I migliori giochi da tavolo per trascorrere il Natale in allegria

È Natale e il pranzo in famiglia è ormai iniziato.

Anche se si prospetta una lunga abbuffata, ci portiamo avanti per fornirvi alcuni consigli utili per il dopo pranzo o per passare il tempo tra una portata e l’altra.

Giochi da tavolo e giochi di società sono un’ottima idea per sfidare la famiglia e gli amici durante i giorni di festa. Oltre alla Tombola, al Trivial Pursuit, al Monopoli e ai tantissimi giochi con le carte ecco alcune idee per sfidarsi in compagnia stimolando la creatività.

Gioco dell’oca

Un gioco che vi farà tornare bambini e vi permetterà di giocare anche con i vostri figli, nipoti e fratelli più piccoli. Un gioco semplice che si compone di un tabellone con un percorso e qualche dado garantirà il divertimento a tutti!

Scarabeo

Immancabile a Natale è anche lo Scarabeo. Con i suoi tassellini con lettere potrete preparare parole e incrociarle stimolando la vostra creatività.

Mercante in fiera

Non è Natale senza il Mercante in Fiera. Bastano due mazzi di carte uguali da disporre coperte sul tavolo per cercare di fare più associazioni possibili. Il tutto davanti a un Mercante che cercherà di distruggere le vostre certezze. Ne verrà fuori un bel gioco di memoria.

Memory

A proposito di memoria, immancabile sulle vostre tavole dovrà essere il Memory. Disponendo sul tavolo le carte coperte i giocatori sollevano a turno due carte sperando di trovarne due uguali per fare punti. Vince chi forma più coppie.

giochi da tavola natale
Foto di Indre Pau su Shutterstock

Il pranzo di Natale 2019 sarà all’insegna del risparmio

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • I dadi non sono un’invenzione del XX secolo. È stata trovata una serie di 49 piccole pietre dipinte a intaglio risalenti a 5000 anni fa nel sud-est della Turchia e giochi simili sono stati inoltre rinvenuti sia in Siria che in Iraq. 
  • Secondo alcune fonti gli scacchi derivano dal “Chaturanga”, che avrebbe avuto origine attorno al VI secolo, presso l’impero Gupta, in India, e che si sarebbe sviluppato in varie forme nelle diverse regioni asiatiche e occidentali.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

In copertina: foto di Gulcin Ragiboglu su Shutterstock