La Milano Design Week in pillole Day 2

DAY 2: Le radici e le ali, Pratofiorito e Robotl

Prima tappa la presentazione del documentario del designer Antonio Aricò, Le Radici e le ali, che racconta di identità, artigianato e design contemporaneo. Una storia che inizia in Calabria e che lo porta a lavorare in tutto il mondo, un racconto poetico ed emozionante del suo lavoro attraverso il rapporto con suo nonno, falegname, che ha realizzato i suoi primi pezzi e che si alterna alle voci Alberto Alessi, Stefano Seletti, Saverio Zaminga, Silvia Ariemma, Laura Polinoro, Francesca Appiani, Elena Salmistraro, Fedele Zaminga, Tito Malara e Anna Maria Gullì. Poi a Piazza XXV Aprile dove si trovano le installazioni Prato fiorito, realizzato per Eataly Smeraldo e Fondazione Slow Food, progettato dall’architetto Davide Fabio Colaci con gli studenti del Politecnico di Milano e il progettista del verde Dario Valenti. E Robotl, il supereroe della sostenibilità, una scultura alta sei metri progettata dalla studio Giò Forma per Timberland e realizzata dallo scenografo Carlo Filippelli e Ezio Scarlatella utilizzando bottiglie di plastica riciclate e scarti di produzione provenienti dall’industria del design.

Robotl, in foto con Carlo Filippelli e Ezio Scarlatella, Piazza XXV Aprile

Ventura Centrale

Ai Magazzini Raccordati, sotto il rilevato dei binari della Stazione Centrale di Milano, la terza edizione di Ventura Centrale. Nei 16 tunnel una serie di installazioni poetiche ed ironiche che raccontano il design contemporaneo. Come Patterns as Time di AtMa che fonde il design con le tecnologie più avanzate per dar vita ad una serie di pattern che attingono a decori e colori dal Giappone contemporaneo ma che si rifanno a motivi tradizionali per trasformarli in una serie di installazioni luminose che cambiano colore per raccontare la storia e la tradizione che nascono progressivamente, secondo dopo secondo e istante dopo istante. E Patterns of Nature di Noiz che analizza l’infinito numero di patterns presenti in natura affidandosi alla flessibilità, alla programmabilità e alla texture non-luminescente dell’e-paper.

Pianissimo Fortissimo, Ventura Centrale

E Humanscale, specializzata nella produzioni di prodotti ergonomici per l’ambiente di lavoro, con l’installazione Bodies in Motion di Todd Bracher e Studio TheGreenEyl. Pulse di Yamaha Design Laboratory che racconta le emozioni nascoste nelle sensazioni che risultano difficili da descrivere attraverso installazioni come Pianissimo Fortissimo, posizionata a parete, che può essere suonata come uno strumento musicale, e Fine Rainy Days una clessidra che emette il suono della pioggia che cade. Spazio anche all’arte che fa riflettere sulla potenza del mondo femminile, con l’installazione Una stanza tutta per me, mostra curata da Sabino Maria Frassà, che ha come protagoniste tre giovani artiste, tutte finaliste e/o vincitrici del premio Cramum: Flora Deborah, Giulia Manfredi e Francesca Piovesan.

Una stanza tutta per me, Ventura Centrale

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Le bottiglie di plastica sono prodotte in PET (polietilentereftalato), una materia plastica ottenuta con il petrolio o il metano. Riciclabile al 100 per 100, non perde le sue proprietà fondamentali durante il processo di recupero e la si può così trasformare ripetutamente per la realizzazione di prodotti pregiati.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it