e rigidi resistono a pesi più consistenti. Attenzione però a non schiacciare i suoi aghi perchè il profumo potrebbe risultare non troppo gradevole. Se si punta invece proprio sul profumo che lasciano negli ambienti, bisognerà scegliere gli abeti balsamici con il loro aroma piccante e fresco che dura per tutta la stagione delle vacanze. Si tratta del classico profumo ripreso anche dalle candele natalizie e gli spray per la casa sempre a tema.

Un fattore molto importante nella scelta di un albero di natale naturale è quello della pulizia. Non tutti i tipi di albero infatti mantengono saldamente gli aghi, rischiando così di volere una maggior manutenzione. Il Pino scozzese invece è proprio a basso regime se parliamo di pulizia. Questa varietà dal colore verde brillante è proprio famosa per mantenere gli aghi incollati ai propri rami, non producendo così sporcizia intorno anche quando si saranno asciugati.

Per l’acquisto di alberi di natale a lunga distanza consigliamo gli abeti che hanno una durata maggiore e che non tendono a perdere corposità durante il trasporto, mantenendo la propria forma fino alla fine.

Albero di Natale grande o piccolo?

Sicuramente la dimensione del proprio albero non può prescindere dalla grandezza dell’ambiente in cui verrà posizionato. Un albero eccessivamente grande in un ambiente piccolo rischia di rendere poco pratico il vivere quotidiano. Attenzione quindi a sceglierlo in base all’altezza del soffitto e anche all’arredamento circostante. Se avete spazi molto aperti dove posizionarlo potrete scegliere un albero gigante. Aroma fresco e profumato è sicuramente sempre presente e spesso gli aghi tendono a fragranze agrumate dal colore guardo verde molto brillante.

Se invece gli spazi sono ridotti non dovrete rinunciare al vostro albero, puntando su quelli più piccolini da mettere sia in terra che sopra a mobili o piedistalli che andranno comunque a ridurre lo spazio in terra. I rami sono sicuramente più corti ma pur sempre resistenti e pronti ad accogliere le decorazioni più particolari.

Per chi ama lo stile minimale, allora potrà propendere per la variante dell’abete nobile, mantenendo uno stile semplice e lineare: una forma quasi perfetta che si adatta ad avere poche decorazioni catturando lo sguardo anche solo per la sua forma. Poche luci e il gioco è fatto!

Condividi L'articolo su

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Seguici su

Cerchi ispirazione?

Iscriviti alla nostra newsletter

News