Il crollo del prezzo della biomassa e il nuovo prezzo del pellet

Condividi L'articolo su

Con il nuovo anno si è assistito ad un crollo generale del prezzo della biomassa

Il 2023 si è aperto con la riduzione del prezzo del pellet, che è divenuto la soluzione più efficace e conveniente per riscaldare casa. Non a caso, secondo ARERA – Autorità di regolazione per energia reti e ambiente,  il biocombustibile risulta essere la scelta preferita dagli italiani ma anche quella più conveniente, nonostante durante questi anni il suo prezzo abbia toccato i massimi storici.

prezzo pellet

La riduzione del prezzo del pellet – pexels la miko

Gli andamenti del prezzo del pellet

In questo ultimo periodo, il prezzo del Pellet, a causa del conflitto scoppiato tra Russia e Ucraina, ha toccato i massimi storici. L’aumento esponenziale del prezzo del gas naturale che ha fatto schizzare la domanda di Pellet. Basti pensare che la crisi internazionale ha determinato aumenti del prezzo del gas naturale pari a 25 volte. Passando da 8,219 €/MWh del 2020 ai 231,736 €/MWh di agosto 2022. Di conseguenza un sacchetto di pellet da 15 kg è arrivato a costare anche 15 euro, contro i 4 precedenti. Registrando un aumento di quattro volte superiore nel giro di un solo anno.

Tra gli altri motivi che hanno portato al rincaro del pellet c’è da considerare il fatto che l’Italia non è uno dei maggiori produttori di Pellet. Infatti, in Italia si producono solo 450.000 tonnellate di pellet, su un totale di 3,35 milioni di tonnellate di materia consumata per riscaldare le abitazioni. Ovviamente questo restante 85% è importato da Slovacchia, Repubblica Ceca, Austria e Croazia.

prezzo pellet

La riduzione del prezzo del pellet – pexels thomas vitali

La riduzione del prezzo delle biomasse

Grazie alla nuova misura introdotta con la Legge di Bilancio che abbassa l’IVA dal 22% al 10% sul pellet e su tutte le altre biomasse, si sta assistendo ad una progressiva riduzione del prezzo che sembra destinata a protrarsi nel tempo.

A ciò si aggiunge una riduzione del prezzo del gas naturale che è ritornato al livello pre-guerra. Così, tanti grossisti hanno i depositi pieni con merce acquistata a prezzi molto alti, che stanno svendendo convinti di non poter recuperare quanto investito.

prezzo pellet

La riduzione del prezzo del pellet – pexels max vakhtbovych

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sulle tendenze, consigli e idee sulla casa e il giardino continuate a seguirci su www.habitante.it

Condividi L'articolo su
Scritto da

Fotografa, scrittrice e designer. Laureata in Scienze Politiche Sociali e Internazionali presso l'Alma Mater Studiorum e specializzata in Marketing e Comunicazione nel settore del fashion e del design a L.UN.A - la Libera Università delle Arti. Ha collaborato con la Caucaso Factory all'opera cinematografica "Lucus a Lucendo. A proposito di Levi" e con ONG come Mani Tese e ActionAid a progetti su temi quali l’Innovazione Sociale, l'Inclusione Sociale e la Sostenibilità. Sperimenta non solo strumenti fotografici e videografici, ma anche diverse tecniche di scrittura, dai reportage ai saggi.