Incidenti domestici e rischio elettrico: come prevenirli

Il Ministero della Salute stima che in Italia si verifichino circa 4 milioni di incidenti domestici l’anno. 241.000 degli incidenti sono imputabili a un uso non corretto della corrente elettrica. È essenziale dunque seguire comportamenti corretti quando si viene a contatto con qualsiasi strumento che funzioni con l’elettricità

Incidenti domestici: prevenzione, promozione e tutela della salute

Negli ultimi anni gli abitanti italiani si stanno sensibilizzando riguardo alla prevenzione grazie anche alla spinta data dal Ministero della Salute sulla “Prevenzione, promozione e tutela della salute”.

Promozione della salute e della prevenzione sono fattori di sviluppo della società.
Al giorno d’oggi una buona formazione e informazione aiuta ad eludere situazioni di pericolo.

Il rischio  elettrico

Se ci soffermassimo a pensare alle conseguenze che comporterebbe un incidente causato da energia elettrica in casa potremmo analizzare che dipende esclusivamente da tre fattori:

  • intensità della corrente
  • durata del contatto
  • grado di coinvolgimento del corpo.

La situazione più pericolosa si verifica quando il corpo viene in contatto contemporaneamente con corrente, acqua e metalli. Per questo una buona formazione e conoscenza dei rischi aiuta a prevenire che l’incidente accada. E per non incombere in rischi è obbligatorio avere un impianto a norma.

10 cose da ricordare per non rischiare

  1. Staccare sempre l’interruttore generale.
    Quando c’è necessità di sostituire una lampadina ricordate di staccare l’interruttore generale. Non è sufficiente spegnere solo la luce dal pulsante al muro. Il porta lampada, infatti, potrebbe essere sotto tensione e si corre il rischio di folgorazione.
  2. Mai mani bagnate quando si lavora
    Nel caso in cui dobbiate pulire un elettrodomestico qualsiasi anche qui staccate prima la spina dalla presa e assicuratevi di non avere le mani bagnate
  3. Cellulari in carica lontani
    Può essere pericoloso utilizzare il cellulare o lasciarlo vicino al letto prima di addormentarsi mentre è in carica.
  4. Apparecchi  elettrici lontani dall’acqua
    Non utilizzate apparecchi elettrici in bagno come stufette, radio, lampade, smartphone per evitare il rischio di contatto con acqua
  5. No asciugacapelli o rasoio elettrico con le mani bagnate
    Evitare di utilizzare asciugacapelli, piastra o rasoio elettrico quando si è ancora bagnati
  6. Evitare di usare prese multipe quando  non necessario 
    Cercate di dividere gli attacchi delle prese in un unico interruttore. È sconsigliato collegare più apparecchi a una sola presa, in particolar modo se si tratta di apparecchi di potenza rilevante come lavatrici, lavastoviglie e frigoriferi
  7. Termocoperta: spegnetela prima di utilizzarla
    Attenzione alla termocoperta e le stufe elettriche d’inverno. Ricordiamoci di spegnerle prima di addormentarci.
  8. Proteggere i bambini dai contatti diretti
    I fori delle prese di corrente sono un potenziale pericolo per i  bambini che incuriositi potrebbero inserirci oggetti di metallo; è consigliato applicare dei copri spina sui fori delle prese di corrente per impedire che vi possano inserire oggetti di metallo o direttamente i propri ditini.
  9. Apparecchi elettrici sempre in buono  stato 
    I fili e gli interruttori devono essere sempre in ottimo stato. Attenzione a non sperimentare il fai da te con il nastro isolante o altri materiali ed improvvisarsi come il nuovo MacGyver. È sempre consigliato chiamare un professionista.
  10. Tutto a norma
    Per limitare i rischi di incidenti causati dall’elettricità verificate che tutti gli impianti siano realizzati a norma di legge e che gli apparecchi siano dotati del marchio IMQ (Istituto Marchio Qualità) e CE (Comunità Europea).

Effettuando controlli periodici e mantenendo in “buona salute” gli impianti domestici attenendosi a semplici regole può salvare la vita.

Si ringrazia per la consulenza l’Interior Designer Francesca  Romio

Trova il tuo professionista dell’Habitat su Habitissimo

Habitissimo

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Share Post
Written by