I Giardini della Reggia di Venaria sono il Parco Pubblico più Bello d’Italia

Il parco pubblico più bello di Italia è quello della Reggia di Venaria, la splendida dimora nella cintura di Torino.

L’ha stabilito la giuria del concorso nazionale “Il Parco più bello d’Italia”, indetto da ilparcopiubello.it, network nazionale di Parchi e Giardini. Due le categorie del concorso, “Parchi Pubblici” e “Parchi Privati”, con più di 1000 giardini aderenti all’iniziativa.

I giovani Giardini della Reggia di Venaria, inaugurati solo nel 2007 cominciano con il Parco Basso, che  si estende per 500 metri il Giardino delle Sculture Fluide di Giuseppe Penone, con 14  sculture che scandiscono un cammino senza cesure tra mondo minerale, vegetale e umano. Nel Parco Alto invece, al centro del Gran Parterre juvarriano, la suggestiva installazione dell’artista Giovanni Anselmo: sei lastre di granito su cui è incisa la scritta “Dove le stelle si avvicinano di una spanna in più”.

I Giardini della Reggia di Venaria, già Patrimonio Mondiale dell’Umanità Unesco dal 1997, vengono  dunque riconosciuti come i più belli di Italia.

Tra le motivazioni, l’unione per eccellenza tra antico e moderno, un dialogo incessante tra insediamenti archeologici e opere d’arte contemporanea.

Oltre alla Venaria Reale, gli altri parchi pubblici arrivati in finale sono:

  • Villa Manin a Passariano, in provincia di Udine;
  • Labirinto Borges a Venezia;
  • Parco Villa Gregoriano a Tivoli, in provincia di Roma;
  • Giardino della Minerva a Salerno.

Tra i parchi privati, invece, troviamo:

  • Giardino Giusti a Verona;
  • Isola del Garda
  • Villa Imperiale a Pesaro
  • Parco Paternò del Toscano, alle pendici dell’Etna, in provincia di Catania.

Sei giudici, estremamente  esperti del settore, hanno analizzato nel dettaglio i  parchi che erano in gara scegliendo due vincitori: i Giardini della Reggia di Venaria  per la categoria “Parchi pubblici” e il Parco di Fattori di Celle in provincia di Pistoia per la categoria “Parchi privati”.

Il concorso “Il Parco più bello“, che arriva  alla sua 17ª edizione: tiene conto di numerose caratteristiche per decretare il vincitore.  Queste  caratteristiche sono l’interesse storico-artistico e botanico, lo stato di conservazione, gli aspetti connessi con la gestione e la manutenzione, l’accessibilità, la presenza di servizi, le relazioni con il pubblico e la promozione turistica.

Tra i vincitori delle precedenti edizioni ricordiamo: la Reggia di Caserta (2009), il Vittoriale degli Italiani (2012), il Real Bosco di Capodimonte a Napoli (2014), il Giardino di Ninfa a Latina (2015) e Villa Parco Bolasco a Castelfranco Veneto (2018).

Esplora la mappa e scopri i principali punti di interesse dei Giardini della Reggia di Venaria

Post Tags
Share Post
Written by

Iscritto all’ordine dei giornalisti del Piemonte, inizia la sua attività come Web Specialist nel 1996 presso il Politecnico di Torino, durante il quale svolge le sue prime docenze alla Facoltà di Architettura, all’Università di Torino e all’Università Statale di Milano su materie legate alla comunicazione digitale e alla progettazione CAD architettonica. Si occupa da un ventennio di divulgazione scientifica. È direttore responsabile di habitante.it, content farm digitale che si occupa di marketing e comunicazione, nata da un progetto ideato per supportare l’Osservatorio sulla Casa di Leroy Merlin Italia e sviluppato insieme a Unione Nazionale Consumatori.